13 April, 2021
HomeScienzaRicerca scientifica“Cancro, io ti boccio” sabato 26 gennaio farà tappa anche a Carbonia coni studenti e insegnanti della Scuola Primaria Francesco Ciusa e dell’Istituto di Istruzione Superiore G.M. Angioy.

“Cancro, io ti boccio” sabato 26 gennaio farà tappa anche a Carbonia coni studenti e insegnanti della Scuola Primaria Francesco Ciusa e dell’Istituto di Istruzione Superiore G.M. Angioy.

[bing_translator]

L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) promuove anche per l’anno 2019 l’iniziativa denominata “Arance della Salute”, che si svolgerà domani, sabato 26 gennaio, in 20 regioni italiane al fine di raccogliere fondi a favore della ricerca oncologica.

Le “Arance della Salute” sono ormai diventate un simbolo della campagna di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sull’importanza dello stile di vita, e in particolare dell’alimentazione, nella prevenzione dei tumori.

“Cancro, io ti boccio” è il titolo dell’evento che farà tappa anche nella città di Carbonia e vedrà protagonisti studenti e insegnanti della Scuola Primaria Francesco Ciusa (Istituto Comprensivo Don Milani) e dell’Istituto di Istruzione Superiore Giovanni Maria Angioy.

Sabato 26 gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, tanti studenti, coadiuvati dalle loro insegnanti, sistemeranno, in piazza Rinascita e nel piazzale antistante alla Scuola Primaria di via Lombardia, diverse bancarelle dove verranno distribuite, a prezzo simbolico, arance rosse di qualità, il cui ricavato sarà devoluto a sostegno della lotta contro il cancro.

«Si tratta di un appuntamento importante per dare un messaggio di speranza a chi lotta contro il cancro. Invitiamo i cittadini a partecipare all’iniziativa, dando un piccolo ma tangibile contributo a favore dei ricercatori impegnati in questo campo. Gli studenti ed i volontari di AIRC ci aspettano in piazza Rinascita e via Lombardia con tante reticelle contenenti arance rosse che, oltre ad aiutare la ricerca scientifica, sono anche una preziosa fonte di nutrienti per contrastare l’insorgenza del cancro», ha detto il sindaco Paola Massidda.

Al fine di consentire lo svolgimento in sicurezza dell’iniziativa, sabato 26 gennaio, dalle ore 8.30 alle ore 13.00, è prevista la chiusura del traffico veicolare e il divieto di sosta nel piazzale antistante alla scuola di via Lombardia.

I carabinieri del NO
L’assessore della

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT