Turismo

Ignazio Locci (FI): «L’Isola di Sant’Antioco ha urgente necessità di servizi per la pesca e per la nautica da diporto».

«L’Isola di Sant’Antioco ha urgente necessità di servizi per la pesca e per la nautica da diporto. Ma di questo passo, tra scarsa navigabilità della laguna (compromessa a causa delle boe di segnalazione quasi completamente assenti) e pontili acquistati anni fa e mai posizionati, pescatori e diportisti dovranno attendere ancora a lungo. Va da sé che anche il rilancio turistico dell’Isola e dell’intero arcipelago sulcitano risulti fortemente compromesso da una politica non all’altezza del compito.»

Lo scrive in una nota Ignazio Locci, consigliere regionale del gruppo Forza Italia Sardegna.

«Nel lontano 2004, il comune di Sant’Antioco aveva acquistato alcuni pontili che sarebbero dovuti essere posizionati nel lungomare antiochense, con lo scopo di incrementare i posti barca e i servizi collegati – aggiunge il consigliere regionale di Sant’Antioco -. Ma, a distanza di 12 anni, quelle attrezzature non sono mai state rese fruibili: giacciono in un anonimo spiazzo del porto commerciale, abbandonate all’incuria e al degrado. Nel frattempo, in tutti questi anni, sono state prese di mira dai soliti vandali che le hanno rovinate e saccheggiate. Soldi pubblici ancora una volta spesi con leggerezza. Questa è la dimostrazione lampante che il tema del rilancio della laguna sia un argomento visibilmente trascurato dall’Amministrazione comunale. Sono tuttavia convinto – conclude Ignazio Locci – che ci sia ancora il tempo per recuperare, rimettendo i pontili in sesto al fine di renderli finalmente fruibili per la nostra importante flotta da pesca e per i numerosi diportisti che scelgono la laguna antiochense per le proprie attività.»

Sant'Antioco 2007 46 copia

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply