Arte

E’ stata un successo, a Carbonia, la mostra dell’artista iglesiente Consuelo Trombino.

La prima sensazione che si trova entrando in una sala dove espone l’artista Consuelo Trombino, è quella di un qualcosa di irreale che diventa reale o forse il contrario… non a caso l’ultima sua mostra porta il titolo di “Sogni (ir) reali”. La personale si è svolta a Carbonia, negli spazi del circolo Euralcoop, in piazza Marmilla, dal 14 al 28 settembre. Organizzata dal “Gruppo dei liberi pensatori”, ha avuto notevole successo ed in tanti, tra curiosi e “del mestiere”, hanno ammirato le sue tele dai colori accesi, caldi e corposi, contorno e riempimento di figure sospese tra fantasia e realtà, come gli stessi titoli delle particolari opere raccontano.

Consuelo Trombino è un’artista di Iglesias che, a 88 anni, ancora regala grandi emozioni attraverso il suo amore per l’arte ed una genialità che, accompagnata al suo essere estroversa, fa di lei un personaggio che rimarrà per sempre nella memoria di chi l’ha conosciuta e di chi, ogni mattina, la incontra all’Electra Cafè Letterario, in piazza Pichi, mentre illustra una delle sue tele ai curiosi che rimangono rapiti dalle sue parole.

Protagonista, suo malgrado, di un’infanzia poco felice e, in seguito, di una vita non troppo facile, Consuelo Trombino trova pace nella preghiera. Crescendo, conosce e collabora con grandi artisti dei suoi tempi, realizzando sempre opere che sgorgano dall’anima, che prendono vita ancor prima di essere terminate. Un plauso ed un grazie speciale ad una grande donna, che ancora oggi, nonostante abbia dei seri problemi agli occhi, dona a noi tutti, in ogni sua tela, “un pezzo di sé”, che cattura i sensi e profuma di un’essenza unica…profuma d’arte.

Nadia Pische

             

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply