Sanità

Il sindaco di Sant’Antioco propone due Punti nascite nella ASSL del Sulcis Iglesiente

Si è tenuta questo pomeriggio, nella sala riunioni del Centro direzionale della ASSL, in via Dalmazia, a Carbonia, una seduta della Conferenza socio-sanitaria presieduta dal sindaco di Carbonia Paola Massidda, nel corso della quale sono state esaminate le criticità del Punto nascite del CTO di Iglesias, la cui “sopravvivenza” è posta a rischio dalle disposizioni del Decreto Ministeriale 2 Aprile 2015 n. 70 – Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi l’assistenza ospedaliera che prevede un numero minimo di 500 parti annui.

L’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu, recentemente ha annunciato la volontà della Giunta regionale di richiedere alcune deroghe al Governo Conte ma, ad oggi, non ci sono certezze. Nel corso del confronto tra i sindaci, il primo cittadino di Sant’Antioco ha fatto una proposta “provocatoria”, a suo parere l’unica in grado di consentire il superamento dell’attuale situazione critica che rischia di portare alla cancellazione del Punto nascite del CTO di Iglesias: il ripristino del Punto nascite del Sirai di Carbonia, affiancato al Punto nascite del CTO di Iglesias.

Vediamo l’intervista che abbiamo realizzato termine della seduta della conferenza, con Ignazio Locci.

 

Comments

comments

Tags: , ,

Leave a Reply