Cultura

L’assessore della Cultura Andrea Biancareddu ha sposato l’iniziativa “Regalaci un libro”

«Leggere un libro vale tanto e vale ancora di più quando si tratta di donare un sorriso e cercare di far stare bene tutti, di portare dignità alle persone più bisognose e donare un poco di normalità anche a chi non c’è l’ha.»

Così l’assessore regionale alla Cultura, Andrea Biancareddu ha voluto sposare l’iniziativa, “Regalaci un libro, Regalaci un sorriso”. Questo progetto prende spunto da un’importantissima iniziativa chiamata Aiutaci a Crescere, Regalaci un libro che da oltre dieci anni vede coinvolte le associazioni di volontariato nella raccolta di libri da destinare a scuole, ospedali e biblioteche del territorio, con una fetta sempre più ampia della popolazione che in un momento storico così difficile hanno grosse difficoltà economiche. Leggere, conoscere, imparare e sognare è un diritto di tutti.

«Cercherò di fare in modo che questa iniziativa non abbia solo il mio incondizionato appoggio morale, ma abbia anche dei contributi. Vorremmo anche noi come Regione donare libri ai più bisognosi ed ai bambini, perché la cultura in tutte le sue forme arricchisce lo spirito e le persone. Questa è sempre stata la mia missione ha sottolineato Andrea Biancaredduquella di portare dignità alle persone più bisognose. E’ quello che cerco di fare anche nello sport. Nell’ultima delibera ho raccomandato le società sportiva che riceveranno finanziamenti per la loro attività, di destinare parte dei fondi per comprare attrezzatura sportiva a chi è meno abbiente, a chi non riesce, ma vorrebbe fare attività sportiva, ma non ha i mezzi per potersi permettere l’acquisto di attrezzatura.»

A Cagliari sono coinvolte in questo progetto quattro associazioni che si impegnano a distribuire i libri raccolti nel territorio di competenza, la Amelia Sorrentino a.p.s. “S.O.S. Quartu Sant’Elena“, volontari del soccorso, il Mondo di Giulia o.d.v. e la Pro Loco della Città di Cagliari.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply