7 October, 2022
Home2022Settembre (Page 15)

Domani, sabato 10 settembre, alle 19.00, sotto la Torre di Portoscuso, si terrà una nuova manifestazione per dire NO alla gasiera rigassificatore della Snam dentro il porto, con assemblea dibattito che prevede la partecipazione di associazioni, comitati ed Amministrazione comunale. Stamane, intanto, il sindaco di Portoscuso, Ignazio Salvatore Atzori, e Vincenzo Tiana, rappresentante di Legambiente, si sono ritrovati al porto di Portovesme, all’arrivo del traghetto Delcomar da Carloforte, per rafforzare il No alla Gasiera.

Abbiamo intervistato il sindaco di Portoscuso, Ignazio Salvatore Atzori.

Emergenza Sanità nel Sulcis Iglesiente. Nuovo presidio di protesta, questa mattina, in via Dalmazia, a Carbonia, davanti al Centro direzionale della Asl Sulcis, organizzato da tutte le sigle sindacali territoriali e le diverse associazioni di volontariato, che operano a favore di malati, disabili e anziani nel territorio. Durante il presidio, abbiamo intervistato i tre segretari della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil: Giovanni Zedde, Claudio Nuscis ed Efisio Aresti.

 

 

Con l’espressione eSports (abbreviazione di “electronic sports”) si intendono i videogiochi competitivi, che possono essere giocati da squadre o singoli davanti a un’arena di spettatori.
Gli spettatori in questione possono essere presenti sia in un posto fisico, come sale, palazzetti e stadi, ma anche da remoto, collegandosi in streaming all’evento in questione.

Molti di quelli che nel corso degli anni si sono appassionati al mondo degli eSports, come giocatori o anche come semplici spettatori, hanno trovato un ulteriore modo per alimentare una passione che quotidianamente può essere soddisfatta con titoli che sono cresciuti costantemente dal punto di vista qualitativo. Per esempio, cimentandosi con decine di giochi per mac che a seconda delle proprie inclinazioni, riescono a fornire ogni volta delle sfide sempre nuove e che contribuiscono ad accrescere e consolidare l’intera comunità di appassionati di giochi online e degli eSports in particolare.

La crescita degli eSports nel mondo è ormai consolidata

Il settore degli eSports è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi anni, tanto da essere inserito come evento sportivo vero e proprio anche all’interno dei prossimi Giochi Asiatici, in programma dal 10 al 25 settembre del 2022 a Hangzhou, in Cina. L’Olympic Council of Asia (OCA) ha scelto infatti di inserire questa disciplina mettendo in competizione gli atleti rispetto a otto titoli diversi, scelti in base alla loro popolarità nel continente: Dota 2, FIFA, Arena of Valor, Street Fighter V, Dream Three Kingdoms 2, Hearthstone, League of Legends e PUBG. Qualcosa che sembrava impensabile solo qualche anno fa.

Il fenomeno degli eSports in Italia

Recentemente l’IIDEA (Italian Interactive Digital Entertainment Association), ovvero l’associazione di categoria che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, ha presentato un rapporto che disegna uno scenario in costante crescita per il mondo degli eSports in Italia. Secondo il Rapporto sugli eSports in Italia, sono 475mila le persone che ogni giorno seguono un evento di eSports nel nostro paese.  Un numero praticamente triplicato se si considerano quelli che seguono almeno un evento ogni sette giorni: una platea vastissima, che indica chiaramente quanto più che un trend, questo ormai si delinea come un fenomeno consolidato in Italia.

I dati demografici di chi segue gli eSports nel nostro Paese

Chi sono gli appassionati di eSports in Italia? Il rapporto, realizzato in collaborazione con la società Nielsen, disegna un quadro abbastanza chiaro. L’età media è di 28 anni, con una preponderanza per la fascia di età che va dai 21 ai 40 anni. Il sesso più rappresentato è quello maschile, con il 61%: una maggioranza netta ma non schiacciante rispetto a quello femminile. Interessante notare i dati per quel che riguarda il livello di istruzione: più della metà degli appassionati ha un’istruzione pari o superiore a quella universitaria, mentre il reddito mensile medio si attesta attorno ai 1.500 euro.

La situazione legislativa in Italia rispetto agli eSports

Recentemente Federico Freni, che ricopre la carica di sottosegretario all’Economia e Finanze, ha annunciato che il governo italiano ha intenzione di istituire un vero e proprio tavolo tecnico che avrà l’obiettivo di dare finalmente un chiaro quadro normativo al mondo degli eSports. Una necessità che a più riprese è stata riportata come impellente anche dalle associazioni di categoria degli sport elettronici, IIDEA su tutte, che allo stesso tempo porta l’esempio di un’altra nazione europea, la Francia. Nel paese transalpino, infatti, è stata introdotta una norma che regolamenta gli eSports senza considerarli sport o gioco d’azzardo, ma entità a sé stante.

Il fenomeno degli eSports in Italia ha la necessità di essere regolamentato, perché i numeri raccontano di una realtà consolidata e che investe trasversalmente il mondo digitale a più livelli. Più della metà degli appassionati è iscritto almeno a un servizio di streaming in abbonamento, il 68% ha un account su uno store digitale, il 51% ha quantomeno un abbonamento per giocare online sulle console più famose disponibili sul mercato. Senza contare che quasi 4 appassionati su 5 durante le sessioni di eSports utilizzano un altro dispositivo, per esempio smartphone o personal computer, collegato a internet.

Il futuro del mondo degli eSports in italia

La spesa media mensile tra abbonamenti e servizi vari è di circa 47 euro per appassionato, per un ammontare totale che supera 1,3 miliardi di euro per tutto il settore degli eSports in Italia. È evidente come il mondo degli eSports occupi una posizione di primissimo livello all’interno del mondo dell’intrattenimento: lo sviluppo tecnologico e l’aumentare della centralità dei contenuti video, in special modo sulle piattaforme di social network, remano nella direzione di quella che sarà una realtà in crescita, che saprà attirare nuovi appassionati e nuovi investimenti. E che per questo ha la necessità di essere regolamentata quanto prima.

Sono 297 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 2.979 tamponi eseguiti, 34 diagnosticati da molecolare, 263 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 5 (+1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 77 (-4).

Sono 6.848 le persone in isolamento domiciliare (-417).

Si registrano due decessi: un uomo di 88 anni, residente nella provincia di Sassari, e un uomo di 91 anni, residente nella provincia di Oristano.

Alessio Mannai, portacolori della società Flash Asd Pattinaggio, è il nuovo campione europeo dei 100 metri su pista. Si è laureato campione continentale nel corso dei campionati in corso a L’Aquila. La medaglia d’oro nella velocità, sulla sua distanza preferita, è arrivata a distanza di alcuni giorni dalla conquista della medaglia di bronzo nella gara dei 200 metri, nella quale si è imposto un altro atleta italiano, Cristian Scassellati, davanti al francese Arthur Lebeaupin.

I campionati europei, con quasi 500 atleti impegnati, si concluderanno domenica 11 settembre.

Leroy Merlin offre nuove opportunità di lavoro a oltre 400 persone da inserire presso i 50 punti vendita presenti sul territorio nazionale. La ricerca riguarda soprattutto Addetti alla Vendita, con passione per la vendita, orientamento al cliente, dinamicità e proattività, buone capacità comunicative e relazionali, di pianificazione e di organizzazione, i quali dovranno occuparsi delle attività di caricamento delle merci e tenere le aree promozionali sempre ben fornite, chiare e attrattive, accogliere i clienti facilitando il loro orientamento nel percorso d’acquisto, accompagnare i clienti all’interno dei reparti dello store, semplificare e rendere autonomo l’atto di acquisto grazie alla sistemazione dei prodotti sullo scaffale; Hostess e Steward, con capacità comunicative, orientamento al risultato, leadership collaborativa e situazionale, capacità di pianificazione ed organizzazione, i quali dovranno svolgere azioni atte alla cura del patrimonio aziendale, proporre ai clienti i servizi adeguati facilitando il loro percorso d’acquisto (pagamento e finanziamento, agevolazioni fiscali, programma di fidelizzazione, ecc.) e applicare la corretta gestione delle procedure d’incasso. Le altre figure ricercate da Leroy Merlin riguardano Addetti alla Logistica, che dovranno prelevare la merce in area deposito e prepararla per l’invio al reparto, disporre la merce in secondo riposizionamento per i prodotti in promozione, verificare e controllare le merci esposte, supportare le attività di inventario e tenere pulite le aree di negozio e magazzino; Responsabili Risorse Umane Negozio, che dovranno supportare e affiancare i capisettore commercio nelle azioni di organizzazione di orari e nelle attività di valutazione e sviluppo dei collaboratori, assicurare il processo di selezione dei collaboratori, garantire una gestione amministrativa completa e chiara (documentazione e archivio, presenze e paghe) e alimentare un clima positivo in negozio. Inoltre l’azienda offre diverse opportunità di stage. Leroy Merlin, leader nella grande distribuzione e specializzata in bricolage, fai da te, edilizia, giardinaggio, arredo bagno e tanto altro, offre un percorso di inserimento e di sviluppo su misura per i propri collaboratori, i quali saranno proiettati verso ruoli strategici del Gruppo e beneficeranno del sistema premiante dell’azienda, che è orientato a valorizzare sia le performances individuali sia quelle di squadra.

Per verificare tutte le posizioni…

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/leroy_2.html .

Si rinnova anche a settembre l’appuntamento con “Jazz Around” la serie di anteprime del trentasettesimo festival “Ai Confini tra Sardegna e Jazz”.

Saranno le sperimentazioni sonore di Dalila Kayros a dare il via alla musica questa sera, a Teulada, negli spazi di Villa Sanjust (inizio ore 21.00): cantante, compositrice, ricercatrice vocale, attiva nell’ambito della musica sperimentale, nella sua costante ricerca sul suono vocale è capace di esplorare diverse dimensioni sia musicali che concettuali, in cui la voce diviene non solo strumento tecnico, ma soprattutto espressione del suo immaginario interiore. Il suo stile musicale si basa su un approccio concettuale che va oltre le etichette di genere.

Il venerdì successivo, 16 settembre, si fa tappa a Iglesias, nel chiostro di San Francesco, per l’atto conclusivo di questa prima tranche del festival.

Alle 21.00, è atteso, sotto il nome Overture III, il trio guidato dal trombettista Adriano Sarais, con Gregorio Mureddu al contrabbasso ed Alessandro Cau alla batteria.

A suggellare la serata tornerà poi in scena la chitarra sarda preparata di Paolo Angeli, con le sue suggestioni sonore mediterranee dai toni onirici. Artista da sempre capace di abbattere le barriere tra i generi musicali, alla costante ricerca di nuove ispirazioni creative, che vive la musica da artigiano e la plasma come materia viva, il musicista gallurese ha trovato la sua dimensione di ricerca con la costruzione e ideazione della “chitarra sarda preparata”, il suo strumento orchestra nato dall’incontro-scontro tra avanguardia extra-colta e tradizione popolare: un ibrido tra chitarra baritono, violoncello e batteria, dotato di martelletti, pedaliere, eliche a passo variabile con cui rielabora, improvvisa e compone. “Rade” è il suo ultimo album, il quattordicesimo della sua carriera, uscito lo scorso maggio (ReR Megacorp), che spazia tra popolare e contemporaneo, tra pulsazioni balcaniche, influssi mediorientali e nordafricani, citazioni di rebetiko e memorie delle avanguardie storiche, reminiscenze flamenche, fraseggi dissonanti, crescendo epici art-rock e convergenze in squarci di liricità.

Tutti gli appuntamenti saranno a ingresso libero e gratuito.

