Ambiente / Mare

Genti Noa: «Anche quest’anno, i servizi igienici della spiaggia di Coequaddus sono chiusi in piena stagione turistica»

«Anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, in pratica da quando è arrivato il sindaco Locci , nella spiaggia più capiente del comune di  Sant’Antioco, Coequaddus appunto, si assiste allo spettacolo indecoroso dei bagnanti costretti a fare i propri bisogni fisiologici dietro i cespugli perché i servizi igienici della località balneare che esistono dagli anni ottanta sono chiusi.»

Il gruppo di minoranza Genti Noa, torna all’attacco della Giunta Locci sulla politica in campo turistico e ambientale.

«Una situazione che non può essere considerata compatibile con l’emergenza sanitaria ancora in atto, né con la campagna di comunicazione dell’Amministrazione comunaleaggiunge Genti Noa -. Non ha molto senso, infatti, parlare di meta sicura, contingentare gli accessi nelle spiagge e mettere a disposizione i detergenti sanitari se poi mancano l’acqua corrente e i servizi igienici. In pratica nella campagna di promozione messa in piedi dalla Giunta Locci, sembra tutto perfetto, ma è solo apparenza: si promuove solo una spiaggia, quella di Maladroxia – bandiera blu per il secondo anno consecutivo – mentre tutto il resto è in stato di abbandono compresa la bella, incontaminata e capiente spiaggia di Coequaddus.»

«Come gruppo Genti Noa chiediamo a gran voce all’amministrazione comunale di ripristinare immediatamente i servizi igienici di Coequaddus e di restituire il minimo standard di decoro, igiene e sicurezza alla località balneare di Coequaddus: bisogna investire i soldi pubblici prima di tutto nei servizi essenziali, non in propaganda fine a se stessa.»

Comments

comments

Leave a Reply