Industria

Christian Solinas: «24 milioni di euro per infrastrutture in agglomerati industriali ed artigianali»

«Gli incentivi per la realizzazione di nuove opere infrastrutturali che consentono di accrescere la capacità produttiva e la competitività rappresentano un forte segnale nei confronti di aziende e imprese della Sardegna. La Regione è impegnata, ora come mai, a contrastare lo svantaggio territoriale nelle aree più colpite dalla crisi e a creare le condizioni per favorire nuovi processi per sviluppo economico e occupazione.»

Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, commentando l’approvazione della delibera, approvata dalla Giunta su proposta dell’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili, che prevede un finanziamento di 24 milioni di euro da destinare alla realizzazione di infrastrutture nelle aree industriali e artigianali dell’Isola. La dotazione finanziaria si somma agli oltre 7 milioni di euro già destinati alle aree industriali di crisi di Nuoro, Sassari ed Ogliastra.

«La misura permette di rafforzare il nostro sistema economico adeguando il nostro territorio – con una rete di solide infrastrutture – alle più moderne esigenze di lavoro per le nostre imprese che ancora oggi si trovano ad operare in condizioni non competitive rispetto al resto d’Italia», ha sottolineato l’assessore Anita Pili.

L’intervento si inserisce nel quadro complessivo di miglioramento della qualità e della competitività del sistema delle imprese operanti all’interno degli agglomerati industriali.

«È necessario prevedere un rafforzamento delle potenzialità delle aziende attraverso la riqualificazione delle aree industriali e produttiveha aggiunto l’assessore regionale dell’Industriacon la realizzazione di nuove infrastrutture e servizi e privilegiando quelle iniziative che si sviluppano armonicamente con l’uso sostenibile ed efficiente delle risorse ambientali, anche nella prospettiva di attivare un sistema di economia circolare.»

Beneficiari delle risorse sono i Comuni della Sardegna e i Consorzi Industriali provinciali e saranno ammessi alle sovvenzioni regionali gli interventi di manutenzione straordinaria, messa a norma e/o in sicurezza di opere pubbliche e infrastrutture già esistenti, completamento di opere pubbliche e infrastrutture già esistenti. Inoltre, sarà consentita la bonifica ed il recupero di insediamenti produttivi abbandonati o dismessi e la realizzazione (ex novo) di opere pubbliche e infrastrutture di interesse comunale e/o sovracomunale.

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply