8 December, 2021
Home2018Gennaio (Page 48)

[bing_translator]

 

L’assessore dei Servizi sociali del comune di Sant’Antioco, Eleonora Spiga, ha diffuso una nota, con la quale comunica che è disponibile la documentazione necessaria per la presentazione dei nuovi piani personalizzati e per la proroga di quelli in essere al 31/12/2017, relativi alla L. 162/98. I moduli di domanda e le schede allegate possono essere scaricati dal sito internet www.comue.santantioco.ca.it , oppure richiesti presso l’assessorato dei Servizi Sociali, in via Risorgimento 37. 

La legge 162/98 prevede finanziamenti per la realizzazione di progetti personalizzati di sostegno in favore di persone in possesso di certificazione dello stato di gravità ai sensi della legge 104/92 (art. 3 comma 3). Per le persone con disabilità grave certificata entro il 31/12/2017, la Regione ha disposto l’attivazione dei nuovi progetti personalizzati a partire dal primo maggio 2018. Le domande dovranno essere presentate entro il 28 febbraio 2018, utilizzando esclusivamente i moduli messi a disposizione dall’assessorato dei Servizi sociali.

Relativamente ai piani in vigore al 31/12/2017, la Regione ha stabilito debbano essere rivalutati entro i primi tre mesi del 2018 con l’aggiornamento della scheda sociale (tenuto conto della capacità economica della persona – ISEE 2018) e, dove necessario, della scheda di valutazione sanitaria. I valori dei piani rivalutati avranno decorrenza dal primo maggio nei limiti delle risorse assegnate al comune di Sant’Antioco. Quanto ai piani di nuova attivazione, la Regione ha deciso di confermare il criterio di carattere generale secondo il quale la gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi né a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile, escludendo ulteriori deroghe salvo quanto previsto dalla deliberazione n. 3/23 del 31/01/2014.

[bing_translator]

«Bloccare il porto di Cagliari così è pura follia. Penso che debba esserci una sinergia tra Regione, attraverso l’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, il Comune e la Città metropolitana per il rilancio dello scalo di Macchiareddu.»

Sono durissime le parole del consigliere regionale di Forza Italia Edoardo Tocco, convinto che possano esserci delle soluzioni per la ripresa degli ancoraggi nel golfo all’ingresso del capoluogo.

«Negli ultimi anni – aggiunge Edoardo Tocco – si sono susseguite solo promesse poi svanite nel nulla per la realizzazione di nuove infrastrutture dedicate allo smistamento delle merci. La svolta tanto attesa non c’è stata. E assistiamo davvero increduli alla fuga degli operatori economici verso altri scali come Gioia Tauro. Non è un caso che la principale compagnia di trasporti navali nello scalo, l’Hapag Lloyd, abbia optato per una sforbiciata agli approdi nella banchina di Macchiareddu. Occorre rendere competitivo il porto di Cagliari intervenendo sulla polifunzionalità con il decollo di nuovi settori produttivi come l’industria e il manifatturiero. Si devono poi tracciare i sentieri per agevolazioni fiscali per le imprese che investano sullo scalo isolano. Certo – conclude Edoardo Tocco – non possiamo continuare con questo andazzo che si traduce nella perdita di posti di lavoro.»

[bing_translator]

Dopo il grande successo dei giorni scorsi, con due “tutto esaurito” all’Auditorium comunale di Cagliari, torna in scena al Teatro Civico di Sinnai per una replica straordinaria l’ultima produzione di Lucidosottile “Tutto il resto è niench!”, con la travolgente comicità del duo Tanya & Mara (interpretato da Tiziana Troja e Michela Sale Musio) e le straordinarie armonie vocali del Cinquetto. Appuntamento martedì 2 gennaio a partire dalle ore 21.00. Per consentire la vendita degli ultimi biglietti disponibili e il ritiro dei tagliandi da parte di chi li ha già acquistati, il botteghino del Teatro sarà aperto a partire dalle ore 18.00.

Scritto e diretto da Tiziana Troja e Michela Sale Musio, in scena nei panni di Tanya & Mara insieme al Cinquetto (composto da Carla Caredda, Federico Melis, Stefano Onano, Daniela Pibiri e Alessandro Ragatzu), “Tutto il resto è niench!” è uno spettacolo comico e coinvolgente, dove alle gag si aggiungono le armonie vocali del gruppo musicale, in un crescendo di trovate, battute, colpi di scena e divertimento.

In “Tutto il resto è niench!” Tanya & Mara si imbattono nei meccanismi dell’industria musicale di oggi con i suoi meccanismi spietati di selezione ed esclusione. Dai talent al Festival di Sanremo, fino alle trasmissioni tv che ripescano le vecchie glorie, Tanya & Mara insieme al Cinquetto ripropongono in scena gli stereotipi di un fenomeno che oggi sembra non avere ostacoli.

Ironiche, dissacranti, popolari, esageratamente appariscenti e allo stesso tempo supertecnologiche, Tanya & Mara sono diventate negli ultimi mesi un vero fenomeno del web, l’icona di una cagliaritanità che fa i conti con le sfide della modernità e che soprattutto si declina tutta al femminile. Con Tanya & Mara le attrici Michela Sale Musio e Tiziana Troja portano così in scena l’identità cittadina che si trasforma, i rapporti sociali che cambiano grazie anche all’apporto delle nuove tecnologie, lo sguardo delle nuove generazioni sui maggiori fatti di costume e sociali.

Già protagonista di una precedente produzione di Lucidosottile (il fortunatissimo “Cinquetto tirato a lucido”), in “Tutto il resto è niench!” questo giovane gruppo composto da Carla “Dottoredda” Caredda, Federico “Federique” Melis, Stefano “Oni” Onano, Daniela “La Riccia” Pibiri e Alessandro “Panda” Ragatzu conferma le sue grandi doti sceniche e musicali, in uno spettacolo in cui diversi grandi successi della musica italiana e internazionali verranno proposti in una versione originale e coinvolgente.

“Tutto il resto è niench!” si avvale dei costumi di Filippo Grandulli, il graphic design di Daniele Coppi e Maurizio Temporin, il light design di Luca Carta e il sound design di Davide Sardo, ed è realizzato con il contributo della Regione Sardegna, del comune di Cagliari e della Fondazione di Sardegna.

[bing_translator]

«Il 1° maggio 2016 lo passai a Roma al sit- in dei lavoratori Eurallumina davanti alla Camera. Non sapevo che nel giorno della festa dei lavoratori si teneva a Palazzo Chigi il Comitato Interministeriale della Programmazione Economica. Aderendo ad una richiesta improvvisata, Matteo Renzi incontrò una delegazione della fabbrica, avendo appena presieduto il CIPE che lanciava il progetto nazionale per il recupero e la valorizzazione, con promozione dal basso, di piccoli beni culturali. Nacque quel giorno il il bando nazionale “Bellezz@ – Recuperiamo i luoghi culturali dimenticati.»

Lo ha scritto il deputato del Partito democratico Francesco Sanna nel suo profilo facebook.

«Ricordando quella coincidenza, voglio fare i complimenti a tutti i comuni e le comunità sarde che hanno partecipato al bando e si sono aggiudicati il finanziamento per realizzare i loro progetti – ha aggiunto Francesco Sanna -. Dico le comunità perché i progetti sono stati segnalati e in qualche modo votati da decine di migliaia di cittadini, comitati, associazioni.»

«Un “bravi”, anzitutto ai diciannove comuni dell’Itinerario del Romanico, con a capo Santa Giusta, che si aggiudicano il finanziamento più consistente. E poi, in ordine di dimensione del progetto, a Las Plassas, Mandas, San Vero Milis, Villasor, Tempio Pausania, Semestene, Serramanna, Illorai, Sennariolo, Nughedu Santa Vittoria, Iglesias, Busachi e Sadali» , ha concluso Francesco Sanna.

Con 6,664 milioni di euro, i progetti sardi si sono aggiudicati il 4,5% della somma globalmente assegnata dal CIPE.

Francesco Sanna, deputato del Partito Democratico.

[bing_translator]

Il comune di Iglesias riceverà un finanziamento di 150.000 euro per la riqualificazione dell’Archivio Storico Comunale nell’ambito del progetto Bellezz@.

«Una bella notizia di fine anno per la nostra Iglesias», ha commentato il sindaco Emilio Gariazzo l’inserimento dell’Archivio di Iglesias tra i 273 interventi che sono stati approvati nell’ambito del progetto Bellezza@, il piano da 150 milioni di euro promosso dal Governo Renzi con lo scopo di valorizzare i luoghi della cultura.

E’ stata premiata l’intuizione dell’Amministrazione comunale di scrivere a bellezza@governo.it e candidare l’Archivio cittadino tra i possibili beneficiari dei finanziamenti.

«Questo perché l’Archivio Storico Comunale, riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali “di notevole importanza storica” per la ricchezza qualitativa dei documenti in esso conservati, rappresenta un luogo della cultura straordinario per la nostra città», ha aggiunto Emilio Gariazzo.

In questi anni l’Amministrazione comunale ha realizzato diversi interventi, materiali e immateriali, a favore dell’Archivio. Primo fra tutti il progetto, quasi concluso, finalizzato all’esposizione permanente del Breve di Villa di Chiesa.

«Con questo finanziamento – ha concluso l’assessore della Cultura, Simone Franceschi – porteremo a compimento nel migliore dei modi un percorso virtuoso di valorizzazione del nostro Archivio Storico Comunale».

 

 

[bing_translator]

I carabinieri di Carbonia hanno arrestato gli autori dei furti commessi stamane in città. Si tratta di Mauro Pillittu, 46 anni, e Giovanni Musu, 45 anni, entrambi con precedenti specifici, trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo fissato per domani mattina.

Questa mattina in una cartoleria di via Dalmazia, dopo aver forzato la porta di accesso, i due hanno asportato alcuni Pc portatili e diverso materiale di cancelleria. Immediate sono scattate le ricerche dei carabinieri e gli accertamenti sul luogo del reato che hanno permesso di rintracciare gli autori del delitto, individuati sia grazie alla visione delle telecamere installate nei pressi dell’esercizio, sia seguendo le tracce di sangue lasciate dagli stessi che hanno condotto gli investigatori fino alla porta di casa di uno dei due. L’esito della perquisizione domiciliare ha consentito di recuperare parte della refurtiva, i Pc portatili, nonché documenti di un’autovettura che hanno derubato sempre alle prime ore della mattina.

Le operazioni di perquisizione e le indagini sono proseguite, al fine di verificare se i due malviventi siano autori anche di altri tentati furti avvenuti la scorsa notte, che permettano di rinvenire ulteriore refurtiva.

[bing_translator]

È Nicolò Camba il primo bimbo nato nel 2018 al Policlinico Duilio Casula di Cagliari. Il piccolo è nato alle 6,32 e ha pesato 3.170 grammi. Felicissimi mamma Claudia Melis, 26 anni, barista di Cagliari, e papà Paolo Camba, 31 anni, disoccupato di Selargius. Grande festa, dunque, nel reparto di Ginecologia e Ostetricia diretto dal professor Gian Benedetto Melis, struttura di eccellenza della sanità italiana. Al parto hanno assistito l’ostetrica Caterina Siddi e il medico Alessandro Loddo.

[bing_translator]

Nella clinica di Ginecologia e Ostetricia dell’Aou di Sassari è Nicolò Merella il primo nato nell’isola. L’attestazione di nascita, trascritta dall’ostetrica Elisabetta Cocco che ha assistito la neo mamma, riporta l’orario 00,00 e un peso di 3,315 kg.

Per la mamma Alessandra Poddighe, 29 anni, ed il papà Giovanni Merella, 27, si tratta del primo figlio.

Una grandissima emozione per i neo genitori di Sassari, lui impiegato e lei ex judoca, pluricampionessa regionale, vincitrice del gran prix 2004 e nello stesso anno parte della selezione italiana ai compionati europei di judo a Rotterdam. «Abbiamo “combattuto” sino a mezzanotte – afferma Alessandra – ma questo è stato il combattimento più grande».

«È bellissimo – aggiunge il papà Giovanni – e questo basta a spiegare l’emozione.»

Per il nonno Mario Poddighe si tratta già di un bimbo da record, «appena nato è già un piccolo campione».

Per loro gli auguri anche del direttore della Clinica, Salvatore Dessole, che questa mattina in reparto ha voluto salutare i genitori e il nuovo piccolo nato con parto naturale.

Ha salutato il 2017 la piccola Teresa Scanu, nata alle ore 20,30 del 31 dicembre con il peso di 2,5 kg.

Felicità per i genitori Michela Chessa, 36 anni, e Giovanni Scanu, 37, artigiano a Sassari. Per loro una felicità da condividere con il loro primogenito di 5 anni e mezzo.