Crisi

Pietrino Fois (Riformatori sardi): «L’Osservatorio economico della CNA lancia un doloroso grido d’allarme».

«L’Osservatorio economico della CNA lancia un doloroso grido d’allarme, la Giunta Pigliaru continui pure a parlare come ha fatto in questi 5 anni.»

Il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Pietrino Fois, richiama alle proprie responsabilità la Giunta regionale, dopo la diffusione dei dati fatta dalla CNA sul fallimento di alcune centinaia di imprese sarde, travolte dalla crisi.

«263 le imprese sarde che hanno portato i libri in tribunale, tra procedure di amministrazione controllata, concordati, stati di insolvenza, liquidazione coatta. Le procedure sono aumentate del 25% in Sardegna contro una media nazionale dell’11%. Non solo, è il dato peggiore di tutto il mezzogiorno, Basilicata, Abruzzo, Molise, Calabria. Questo è il segno tangibile della mancanza di politiche attive capaci di far produzione e sviluppo. Il settore edile non da segni di ripresa confortanti, anzi. Il credito nei confronti degli artigiani e piccole imprese tira sempre di più i cordoni – conclude Pietrino Fois -, stiamo rischiando di andare incontro ad un fine 2018 che può toccare il record per la chiusura di attività, la finanziaria che sta per varare questa giunta, leggendo i numeri, sta semplicemente garantendo la propria sopravvivenza contabile, ma non certamente quella delle imprese.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply