Turismo

Le proposte del presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco, per la destagionalizzazione turistica.

La valorizzazione dell’Anfiteatro comunale di viale Sant’Ignazio, la rivalutazione dell’antica Villa di Tigellio, un progetto per la riscoperta della necropoli di Tuvixeddu ed un itinerario che possa consentire la fruizione della Sella del Diavolo, con un panorama mozzafiato sul lungomare del Poetto. Cagliari con i suoi gioielli archeologici e storici vuole ritagliarsi un ruolo da leader nel settore del turismo. E’ la proposta del presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco.

«Il patrimonio culturale e archeologico della capitale isolana – spiega Edoardo Tocco – rappresenta una delle leve fondamentali per la crescita economica di Cagliari. Ecco perché penso sia determinante anche il ruolo dell’assemblea civica per l’elaborazione di un piano che consenta di esaltare i tesori del capoluogo.»

Una sfida decisiva per la città che si declina anche con la destagionalizzazione.

«Dobbiamo attirare l’attenzione dei vacanzieri che arrivano nel capoluogo nei cosiddetti mesi di spalla. E’ indispensabile delineare un percorso che possa ottimizzare e promuovere le bellezze culturali e archeologiche di Cagliari. Una svolta cruciale che possa partire dalla riapertura dell’anfiteatro ai visitatori – conclude Edoardo Tocco – per poi passare alle rovine di Tigellio e ad un tragitto che si ritagli attorno a Tuvixeddu. Il recupero della nostra dimensione storica e artistica, coniugato con un tour tra i diversi musei cittadini, può costituire un plusvalore per la crescita economica.»

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply