Bandi

E’ stata prorogata nuovamente, questa volta al 14 marzo 2014, la scadenza della prima selezione dei beneficiari di PISL e POIC.

E’ slittata nuovamente, questa volta al 14 marzo 2014, la scadenza per richiedere le agevolazioni dei progetti operativi per l’imprenditorialità comunale (POIC) e dei progetti integrati per lo sviluppo locale (PISL). 

L’Assessorato del Lavoro ha nuovamente prorogato al 14 marzo 2014 i termini di partecipazione alla prima selezione dei beneficiari delle agevolazioni previste dai progetti operativi per l’imprenditorialità comunale (POIC) e dall’azione 1 (Incentivi per il sostegno dell’imprenditorialità e l’accesso al mercato del lavoro) dei progetti integrati per lo sviluppo locale (PISL).

La seconda proroga è stata disposta per favorire ulteriormente la partecipazione all’intervento, anche attraverso l’organizzazione di incontri territoriali di sensibilizzazione e supporto tecnico che saranno organizzati dalla Sfirs S.p.A., soggetto gestore del Fondo Pisl – Poic Fse.

Ricordiamo che i beneficiari saranno selezionati dando priorità ai giovani, alle donne e ai nuovi imprenditori e che gli interventi sono così articolati:

POIC
Tali progetti sono stati predisposti da comuni con più di 3mila abitanti e prevedono la concessione di un finanziamento compreso tra i 15mila e i 50mila euro sotto forma di mutuo a tasso zero, rimborsabile in 60 rate mensili. Possono accedere a tali agevolazioni le micro, piccole e medie imprese, comprese quelle di nuova costituzione.

PISL
Questi progetti sono stati predisposti da comuni con popolazione non superiore a 3mila abitanti e, per l’azione 1, prevedono la concessione di un microcredito di importo compreso tra 5mila e 25mila euro, rimborsabile a tasso zero in 60 rate mensili, per nuove iniziative imprenditoriali o nuovi investimenti per iniziative esistenti. Possono beneficiare dell’agevolazione i soggetti con difficoltà di accesso ai canali tradizionali del credito che presentino domanda sotto forma di micro e piccole imprese, società di persone, società a responsabilità limitata, società cooperative, cooperative sociali di tipo A e B, organismi no profit e operatori del privato sociale che erogano servizi sociali alla persona.

Gli interessati dovranno presentare le domande di accesso al Fondo on line entro la nuova scadenza sopra indicata e, entro i 7 giorni successivi all’invio telematico, dovranno trasmettere la stampa della domanda con una delle seguenti modalità:

– firmata digitalmente, tramite posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo sfirs@legalmail.it;

– tramite raccomandata, posta celere o corriere (in tutti e tre i casi con avviso di ricevimento) a Fondo POIC-PISL FSE – Operazione … (indicare POIC o PISL Azione 1) del Comune di ……………… – c/o SFIRS S.p.A. – via Santa Margherita, 4 – 09124 Cagliari.

Per chiarimenti è possibile inviare un’e-mail alla casella di posta elettronica dedicata sportelloimpresa@sfirs.it o rivolgersi ai comuni i cui progetti sono stati approvati.

Comments

comments

Leave a Reply