Enti locali

Tre bandi del comune di Sant’Antioco per “sistemare” e ridare nuova linfa al PIP, il Piano Insediamento Produttivo

Il comune di Sant’Antioco ha pubblicato tre distinti bandi con l’obiettivo di sanare situazioni pregresse nell’ambito del PIP (Piano Insediamenti Produttivi), e assegnare nuovi lotti per ridare impulso all’attività di impresa cittadina. Nello specifico:

– Bando n. 1/2020 per l’assegnazione delle aree nel Piano per gli Insediamenti Produttivi (P.I.P.) in località “Su Girili de Gion Pau” riservato alla categoria dei “proprietari espropriati o espropriandi” che siano contestualmente proprietari di almeno il 30% di lotti edificabili”. Tutta la documentazione è rintracciabile al link: https://www.comune.santantioco.ca.it/articolo/bando-n-12020-lassegnazione-delle-aree-nel-piano-gli-insediamenti-produttivi-pip

– “Bando n. 2/2020 per l’assegnazione delle aree nel Piano per gli Insediamenti Produttivi (P.I.P.) in località “Su Girili de Gion Pau” – Bando generale per tutte le categorie ammissibili”. Tutta la documentazione è rintracciabile al link: https://www.comune.santantioco.ca.it/articolo/bando-n-22020-lassegnazione-delle-aree-nel-piano-gli-insediamenti-produttivi-pip

– “Bando n. 3/2020 per il consolidamento del diritto di superficie o di proprietà vincolata, già concessi e per la trasformazione del regime giuridico in piena proprietà nel Piano per gli Insediamenti Produttivi (P.I.P.) in località “Su Girili de Gion Pau”. Tutta la documentazione è rintracciabile al link: https://www.comune.santantioco.ca.it/articolo/bando-n-32020-consolidamento-del-diritto-superficie-proprieta-vincolata-gia-concessi

«L’Amministrazione comunale ha fatto un lungo e corposo lavorocommenta l’assessore dell’Urbanistica Francesco Garauper la risoluzione di un problema che andava avanti da anni. Basti pensare al fatto che il piano della zona PIP era ormai decaduto: si è quindi trattato di predisporre un programma per la riapprovazione del piano PIP, cui sono seguiti questi tre bandi, con i quali riusciamo a sistemare le situazioni poco chiare esistenti e mai risolte. Ma non solo, perché ci sono anche nuove opportunità di crescita e sviluppo: le aziende che ne hanno diritto, esistenti o di nuova formazione, possono richiedere nuove aree nell’ambito della zona prevista in ampliamento. Infine, gli assegnatari che posseggono i titoli potranno istruire l’istanza che gli permetterà di trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply