Sanità

Sabato mattina CAS@ IGLESIAS e i Riformatori Sardi terranno una conferenza stampa sullo stato della sanità iglesiente.

Sabato 1 agosto, alle ore 10.30, il gruppo consiliare del comune di Iglesias Cas@ Iglesias e i Riformatori Sardi terranno una conferenza stampa sullo stato della sanità iglesiente, con la presentazione di dati, cifre e scelte definite scellerate, nella saletta dell’Hotel Artu, a Iglesias.
«Il 30 giugno, il commissario Onnis, ha partecipato al Consiglio comunale di Iglesias, convocato per discutere di sanità in città – ha detto nel suo intervento Valentina Pistis, capogruppo di Cas@ Iglesias -. A domande precise sul punto nascita e sul reparto di chirurgia, formulate dalla sottoscritta, ha omesso importanti e decisive verità. Ha omesso di comunicare, all’intero Consiglio comunale riunito, che dal giorno 6 luglio, sarebbero cominciati i trasferimenti dei pazienti dal reparto di ostetricia e ginecologia del Santa Barbara all’ospedale Sirai di Carbonia, ultimati il giorno successivo con modalità alquanto discutibili. A tal proposito, ho conferito mandato ad uno studio legale, per predisporre un esposto circostanziato, narrando ciò che è accaduto in quei tragici momenti per i pazienti e l’intera sanità iglesiente. Riteniamo che le negligenze e lo sperpero di denari pubblici siano realmente eccessivi. Razionalmente inspiegabile la chiusura di un reparto come quello di ostetricia e ginecologia del Santa Barbara, a turno con quello di Carbonia. Inspiegabile per i costi sostenuti doppiamente. Irragionevoli le modalità tecniche con cui è avvenuto il trasferimento.»
«E’ sconcertante il silenzio della Giunta comunale su una vicenda che rischia di sancire la fine della sanità iglesiente – ha aggiunto Valentina Pistis -. E’ chiara, infatti, la volontà di un pezzo della dirigenza ASL di far diventare ospedale unico del territorio il Sirai di Carbonia.»
 «Visto che da tempo è stato annunciato, che per legge, non possono rimanere operativi due punti nascita – ha chiesto ancora il capogruppo di Cas@ Iglesias – vogliamo sapere che ne sarà dei due reparti di Iglesias e di Carbonia. Da settembre cosa accadrà? Chiuderà l’uno o l’altro? Resteranno aperti e per quanto? Quale di fatto verrà accorpato? Il CTO che fine farà?»
Ospedale Santa Barbara

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply