Escursionismo

Menzione speciale alla Regione Sardegna, alla 7ª edizione del Premio GoSlow-Co.Mo.Do., con “La Ciclovia del Cammino Minerario di Santa Barbara”.

Venerdì 11 ottobre 2019 sono stati proclamati, a Milano, i vincitori della 7ª edizione del Premio “Go Slow-Co.Mo.Do.”, il più importante riconoscimento italiano rivolto ai migliori progetti dedicati alla realizzazione di itinerari verdi. La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 15 novembre nell’ambito di “All Routes lead to Rome”.

Il Premio “Go Slow-Co.Mo.Do.” nasce con l’obiettivo di far emergere il ruolo centrale dell’architettura nella tutela dei territori, nella promozione di viaggi consapevoli e nei processi positivi di trasformazione del paesaggio culturale.

Per questo diffonde la cultura di progetti come garanzia di qualità ambientale e civile, premiando quelli che si distinguano per qualità ed utilizzo appropriato delle strutture da rigenerare.

La giuria, composta da ingegneri, architetti e professionisti della mobilità dolce del-la Co.Mo.Do. della Simtur e della DMO Mediterranean Pearls, ha scelto come vincitore della categoria “Studi di fattibilità” il progetto dal Veneto: “Sviluppo di una Rete Etno-grafica di Mobilità Dolce per un Ecomuseo dei Cimbri dei Sette Comuni”.

Menzioni speciali alla Regione Sardegna con “La Ciclovia del Cammino Minerario di Santa Barbara” (presentato da Sardegna CIREM, Fondazione CMSB), all’Emilia Romagna con il progetto “Ciclovia del Sole, itinerario di Bologna Metropolitana”, alla Regione Puglia con il progetto “Parco dell’Area Cave di Pietra di Apricena”, alla Regione Toscana con il progetto “Via Sacra Etrusca”, alla Regione Marche con il progetto “Ciclovia 77”.

Nell’apprendere con soddisfazione questa bella notizia che colloca la Sardegna tra le regioni virtuose del nostro Paese, desidero esprimere un vivo ringraziamento al presidente del CIREM, prof. Italo Meloni, e ai suoi collaboratori per aver elaborato il progetto proposto dalla Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara e sostenuto dal Centro Regionale di Programmazione della Regione Sardegna.

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply