25 October, 2021

[bing_translator]

Bona Pasca de Abrile 2018

Benit sa Pasca Santa de resurretzione

Onzi annu e, rispetende sa tradissione,

Nàschen isperàntzias de mezoramentu:

Assumàncu chi finat su bumbardamentu

Programmadu contra sos innotzèntes.

Amigas e amigos, semus cussentes:

Sa gherra no tzessat (miraculu divinu!)

Ca noisàteros la disizàmus de continu.

Augurios onzi die fachemus a sa paghe,

Desizósos de sa gherra su tenaghe

Eliminare da onzi cussentzia  tzivile.

Ajò! A Pasca  no est propiu intzivile

Bogare dai-i conca su pessimismu

Rinfortzende invècias s’ottimismu

Indicàu da-i Gramsci (de sinnu profundhu),   

Leàdu in cunsidéru in totu su mundhu.

E duncas, augurios sintzeros a totus!

Paulu Pulina

Buona Pasqua di Aprile 2018

Viene la Santa Pasqua di resurrezione

ogni anno e, rispettando la tradizione,

nascono speranze di miglioramento:

almeno che finisca il bombardamento

programmato contro gli innocenti.

Amiche e amici, siamo coscienti:

la guerra non cessa (miracolo divino!)

perché noi la desideriamo continuamente.

Auguri ogni giorno facciamo alla pace,

desiderosi  della guerra la radice

eliminare da ogni coscienza  civile.

Ajò! A Pasqua  non è proprio incivile

levare dalla testa il pessimismo

rafforzando invece l’ottimismo

indicato da Gramsci (di senno profondo),

preso in considerazione in tutto il mondo.

E dunque, auguri sinceri a tutti.

Paolo Pulina

[bing_translator]

La Giunta comunale di Sant’Antioco ha approvato la nuova delimitazione del centro abitato e la restituzione del ponte sull’istmo all’ANAS, con due distinte delibere: con la prima (n° 47 del 26/03/2018) si ridefinisce il nuovo centro urbano, che inizia all’altezza dell’intersezione tra via Nazionale e lo svincolo del ponte, escludendo quest’ultimo; mentre con la seconda (n° 50 del 29/03/2018) si restituisce all’ANAS il tratto della strada Statale compreso tra la nuova delimitazione del centro abitato (intersezione via Nazionale – via Carbonia) fino al km 0,700, ovvero il tratto del ponte sull’istmo, non più ricompreso entro i confini urbani. Si tratta di due atti che seguono la deliberazione del Consiglio comunale n° 8 del 6/03/2018 (“Proposta modifica piano infrastrutturale Sant’Antioco – Opere Piano Sulcis – Nuova connessione terrestre dell’Istmo e circonvallazione Sant’Antioco”) con la quale l’assemblea civica aveva stabilito di dare incarico al funzionario comunale interessato di avviare il procedimento teso alla riconsegna del ponte ad ANAS.

«È un altro passo concreto in attuazione della proposta di modifica del piano infrastrutturale (opere Piano Sulcis) deliberata il 6 marzo scorso e condivisa da tutto il Consiglio comunale – ha commentato il sindaco Ignazio Locci – che si aggiunge all’approvazione, all’unanimità, delle linee guida per la pianificazione del Porto. Andiamo avanti sulla strada tracciata nell’Assemblea civica e confidiamo nella collaborazione degli enti interessati, tra Regione e ANAS.»

[bing_translator]

Si svolgeranno il 23 aprile, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, all’Aou di Sassari, le votazioni per la componente elettiva del personale del comparto del comitato di dipartimento delle Professioni sanitarie. Le elezioni sono state indette nei giorni scorsi dalla direzione generale dell’Aou e rappresentano l’ultimo passo per il completamento dei dipartimenti aziendali.

Le elezioni si svolgeranno nei locali della struttura complessa Direzione igiene e controllo infezioni ospedaliere, in via Padre Manzella numero 4.

Possono votare i dipendenti in servizio a tempo indeterminato alla data del 15 dicembre 2017 e coloro che sono assunti a tempo determinato qualora in possesso dei requisiti per la stabilizzazione previsti del Dpcm del 6 marzo 2015, così come recepito dalla Dgr numero 45/35 del 2 agosto 2016.

Può essere eletto il personale sanitario del comparto in servizio a tempo indeterminato alla data del 15 dicembre 2017, data di prima indizione delle elezioni o in possesso dei requisiti per la stabilizzazione previsti del Dpcm del 6 marzo 2015, così come recepito dalla Dgr numero 45/35 del 2 agosto 2016.

[bing_translator]

«Ancora una volta la carenza di personale potrebbe mettere a rischio la funzionalità del Centro trasfusionale di Iglesias, con la chiusura della sala prelievi inglobata nel complesso sanitario del Santa Barbara. Un colpo durissimo per i talassemici del Sulcis Iglesiente, avvalorato dalle voci trapelate dagli ambienti ospedalieri negli ultimi giorni. Non solo. I vuoti nell’organico – con operatori insufficienti per il servizio – potrebbero determinare la drastica riduzione delle attività e l’interruzione delle uscite dell’autoemoteca.»

La denuncia arriva da Gianluigi Rubiu, capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale.

«Il quadro è abbastanza allarmante – spiega Gianluigi Rubiu -. I medici, tra pensionamenti e trasferimenti in altri presidi, non possono assicurare un adeguato supporto al centro con cronici disservizi. Ci sono poi le assenza per malattia degli operatori a completare la situazione di disagio, La chiusura del servizio potrebbe mettere a rischio le donazioni di sangue. E’ un fatto grave ed inaccettabile che l’Ats, nonostante i solleciti, non abbia provveduto a rinforzare l’organico – conclude Gianluigi Rubiu, che ha presentato un’interrogazione urgente -. La preoccupazione aumenta soprattutto in vista dei mesi estivi, con la carenza cronica di sangue in Sardegna e il blocco delle attività nel centro.»

[bing_translator]

Il Torino passa alla Sardegna Arena con 4 goal realizzati nell’ultima mezz’ora, dopo un primo tempo giocato alla pari, con il Cagliari vicino al goal in due occasioni, un palo colpito da Simone Padoin con grande parata di Salvatore Sirigu. Nel secondo tempo ad aver la meglio, è stata la qualità dei solisti del Torino, in particolare Adem Ljajić e Iago Falque. L’uno-due in 4′ (61’ e 65’) ha chiuso la partita, perché il Cagliari non ha saputo reagire.

Nel finale sono arrivati anche altri due goal, realizzati da Cristian Ansaldi (79′) e Joel Obi (88′), che hanno reso più severo il passivo.

Il Cagliari conserva il vantaggio di 5 punti sul terz’ultimo posto, grazie alla concomitante sconfitta subita dal Crotone a Firenze, e lo stesso margine di 7 e sul Verona, travolto dall’Inter al Meazza, ma ha visto avvicinarsi ad un solo punto il Chievo, impostosi sulla Sampdoria, e il Sassuolo che ha bloccato sul pari il Napoli, e a tre punti la Spal, uscita imbattuta dal Marassi nel match con il Genoa.

La squadra di Diego Lopez deve reagire subito, perché il calendario non concede tregua. Martedì 3 aprile, subito dopo Pasqua e Pasquetta, sarà di scena a Marassi, nel recupero della ventisettesima giornata, contro il Genoa dell’ex Davide Ballardini che ha solo due punti in più in classifica e quindi vorrà vincere ad ogni costi, anche per riscattare il mezzo passo falso odierno registrato contro la Spal.

[bing_translator]

Si terrà mercoledì 4 aprile, alle 11.00, negli spazi della Vetreria di Pirri, la conferenza stampa di presentazione di “Aprile alla Vetreria Aprile Resistente”, la rassegna teatrale organizzata congiuntamente da Cada Die Teatro, Il Crogiuolo e Cemea (Centri di Esercitazione ai Metodi dell’Educazione Attiva).

Titolo significativo, che sintetizza, mettendole insieme, le risorse artistiche e le energie di due storiche compagnie cagliaritane. Ad illustrare e spiegare il ricco programma saranno Pierpaolo Piludu (Cada Die Teatro), Rita Atzeri (Il Crogiuolo) e Renato Perra (Cemea), insieme ad altri protagonisti della rassegna.

[bing_translator]

L’Amministrazione comunale di Iglesias e l’Istituto di Istruzione Superiore IT Minerario “Asproni” – ITCG “Fermi” di Iglesias hanno organizzato l’inaugurazione del nuovo allestimento della prima sala dello storico Museo di Mineralogia dell’Istituto Minerario “Giorgio Asproni”, che si terrà sabato 7 aprile, alle ore 11.00. Nel pomeriggio, dalle 16.30 alle 19.30, sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Istituto Minerario “Giorgio Asproni”, in via Roma, 47.

[bing_translator]

Lo scorso fine settimana, nell’aula consiliare di San Giovanni Suergiu, si è tenuta la dodicesima edizione di “Donne sarde di ieri e di oggi. Omaggio a… Donne fuori dal comune”.

Numerosi gli ospiti che, con i loro racconti, le loro esperienze di vita e la loro arte, hanno coinvolto ed entusiasmato il numeroso pubblico presente.

Nella serata di domenica, condotta e moderata da Sabrina Sabiu, era presente la compagnia teatrale Actores Alidos, la pilota/navigatrice Nicoletta Deidda, l’imprenditrice Monica Saba, il primo cittadino di Borutta Silvano Arru per ricordare Ninetta Bartoli di Borutta, primo sindaco donna in Italia, con un omaggio magistralmente realizzato dalle alunne dell’Istituto Comprensivo Marconi di San Giovanni Suergiu.

L’evento, al quale era presente anche il sindaco di San Giovanni Suergiu Elvira Usai, è stato organizzato dal Gruppo “Le Mani Amiche” di San Giovanni Suergiu, in collaborazione con le Acli provinciali, l’assessorato della Cultura del comune di San Giovanni Suergiu e la Fondazione di Sardegna.

Marzia Tornatore

[bing_translator]

Il PdS è contrario alle decisioni dell’Arpas sull’esternalizzazione del servizio di monitoraggio e campionamento delle acque di balneazione.

I campionamenti di balneazione sono sempre stati effettuati dalle ASSL, in quanto compito istituzionale: con l’entrata in vigore della legge istitutiva dell’ARPAS le competenze sono passate a quest’ultima, mentre i campionamenti, previo accordo tra l’assessorato dell’Ambiente e l’assessorato della Sanità, sono rimasti in capo alle ASSL. Tali campionamenti vengono effettuati praticamente a costo zero, in quanto il personale ovviamente è già pagato dall’azienda di appartenenza.

Ora con l’esternalizzazione del monitoraggio delle acque di balneazione, i consiglieri regionali del Gruppo Partito dei Sardi, Augusto Cherchi e Piermario Manca, chiedono:

  1. Perché pagare € 180.000 per un servizio che fino a oggi è stato svolto dal personale regionale (quindi a costo zero) con professionalità e competenza?

2) Perché affidare un servizio ad aziende private quando il prelievo è a carico dell’Ente pubblico per legge (D.Lgs 30 maggio 2008 n° 116 recante attuazione della direttiva 2006/7/CE e successivo DL “salute” emanato il 30 marzo 2010 che recepisce i criteri per determinare il divieto di balneazione, nonché modalità e specifiche tecniche per l’attuazione del D.Lgs 116/08)?

«Il legislatore ha giustamente normato la materia – sostengono Augusto Cherchi e Piermario Manca – e, vista la delicatezza dei campionamenti ha previsto l’intervento diretto dei funzionari pubblici, non solo per l’affidabilità data dal ruolo di pubblici ufficiali, ma anche perché il campionamento non consiste solo ed esclusivamente nel prelievo ma anche e soprattutto nella conoscenza del territorio e conseguentemente delle possibili cause del potenziale inquinamento.»

«Ma quello che lascia veramente perplessi su questa scelta dell’ARPAS di esternalizzare il servizio, a nostro avviso – aggiungono Augusto Cherchi e Piermario Manca -, è legato ai LEA (livelli essenziali di assistenza) come definiti dal DPCM del 12 gennaio 2017. L’interpretazione della norma, che il legislatore lega alla funzione pubblica, è confortata dai LEA (livelli essenziali di assistenza), infatti nelle tabelle ministeriali la tutela della salute nell’uso delle acque di balneazione rientra a pieno titolo nei LEA e quindi a maggior ragione vanno gestiti da funzionari pubblici che possono garantire l’imparzialità del servizio.»

«Come Partito dei Sardi rimaniamo distanti da queste scelte che allontanano sempre di più i cittadini dalle istituzioni e non migliorano il livello dei servizi pubblici rispetto alle reali aspettative della gente. Oltre a portare alla conoscenza dei cittadini le problematiche su esposte, il Partito dei Sardi – concludono Augusto Cherchi e Piermario Manca – si appresta a depositare un’interrogazione urgente per chiedere quale sia stata la ratio del provvedimento e i vantaggi dell’esternalizzazione del campionamento delle acque di balneazione.»

[bing_translator]

Il 20 aprile arrivano a Cagliari due artisti assoluti della scena jazz nazionale. Un incontro in jazz, unico, imperdibile, a base di voce, pianoforte e improvvisazione. La voce e il carisma di Gino Paoli, tra i più grandi autori e interpreti della canzone italiana, e Danilo Rea, pianista tra i più lirici e creativi riconosciuti a livello internazionale, saranno sul palco dell’Auditorium del Conservatorio (ore 21.00) con il repertorio live della tournèe “Due come noi che …”, protagonista di numerosi sold out nei palcoscenici più prestigiosi in Italia e all’estero che sta conquistando ed emozionando il pubblico con una scaletta che si rinnova di volta in volta. Per il concerto cagliaritano, organizzato nel capoluogo sardo da SEM Organizzazione per la rassegna “Pop a Impatto Zero – Festival Internazionale Musica e Spettacoli 2018”, è già partita la prevendita dei biglietti presso il Circuito Box Office (info: Box Office Sardegna, V.le Regina Margherita n. 43 a Cagliari – tel. 070/657428).

Un live da ricordare visto il calibro dei due artisti, in cui si potranno ascoltare dal vivo anche i brani del loro nuovo lavoro discografico “3” (Parco della Musica Records, settembre 2017), terzo capitolo dedicato ai capolavori della chanson française e agli autori leggendari come Charles Trénet, Serge Gainsbourg, Léo Ferré, che chiude la trilogia in studio di un duo straordinario capace di incantare diverse generazioni, dopo i precedenti e fortunatissimi “Due come noi che” (2012) e “Napoli con amore” (2013). Il primo dedicato al cantautorato genovese e il secondo ai maestri della canzone napoletana.

Sul palco di Cagliari non mancheranno inoltre anche le canzoni più amate da Paoli, quali Averti addosso”, “Il cielo in una stanza”, “Vivere ancora”, “Perduti”, passando per “La gatta” e “Come si fa”, fino ad alcune perle dei cantautori genovesi, i suoi amici di una vita: “Canzone dell’amore perduto” e “Bocca di rosa” di Fabrizio De André, “Il nostro concerto” di Umberto Bindi, “Vedrai Vedrai” di Luigi Tenco e “Se tu sapessi” di Bruno Lauzi. Chicche immortali, dalla voce di uno dei cantautori che ha scritto alcune tra le pagine più belle della musica italiana, sulle note del grande poeta jazz Danilo Rea.

Per info prevendita biglietti: Box Office Sardegna, V.le Regina Margherita n. 43 a Cagliari – tel. 070/657428 e tramite il sito http://www.boxofficesardegna.it .

Roma, Auditorium Parco della Musica 26 12 2011 – Gino Paoli e Danilo Rea
‘Due come noi che…’
© Musacchio & Ianniello