Cronaca

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Cagliari è stato arrestato per detenzione illegale di armi clandestine, di munizioni e di materiale esplodente.

Questa mattina i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Cagliari hanno effettuato una perquisizione in un’abitazione nella zona di Is Mirrionis/San Michele, alla ricerca di armi, nei confronti di un20enne pregiudicato.

Nel corso dell’accurato controllo, i militari hanno rinvenuto, occultata nella camera da letto dei genitori, una pistola Beretta con il serbatoio carico. Inoltre, in un mobile dell’ingresso, sono state rinvenute 50 cartucce.

La perquisizione è stata estesa in viale Monastir, dove i carabinieri avevano individuato un magazzino che il 20enne aveva preso in affitto in nero. Il giovane ha negato che lo stesso fosse di suo utilizzo ma, come confermato dagli accertamenti svolti nei giorni scorsi, è risultato certamente essere dallo stesso utilizzato. Una delle chiavi che aveva nella sua abitazione, infatti, apriva il lucchetto con cui era chiuso il magazzino.

All’interno è stato rinvenuto un fucile pompa, con matricola abrasa, ed altre cartucce per fucile e pistola.

Sono stati rinvenuti, inoltre, 5 scatoloni contenenti complessivamente 20 confezioni di fuochi d’artificio da esterno (che, presumibilmente, stava vendendo in questo periodo natalizio) che contenevano 10 kg di materiale esplodente. Si è reso necessario l’intervento della squadra artificieri per il repertamento del materiale. Le scatole, infatti, erano in cattivo stato di conservazione e, considerando l’elevata quantità di esplosivo, rischiavano di poter esplodere in qualsiasi momento, non essendo tenute nelle modalità di sicurezza previste dalla legge,

Questa operazione, che ha portato al sequestro delle armi, di oltre 100 cartucce, e di materiale pirotecnico, è molto importante sia in termini di sicurezza per i cittadini del capoluogo, poiché ha sicuramente prevenuto possibili rapine con armi ed incidenti con i fuochi d’artificio.

Il 20enne è stato arrestato per detenzione illegale di armi clandestine, di munizioni e di materiale esplodente ed è stato associato al carcere di Uta.

Comments

comments

Leave a Reply