Sanità

Rete Sarda in Difesa della Sanità Pubblica: «Nuovo depotenziamento dei servizi al CTO di Iglesias»

Il coordinamento del Sulcis Iglesiente della Rete Sarda in Difesa della Sanità Pubblica ha diffuso una nota nella quale esprime «preoccupazione per il trasferimento di due medici operanti nel reparto di ortopedia del CTO di Iglesias verso l’ortopedia e traumatologia del presidio ospedaliero del Sirai di Carbonia».

«Per quanto nella circolare di trasferimento venga  indicato un limite al servizio di 15 giorni dei due medici si legge nella nota vogliamo sottolineare che tali azioni non potenziano l’Ortopedia del Sirai ma certamente depotenziano il servizio al Cto di Iglesias,  già altamente in sofferenza per la grave ed incontrollabile impoverimento dell’organico. Questa situazione di incertezza continuerà a produrre negli ospedali del Sulcis gravi ripercussioni sulla cura dei cittadini sottoposti ulteriormente  a dura prova dal Covid-19. Il virus altamente aggressivo ha ulteriormente evidenziato le gravi carenze per i tagli ai servizi che devono essere, soprattutto, potenziati con l’assunzione del personale necessario, causa primaria della morte annunciata dei presidi ospedalieri CTO e Sirai. »

«Gli ospedali pubblici sono un patrimonio Sociale ed economico, pertanto necessitano di interventi mirati alla salvaguardia della salute pubblica. Alla luce delle scelte dei governi regionali che hanno preferito optare per ulteriore finanziamento alla Sanità privataconclude la nota -, il coordinamento del Sulcis Iglesiente urla a gran voce, fatti, nella determinata richiesta di sollecitare il risveglio dei vostri ruoli al servizio del cittadino.»

Comments

comments

Leave a Reply