Ambiente

I volontari hanno ripulito le spiagge in località Sa Barra, con l’inedita gara di raccolta rifiuti “Rifiuthlon”

I volontari hanno ripulito le spiagge in località Sa Barra, con un’inedita gara di raccolta rifiuti “Rifiuthlon”, gara di raccolta rifiuti a premi e marchio registrato da AICS: chi, tra i tanti abbandonati, ha trovato i rifiuti “nascosti” ha ricevuto premi legati all’ambiente e alla natura. Questo l’evento organizzato da Aics Ambiente, in collaborazione con il Windsurfing Club Sa Barra, centro di alta formazione sportiva ed ambientale affiliato AICS con l’autorevole patrocinio del comune di Sant’Antioco (raccolta differenziata porta a porta oltre 80%) per invitare grandi e piccini a riflettere sullo smaltimento scorretto dei rifiuti e sul rispetto dell’ambiente.

Per animare la giornata, AICS Ambiente ha proposto per questa edizione del Rifiuthlon, anche la “Caccia al rifiuto”. Nell’area interessata c’è stata una raccolta tematica, selettiva, utilizzando pinze raccogli rifiuti: i moschettieri dell’ambiente Aics, hanno cercato i cosiddetti rifiuti killer, di piccole dimensioni ed in grado di mettere in pericolo animali ed esseri umani  (microplastiche, cicche, cotton fioc, etc. Ai vincitori alcuni kit di detersivi “eco” per la casa ed altro.

«L’intentospiega Andrea Nesi, coordinatore nazionale di AICS Ambientenon è solo quello di mostrare visivamente quanti sono i rifiuti, anche piccoli, abbandonati nelle aree verdi e in acqua, ma è quello di rendere i volontari protagonisti dei nostri eventi di sensibilizzazione al rispetto ambientale, perché ad una prima buona azione, ne corrispondano altre nel tempo. Il gioco, da sempre, è un eccellente veicolo per trasmettere valori senza essere percepiti come noiosi.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply