Spettacolo

Dal 25 al 30 dicembre “Peter Pan”, fantastica fiaba senza tempo, al Teatro delle Saline di Cagliari.

Da mercoledì 25 a lunedì 30 dicembre, alle 18.00, la compagnia Akròama propone al Teatro delle Saline, lo spettacolo “Peter Pan”. Con la regia di Elisabetta Podda va in scena una sequela di avventure ricche di emozioni, colpi di scena, personaggi strepitosi.

Dieci anni di tradizione cagliaritana. Sono ornai 10 anni che il Teatro delle Saline si è “inventato” lo spettacolo di Natale, un appuntamento destinato non solo ai bambini e alle loro famiglie, ma anche agli adulti che per un giorno vogliono tornare a sognare ad occhi aperti.

Quest’anno è la volta di Peter Pan, una storia imperdibile. Con la riscrittura vivace e divertente di Elisabetta Podda si entra nel mondo creato da Matthew Barrie, un universo pieno di avventure. Dal terribile Capitan Uncino con la mano ad artiglio e il suo fedele braccio destro Spugna, alla volubile fatina Trilly e l’indomita figlia di capo indiano Giglio Tigrato, i teneri Bimbi Sperduti capitanati da Peter Pan sempre alla ricerca di una mamma, la ciurma dei cattivissimi pirati e la giovane Wendy alla scoperta dell’Isola che non c’è e dei personaggi che la abitano. Un insieme eterogeneo che offre e fa rivivere il mondo incantato di un bambino che non voleva crescere: Peter Pan.  Le avventure di Peter Pan, spesso accompagnate da canti originali, contengono quella punta di ironia e critica ai contemporanei che è  sempre presente anche nell’autore inglese.

La regista Elisabetta Podda continua la sua esplorazione del mondo inglese iniziata con l’allestimento di Alice nel paese delle meraviglie. “Peter Pan nei giardini di Kensington” e “Peter e Wendy”,  non sarebbero mai stati scritti senza i libri di Carroll, senza “Alice nel paese delle meraviglie”, e “Alice oltre lo specchio”. Ma il loro significato è esattamente opposto: la protagonista non  è una bambina dell’epoca vittoriana con le sue rigide regole, ma un bambino-uccello  che vive sempre sul margine, sul limite, senza appartenere ad un mondo. Veloce e imprevedibile, Peter Pan è molteplice e stravagante: è onnipresente e nascosto. Detesta gli adulti, le persone normali, la scuola, le abitudini e le istituzioni.  Il suo mondo è l’Isola che non c’è, è lì che vengono portati i Bimbi sperduti, è lì che si trovano gli indiani pellerossa, i lupi, le fate, i Pirati, le Sirene e tutte quelle figure che un tempo facevano parte dell’ immaginario infantile. Non conosce l’ assoluto rigore matematico di Alice e di Attraverso lo specchio: pare sempre lievemente ebbro. La sua è un’ avventura fantastica, un racconto piratesco, un racconto filosofico.

Comments

comments

Tags: , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply