Università

Un sistema di voto integrato che sfrutta le potenzialità della Blockchain. Il progetto è finanziato da Sardegna Ricerche nell’ambito del POR FESR Sardegna 2014-2020.

Un sistema di voto integrato che sfrutta le potenzialità della Blockchain. Si chiama Cripto-Voting ed è il progetto che l’azienda bolognese Net Service S.p.A. realizzerà con il contributo dell’Università degli Studi di Cagliari.

Finanziato da Sardegna Ricerche nell’ambito del POR FESR Sardegna 2014-2020, Cripto-Voting si propone di studiare e sviluppare un sistema di voto elettronico integrato innovativo, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi generali della Smart Specialization Strategy (S3) della regione Sardegna.

Sviluppato con approccio Secure by Design, Cripto-Voting è basato sull’utilizzo di due blockchain concatenate e di evolute tecnologie di Data Encryption and Storage integrate in grado di risolvere quelle che, ad oggi, appaiono ancora come le criticità più importanti in termini di sicurezza, trasparenza, accessibilità e funzionalità dell’e-voting.

Multicanale, versatile e totalmente cloud, Crypto-Voting è conforme alle ultime direttive in materia di privacy e prevede affidabili meccanismi anti-intrusione e anti-manomissione (come la temporizzazione sicura dei voti), la gestione automatica delle liste, l’analisi comparata dei voti provenienti da altri sistemi (anche analogici) e la massima sicurezza e trasparenza sull’intero processo, dalla registrazione dei votanti al conteggio dei voti.

«Con Cripto-Voting – commenta Gianluca Ortolani, amministratore delegato di Net Service S.p.A. -. Il nostro gruppo rafforza la propria linea d’offerta nazionale ed internazionale nell’ambito delle applicazioni Blockchain. Questo nuovo progetto è un’ulteriore prova di quanto siano concrete e tangibili le nostre competenze sulle soluzioni applicative in ambito Cyber Security.»

Comments

comments

Leave a Reply