Sport

In Promozione scende in campo il fattore Samuele Curreli e la Monteponi torna a sognare.

Nel girone A del campionato di Promozione scende in campo il fattore Samuele Curreli e la Monteponi torna a sognare la grande rimonta. Questo pomeriggio, contro la vicecapolista Gonnosfanadiga, la squadra di Fabio Piras, il nuovo tecnico che ha esordito domenica scorsa con la vittoria nel derby di Cortoghiana, era chiamata ad un appello decisivo: vincere per accorciare il ritardo dalla seconda posizione da 10 a 7 punti (una sconfitta avrebbe avuto effetti devastanti, forse definitivi), in attesa del recupero degli ultimi minuti della partita Sigma De Amicis 1979-Sant’Elena Quartu, sospesa ad una manciata di minuti dalla fine per un malore che ha colpito il medico sociale del Sant’Elena che in quel momento si trovava in vantaggio 2 a 1 e vincendo si porterebbe a quota 31 punti, + 8 sulla Monteponi. E la vittoria è arrivata, con una tripletta di Samuele Curreli!

Il bomber di Narcao un anno fa arrivò a Iglesias a dicembre, con la squadra ultima in classifica, e fu il principale protagonista, con il tecnico Andrea Marongiu, della clamorosa rimonta fino al quarto posto finale, con 19 goal realizzati in 17 partite giocate, che gli sono valsi anche il titolo di capocannoniere. A fine stagione, ha lasciato la Monteponi, per seguire Andrea Marongiu nella nuova avventura al Carbonia, nel campionato di Eccellenza.

L’impatto con la categoria superiore è stato devastante: 10 goal nelle prime quattro partite di Coppa Italia contro San Marco Assemini ’80 e Ferrini; 5 goal nelle prime nove giornate del campionato, quasi quattro delle quali saltate per un’espulsione e due squalifiche. Poi qualcosa nella convinzione di Samuele Curreli di continuare l’esperienza a Carbonia si è incrinato, non sono arrivati altri goal anche se in alcune partite ha inciso con dei preziosi assist per i compagni e, alla vigilia di Natale, allo scadere dei termini per i trasferimenti…ha lasciato Carbonia ed è tornato a Iglesias, per cercare di risollevare le sorti della Monteponi.

L’impatto con la maglia rossoblu, indossata per la terza volta in altrettanti campionati non consecutivi, è stato ancora una volta devastante: subito in goal nel derby con il Villamassargia, una domenica di pausa, poi goal decisivo su punizione a Cortoghiana e, infine, oggi, tripletta alla vicecapolista Gonnosfanadiga. Il bilancio è presto fatto, tra Carbonia e Monteponi, 20 goal, 10 nei due campionati, altrettanti in Coppa Italia!

Con i 3 punti conquistati oggi, la Monteponi è salita a quota 23 punti, la vetta resta lontanissima, visto che l’Idolo ha stravinto in trasferta con il Seulo 2010, 5 a 1, ed è salita a quota 35, ma alla fine mancano ancora 13 partite, con 39 punti a disposizione il Gonnosfanadiga è rimasto fermo a quota 30 punti e, con un Samuele Curreli così, la Monteponi può legittimamente riprendere a sognare quantomeno una delle posizioni (2ª e 3ª) che qualificano alla Coppa Primavera, attraverso la quale si può accedere alla categoria superiore.

La giornata, purtroppo, ha registrato la sconfitta di misura del Cortoghiana sul campo del Tonara, trascinato da Simone Stocchino, autore di una doppietta. Alla squadra di Marco Farci non è bastato il goal di Devid Pinna per portare a casa un risultato positivo. Chi è tornato a casa con un pareggio dalla difficile trasferta di Tortolì è il Villamassargia, in goal con Davide Piras.

Sugli altri campi, infine, la Villacidrese ha espugnato il campo dell’Andromeda, 2 a 0; il Buddusò ha battuto l’Orrolese, 2 a 0, terza vittoria consecutiva; l’Arborea ha battuto il Selargius, 2 a 1.

Comments

comments

Tags: , , , ,

Leave a Reply