Ambiente

Sarà un ottobre denso di appuntamenti per il Fondo Ambiente Italiano in Sardegna.

Sarà un ottobre denso di appuntamenti per il Fondo Ambiente Italiano in Sardegna. Si parte sabato 3 e domenica 4 ottobre dalle 14.00 alle 19.00 con la visita alla mostra La memoria ritrovata. L’Arma e lo scrigno dei tesori recuperati, allestita nella Cittadella dei Musei dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (ingresso gratuito). L’iniziativa a marchio FAI Sardegna vede la collaborazione degli uffici territoriali del MIBACT e dell’Università degli Studi di Cagliari.

La mostra La memoria ritrovata. L’Arma e lo scrigno dei tesori recuperati illustra l’attività del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, punto di riferimento nazionale ed internazionale.

Inaugurata il 15 luglio e aperta fino al 15 ottobre, espone manufatti di diversa tipologia e provenienza trafugati e poi ritrovati; è ospitata nello Spazio San Pancrazio all’interno del baluardo costruito dal Vicerè spagnolo Juan Dusay, tra il 1491 e il 1507, nell’attuale Cittadella dei Musei ed è suddivisa in tre Sezioni dedicate rispettivamente alla protezione del patrimonio culturale in ambito nazionale e l’attività di contrasto alla falsificazione, al patrimonio della Sardegna, ai prestigiosi capolavori a suo tempo trafugati. La varietà delle opere testimonia l’immensa ricchezza della cultura artistica italiana ed europea e la loro vulnerabilità.

Ciascuna delle opere ha una sua storia il cui recupero è merito di chi contrasta quotidianamente il depauperamento della memoria storica in osservanza dell’art. 9 della Costituzione. Non è da tralasciare poi il fatto che grazie a questa si possono ammirare per la prima volta in Sardegna capolavori che solitamente vediamo nei grandi musei della penisola o europei. La Sezione Capolavori a confronto comprende infatti opere di grandi artisti come Paul Gauguin, Vincent van Gogh, Pierre Bonnard.

Il Fai Sardegna nell’Aula Roberto Coroneo, nell’Aula Rossa, e nella Sala delle Mostre temporanee, rese disponibili dall’Università degli Studi di Cagliari nelle stesse ore in cui promuove la visita alla mostra, propone momenti di informazione sui contenuti della mostra con specialisti/e, studiosi/e dell’Università e da funzionari/e del Mibact e del CC TPC. I cittadini sono invitati a fare propri gli spazi della Cittadella dei Musei, luogo tra i più panoramici del Mediterraneo e a cogliere l’opportunità di visitare, appunto, oltre alla mostra La memoria ritrovata le collezioni museali che vi sono ospitate, tra cui la Pinacoteca Nazionale e il Museo Archeologico Nazionale il cui ingresso domenica 4 ottobre, come ogni prima domenica del mese, è gratuito.

Domenica 11 ottobre dalle 10:00 alle 18:00 il FAI Sardegna promuove la Domenica di Carta 2015 organizzata annualmente dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, unitamente con l’Università degli Studi di Cagliari. Saranno aperti l’Archivio di Stato e la Biblioteca Universitaria con l’evento Costruiamo la Biblioteca della Sardegna dalla forte connotazione partecipativa. Tutta la comunità, infatti, è invitata a portare un libro del cuore di autore sardo – un romanzo nella tappa alla Biblioteca Universitaria, un saggio sulla Sardegna di qualsiasi ambito nella tappa all’Archivio di Stato, così che ciascuno, leggendo passi scelti per 3 minuti, possa dare il proprio contributo. Chi volesse potrà lasciare in dono presso le postazioni FAI il libro, da cui ha tratto i passi letti. I libri donati arricchiranno la Biblioteca del carcere di Uta nell’ambito delle attività del FAI Sardegna a favore delle istituzioni carcerarie, cominciata con l’apertura dell’ex carcere di Buoncammino di Cagliari a marzo e maggio 2015 con le Giornate FAI di Primavera.

Nel corso della Domenica di Carta 2015 si potrà visitare nella Biblioteca Universitaria la mostra Cibi e libri. La tematica scelta per l’esposizione bibliografica è un argomento di cruciale importanza e tema nell’Expo 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita, a cui si è uniformato l’argomento della manifestazione cagliaritana. All’Archivio di Stato si potrà visitare la Mostra La Grande Guerra: vicende, uomini, società in cui si tematizzano aspetti del primo conflitto mondiale. Speciale attenzione è dedicata alla sezione degli approvvigionamenti alimentari. Verrà inoltre proiettato un filmato dell’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna dal titolo La 1ª Guerra Mondiale e la leggenda del Piave.

Domenica 18 ottobre, infine, si terrà in Sardegna la FAI Marathon 2015. A livello nazionale il modello della maratona è stato modificato ed è molto più simile all’iniziativa promossa dal FAI a Cagliari Si terrà infatti in luoghi speciali dell’immaginario collettivo da fruire anche con eventi che animeranno le visite. I particolari di tutte le attività previste saranno illustrati a seguito della conferenza stampa nazionale; è possibile già da oggi fruire del sito internet www.faimarathon.it attraverso cui tenersi costantemente aggiornati sui luoghi e sulle attività previste.

Durante tutte le giornate sarà possibile iscriversi al FAI o rinnovare la tessera e dare la propria disponibilità per diventare volontari per ulteriori iniziative.

Comments

comments

Tags: , , , ,

Leave a Reply