Consiglio regionale della Sardegna

Dario Giagoni (Lega): «Il DL Imprese è indispensabile per traghettare la nostra Isola verso la ripresa»

Il Consiglio regionale ha approvato questa sera il DL 162, meglio noto come “DL Salva Imprese”, con 29 voti favorevoli e 20 astenuti.

«Con l’approvazione del DL 162 le imprese e i lavoratori della Sardegna da oggi possono contare su strumenti finanziari importantissimi che, unitamente a quanto già approvato in precedenza, consentiranno di traghettare la nostra isola verso la ripresaha commentato il capogruppo della Lega, Dario Giagoni -. Si tratta di un disegno di legge che ha giovato di varie rivisitazioni e migliorie, e per questo devo dar merito tanto alla Giunta quanto alle Commissioni per l’indispensabile lavoro svolto nei giorni scorsi, pur non perdendo mai il suo spirito iniziale atto a mettere al centro l’attività imprenditoriale. Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare ma riteniamo sia stato mosso oggi un importante passo per far sì che nessun lavoratore o comparto si senta escluso. Dimostrazione di questo ne è l’istituzione del fondo (R) ESISTO che prevede ben 65 milioni per la concessione alle imprese di un contributo straordinario sul costo del lavoro dei dipendenti; lo stanziamento di ulteriori 15 milioni per incrementare la dotazione finanziaria della LR 8/2020 rivolta alle piccole e micro imprese del settore turistico; ancora fondi a sostegno della suinicoltura, fondi per l’acquisto di forme di formaggio ovino, caprino e vaccini, nonché di prodotti di panificazione tipici sardi da destinarsi agli indigenti, sostegno alle tonnare, agli allevatori di cozze e di mitili, agli apicoltori, al comparto della viticoltura.»

«Non da meno abbiamo cercato di mettere una pezza alle numerose mancanze rilevate a livello nazionale andando incontro ai tantissimi lavoratori aventi contratto di somministrazione o atipici, andando incontro ai giostrai, agli ambulanti che da tempo chiedono maggiore attenzioneha concluso Dario Giagoni -. Abbiamo in sostanza cercato di intervenire trasversalmente andando incontro alle necessità di ogni settore, di ogni lavoratore che in questo periodo ha sofferto, talvolta in silenzio, e ha bisogno ora di sperare in una possibile e meno lontana ripartenza.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply