Referendum

Il 29 marzo si voterà per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari

Domenica 29 marzo i cittadini sono chiamati alle urne per il quarto referendum costituzionale nella storia della Repubblica Italiana.

Gli elettori voteranno per approvare o respingere la legge di revisione costituzionale dal titolo “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”.

Il testo, approvato in via definitiva dalla Camera l’8 ottobre 2019, prevede la diminuzione del 36,5% dei componenti di entrambe le Camere: da 630 a 400 seggi alla Camera, da 315 a 200 seggi elettivi al Senato.

La legge di revisione costituzionale è stata approvata in doppia lettura da entrambe le Camere a maggioranza assoluta, ex articolo 138 comma 1 della Costituzione.

Dal momento che in seconda deliberazione la legge non è stata approvata a maggioranza qualificata dei due terzi dei componenti di ciascuna Camera, un quinto dei senatori ha potuto richiedere il referendum confermativo, come da comma 2 dello stesso articolo 138.

Tale facoltà è stata esercitata da 71 senatori che hanno depositato la richiesta di referendum presso la Corte Suprema di Cassazione il 10 gennaio 2020.

La votazione si svolgerà domenica 29 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

Le operazioni preliminari degli uffici di sezione cominceranno alle ore 16.00 di sabato 28 marzo 2020.

Comments

comments

Leave a Reply