Previdenza / Sindacato

Manifestazione dei pensionati, domani mattina, davanti alla prefettura di Cagliari, contro il blocco delle rivalutazioni delle pensioni previsto nella Legge Finanziaria 2019.

Mobilitazione delle categorie dei pensionati della CGIL CISL e UIL di tutti i livelli, Nazionale, Regionale e Territoriale contro il tentativo di bloccare la perequazione delle pensioni legata all’inflazione inserito nella finanziaria attualmente in discussione in Parlamento. In attesa di poter partecipare alla mobilitazione nazionale unitaria annunciata dalle segreterie nazionali confederali di CGIL CISL e UIL per il mese di gennaio contro la finanziaria, hanno proclamato una specifica mobilitazione contro il provvedimento da tenersi il giorno 28 dicembre dalle ore 10.00 alle 12.00, davanti alle Prefetture.

«Le più preoccupanti e pessimistiche riflessioni emerse durante le nostre discussioni congressuali – si legge in una nota delle organizzazioni sindacali di categoria – hanno preso forma nel disegno di legge contenente il documento di aggiornamento al DEF emersa dal maxi emendamento presentato venerdì scorso al Senato che, esautorato delle sue funzioni, ha dovuto approvare, con la fiducia e sulla fiducia, senza conoscerla,  la norma fondamentale dello stato recessiva e priva di visione prospettica per il futuro.»

«Questo governo, come alcuni precedenti – concludono CGIL, CISL e UIL pensionati – ha deciso di ignorare volutamente quanto stabilito dalla Corte Costituzionale con la sentenza 70/2015 e ribadito a gennaio di quest’anno sulla difesa modulare del potere d’acquisto del personale in quiescenza e ha deciso di usare i pensionati come bancomat per finanziare la sua propaganda  elettorale.»

La manifestazione di protesta si terrà venerdì 28 dicembre 2018, presso la prefettura di Cagliari, dalle 10.00 alle 12.00, contro il blocco delle rivalutazioni delle pensioni previsto nella Legge Finanziaria 2019.

Comments

comments

Leave a Reply