Crisi

La grave crisi economica e sociale che investe il territorio è stata al centro di un incontro svoltosi oggi all’Unione dei Comuni del Sulcis.

Questo pomeriggio, la sede di San Giovanni Suergiu dell’Unione dei Comuni del Sulcis, su richiesta dei Riformatori Sardi del Sulcis Iglesiente, ha ospitato un incontro tra l’Unione dei Comuni del Sulcis e la delegazione del coordinamento dei Riformatori Sardi del Sulcis Iglesiente.

«Al centro dell’incontro – si legge in una nota del coordinatore del Sulcis Iglesiente Francesco Loi ed il coordinatore del gruppo di lavoro per la nuova piattaforma Peppino La Rosa – l’analisi della grave crisi economica e sociale che investe il territorio, gli strumenti che possono essere utilizzati per affrontarla; la necessità e l’urgenza di costruire una nuova piattaforma condivisa dal territorio per affrontare l’emergenza lavoro e indicare le prospettive di sviluppo da fondare, come proposto dal coordinamento dei Riformatori Sardi, su quattro piani operativi:

  • Piano Sulcis da rivedere su alcune scelte con la conseguente rimodulazione delle risorse finanziarie;
  • Piano per l’emergenza lavoro come base della nuova piattaforma;
  • Piano di riconversione e riqualificazione di cui al decreto di dichiarazione di area industriale di crisi complessa;
  • Piano di formazione come fattore determinante nell’ambito degli interventi con l’obiettivo di raggiungere anche quella fascia ampia di giovani e meno giovani che rischia di restare fuori dallo studio e dal lavoro per la vita.

E’ stato preso l’impegno di portare avanti il confronto sulle proposte e gli obiettivi specifici dopo il necessario approfondimento da parte dei sindaci.»

«Come Riformatori sardi esprimiamo l’auspicio che il confronto si possa estendere nelle prossime settimane – concludono Francesco Loi e Peppino La Rosa -, coinvolgendo tutti i comuni del territorio, le forze politiche e sociali, le associazioni di categoria, i movimenti e i comitati, tutti coloro che vogliono condividere l’impegno per costruire e sostenere una nuova piattaforma per il lavoro e lo viluppo del nostro territorio.»

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply