Sanità

Mara Lapia (M5S): «Sono ancora disomogenee e non sempre corrette le indicazioni al personale sanitario»

«A distanza di quasi un mese da quando è esplosa anche in Sardegna l’emergenza sanitaria legata al Covid-19, negli ospedali e nelle Aziende sanitarie sarde vengono date agli operatori disposizioni errate, fuorvianti e totalmente contrarie al buon senso.»

Lo afferma la deputata del M5S, Mara Lapia. «Mi riferisco in particolare ad una nota del 24 marzo scorso, con indicazioni al personale dell’ospedale Sirai di Carbonia, sulla gestione di pazienti esterni – aggiunge l’on. Mara Lapia -. Scrive un solerte dirigente che “il paziente dovrà indossare la mascherina esclusivamente laddove presenti sintomi di affezione respiratoriaIn assenza degli stessi, in particolare per l’effettuazione di esami diagnostici che ne comportino il trasferimento da una struttura all’altra, il paziente dovrà essere trattato senza ulteriori precauzioni che non siano quelle ordinarie“. Ho scritto subito all’assessore della Sanità, Mario Nieddu, al commissario Ats, al direttore della Assl. Ritengo gravissimo che ancora vengano date al personale simili indicazioni. E’ vergognoso – conclude Mara Lapia -, che dopo settimane dall’inizio dell’emergenza e con tutto quello che sta succedendo nei nostri ospedali, ancora nelle Aziende non ci siano disposizioni omogenee e corrette sulla gestione dei pazienti e sugli ingressi nelle strutture sanitarie.»

 

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply