Turismo

L’Amministrazione comunale di Teulada ha approvato il nuovo regolamento per la spiaggia di Tuerredda – di Federica Selis

Un nuovo regolamento, approvato dal Consiglio comunale di Teulada il 19 maggio, disciplina l’utilizzo della spiaggia di Tuerredda, a partire dalla stagione balneare 2020.
Già dallo scorso settembre, con una delibera di Giunta, l’Amministrazione comunale aveva annunciato nuove soluzioni che disciplinassero la fruizione della spiaggia.
In tempi non sospetti e non ancora toccati dal Coronavirus, sindaco ed amministratori avevano già ragionato sulle regole per garantire una fruizione sostenibile della spiaggia di Tuerredda, troppo sovraffollata durante il periodo estivo.
Un affollamento eccessivo per la fragilità del tratto di costa, dovuta principalmente al suo sistema morfologico, e per via della presenza di un unico accesso possibile all’arenile, in caso di un’ipotetica evacuazione. 
«Si tratta di una spiaggia molto fragile dal punto di vista naturalistico e l’erosione ne stava compromettendo la sopravvivenzaspiega il sindaco di Teulada, Daniele Serra -. Abbiamo, quindi, approvato un regolamento che prevede, oltre al numero massimo consentito di 1.100 utenti al giorno, anche una serie di regole, per quanto riguarda l’utilizzo della plastica monouso, il divieto di fumo in aree non appositamente segnalate e consentite o, ancora, il contingentamento del commercio ambulante.»
Tutte queste ordinanze si uniranno ad un maggior presidio del territorio e, in particolare, delle zone costiere, da parte dei vigili urbani.
Una serie di iniziative combinate, quindi, al fine di tutelare la salvaguardia di un ambiente tanto unico e spettacolare, quanto fragile e delicato.
Nonostante il numero chiuso, resterà invariata la suddivisione della spiaggia in parte libera e in parte gestita, mentre si pensa all’istituzione di un contributo ambientale volontario di 1 euro, al fine di pulire e tutelare l’area, di modo che i costi non debbano ricadere interamente sui cittadini di Teulada.
Si prevede, inoltre, la possibilità di sottoscrivere protocolli di cooperazione con gli operatori balneari, per migliorare l’accessibilità ai disabili; la realizzazione di aree apposite per i fumatori e per lo scuotimento della sabbia; lo studio di campagne di sensibilizzazione in materia di sostenibilità ambientale; la distribuzione di materiale informativo sull’educazione ambientale e il rispetto dei comportamenti da seguire in spiaggia, al fine di tutelarne l’ecologia.
La data di attivazione, gli orari del numero chiuso 2020 e le modalità operative di presidio e controllo agli ingressi, saranno definiti in una successiva delibera di Giunta. Nel frattempo, si sta già predisponendo la cartellonistica informativa e si sta già lavorando allo sviluppo di applicazioni informatiche che forniscano, in tempo reale, la disponibilità di posti liberi.
È stato, inoltre, stipulato un protocollo di intesa con il comune di Domus de Maria, per interventi congiunti di presidio della fascia costiera ed è in progetto la possibilità di destinare un’area, all’interno dei parcheggi comunali, per l’eventuale atterraggio di emergenza dell’elisoccorso.
Quest’anno, la previsione, in numero di turisti, sarà probabilmente inferiore rispetto agli anni passati ma Teulada punterà ugualmente sulla potenzialità dei suoi magnifici litorali, tanto da pensare all’eventualità di richiedere la registrazione di un marchio territoriale.
«Speriamo di avere una stagione che sia magari, non con gli stessi numeri, però utile per i nostri operatorisi augura, infine, il sindaco Daniele Serra -. I chilometri di costa ce lo consentono.»

Federica Selis

Comments

comments

Leave a Reply