Cronaca

Operazione dell’Ufficio circondariale marittimo di Sant’Antioco, contro la commercializzazione di prodotti ittici privi di tracciabilità.

È stata intensa l’attività di controllo della filiera della pesca che ha visto impegnato, su tutta l’area di giurisdizione, il personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco e della Delegazione di Spiaggia di Calasetta, alle dipendenze del Comandante T.V. (CP) Francesco S.M. D’Istria, sotto lo stretto coordinamento del 13° Centro
Controllo Area Pesca, istituito presso la Direzione Marittima di Cagliari, ed in stretta collaborazione con il personale del Distretto Veterinario dell’Azienda per la Tutela della Salute dipartimento di Carbonia. L’attività, svolta in maniera costante e metodica, ha interessato l’intera filiera pesca, con particolare riferimento al rispetto
della normativa nazionale e comunitaria, la corretta attività di commercializzazione, nonché la corretta catena commerciale al fine di garantire la tutela del consumatore
finale, il controllo della filiera commerciale e la verifica alla cattura ed altre attività connesse ed il rispetto delle composizioni minime degli equipaggi delle unità da pesca. A seguito di controlli eseguiti via mare e a terra presso pescherie, ristoranti,
supermercati, venditori ambulanti e punti di sbarco nell’intera area di competenza della Guardia Costiera di Sant’Antioco, sono stati contestati e sanzionati i seguenti illeciti durante l’anno in corso: 1) durante le attività di controllo a terra, sono state ispezionate numero 31 attività
commerciali, totalizzando 247 controlli e mostrando particolare attenzione a pescherie, ristoranti e grande distribuzione, comminando numero 12 sanzioni amministrative per un ammontare di € 17.356 e numero 8 sequestri per circa kg 33
di prodotti ittici di varia specie.
2) durante le attività di controllo a mare sono state ispezionate numero 40 unità da pesca di cui 20 presso i punti di sbarco nei porti di Sant’Antioco e Calasetta, totalizzando numero 12 sanzioni amministrative per un ammontare di € 13.445 e
numero 2 sequestri per circa kg. 117 di prodotti ittici di varia specie e kg 242 di attrezzi da pesca. Al termine di tutte le attività questo Ufficio Circondariale Marittimo ha effettuato
numero 70 ispezioni con relativi 272 controlli, eseguendo numero 35 sanzioni amministrative per un totale di € 30.801. Inoltre sono state 4 le Notizie di Reato accertate dai militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco con il sequestro di circa 300 attrezzi da posta e circa 1.000
metri di reti non conformi alla normativa vigente.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply