Feste

Prosegue con successo, a Sant’Antioco, la mostra “I Presepi nell’Isola”, organizzata dall’associazione “Sant’Antioco abbraccia il mare”.

Prosegue con successo, a Sant’Antioco, la mostra “I Presepi nell’Isola”, organizzata dall’associazione “Sant’Antioco abbraccia il mare”.

Visitabile tutti i giorni mattina e sera, in via Vittorio Emanuele 27, offre l’occasione di poter vedere realizzata “La natività” in molte forge rinnovando l’idea dell’arte come fonte inesauribile di creatività.

A dimostrazione del tutto vi invitiamo a vedere ed ammirare i 60 presepi esposti e realizzati da artisti del posto e non solo.

Nel giardino della famiglia Locci, sempre lungo il Corso Vittorio Emanuele, si può ammirare il presepe del noto scultore Gianni Salidu, scomparso da dieci anni ma sempre presente nei cuori delle persone che lo hanno conosciuto e amato.

Ma la novità quest’anno, giunti ormai alla terza edizione, è la comparsa all’interno della sala espositiva della “casa di Babbo Natale”, novità proposta dal gruppo di Carbonia “La scatola dei colori” e accolta da giornale “La Provincia del Sulcis iglesiente“, quindi portata all’associazione “Sant’Antioco abbraccia il mare“, che invita grandi e piccini a scrivere una letterina a Babbo Natale per chiedergli di fare qualche magia per cercare di sistemare questo nostro mondo tutto rotto.

L’entusiasmo per l’iniziativa ha coinvolto come in un gioco di Natale dai bambini ai negozianti, ma non hanno detto no neanche nonne, dottori, politici e baristi che cogliendo l’occasione al volo hanno espresso i più bei desideri al mondo…perché dove sta scritto che gli adulti non possono scrivere a Babbo Natale?

Fatelo in tanti e poi correte il 6 gennaio a sentire un magico suonatore di launeddas e poi ad assistere all’estrazione di numerosi libri della casa editrice di Giampaolo Cirronis e non solo…

Stiamo facendo in modo che ad ogni letterina venga abbinato un premio…

La befana aiutata da due mini valletti vi farà divertire e ai più bravi potrà persino regalare caramelle.

Non mancate quindi vi aspettiamo sino al 6 gennaio per visitare i presepi ed imbucare le lettere e poi il 6 gennaio, alle 17.30, per musica e premi a gogò.

Nadia Pische

        

Comments

comments

Tags: , ,

Leave a Reply