 

Domani, 9 settembre 2022, alla presenza del Direttore marittimo di Cagliari, capitano di vascello Mario Valente, nel piazzale antistante l’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Antioco, si terrà la cerimonia del passaggio di consegne tra l’attuale Comandante, il tenente di vascello Marco Martino Musmeci ed il tenente di vascello Fabio Vaccaro.
Dopo due anni al Comando dell’Ufficio circondariale marittimo, il tenente di vascello Marco Martino Musmeci andrà a rivestire altro incarico presso la Capitaneria di porto di Barletta.
Il comandante Marco Martino Musmeci ha seguito, fin dai primi giorni dal suo insediamento e sotto il costante coordinamento della Direzione marittima di Cagliari, la complessa opera di totale rimozione del relitto dell’unità mercantile “Cdry Blue”, incagliatasi a Capo Sperone il 21 dicembre del 2019. La restituzione alla comunità isolana di Sant’Antioco, dello specchio acqueo oggetto dell’incaglio, completamente sgombero dal relitto, è certamente il segno più tangibile del ruolo centrale che svolge il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera a tutela dell’ambiente marino e costiero.
Altri numerosi obiettivi sono stati perseguiti nel corso degli ultimi due anni, tra i quali, oltre alla primaria salvaguardia della vita umana in mare anche le attività di polizia e controllo sul demanio marittimo, sulla filiera della pesca, all’ambiente marino e sulla sicurezza della navigazione in generale.
Il comandante Musmeci ha sottolineato la stretta sinergia e la proficua collaborazione che c’è stata, per tutto il periodo di Comando, con le altre forze di Polizia, con le Amministrazioni locali e con le associazioni di volontariato a perseguimento degli interessi comuni della legalità e della sicurezza.
Prende il suo posto il tenente di vascello Fabio Vaccaro, proveniente dalla Capitaneria di porto di Porto Empedocle dove ha ricoperto numerosi incarichi tra i quali Capo sezione Demanio, Ambiente e Contenzioso e Capo sezione polizia marittima. Ha inoltre ricoperto dal 2012 al 2014 l’ incarico di Ufficiale in seconda presso l’Ufficio circondariale marittimo di Lampedusa. Il comandante Fabio Vaccaro è laureato in Legge presso l’università di Palermo, abilitato alla professione di avvocato e ha conseguito numerosi master in diritto bancario ed internazionale.

Venerdì 9 settembre alle ore 9.00, in piazza Roma, a Carbonia, gli agenti di assicurazione, aderenti e iscritti all’associazione di categoria “SNA” (Sindacato Nazionale Agenti), incontreranno i rappresentanti delle storiche associazioni di volontariato “Soccorso Iglesias” e “As.Vo.c. Carbonia” per la consegna di una fornitura kit di prevenzione della malattia da Coronavirus.

L’iniziativa degli agenti di assicurazione SNA è tesa a sostenere la fondamentale presenza del volontariato in un contesto territoriale dove la salute pubblica mostra segni di debolezza con il protrarsi delle situazioni di contagio del Covid-19.

Venerdì, sarà dunque donata una dotazione di presidi sanitari costituita da:
– 1.400 mascherine sanitarie, chirurgiche, FFP2;
– 120 tamponi test antigenico rapido Covid-19;
– 80 flaconi di gel alcolico antisepsi delle mani, e non alcolico per igienizzazione;
– 30 flaconi di soluzione sanitizzante delle superfici.

L’evento si svolgerà in contemporanea alla conferenza stampa con la partecipazione dei presidenti: Francesco Murroni (As.Vo.C.), Fernando Nonnis (Soccorso Iglesias), Paolo Bullegas (SNA).

E’ prevista la presenza degli agenti di assicurazione iscritti SNA operanti nel territorio di Carbonia Iglesias che hanno contribuito all’iniziativa: Amatiello Claudia, Francesca Caboni, Elio e Silvia Cancedda, Maura Cinesu, Antonella Corda, Carlo Mascia, Carla Naseddu, Mauro Pomata, Mauro Saba, Paolo Bullegas.

Il 16 e 17 settembre, Iglesias ospiterà la seconda edizione di “Swim’n’ Swing”, il progetto di inclusione sociale che utilizza la musica ed il nuoto per migliorare gli aspetti psicomotori delle persone.

“Swim’n’ Swing”, realizzato a cura dell’assessorato delle Politiche sociali del comune di Iglesias, nasce da un’idea di Davide Masala, musicoterapista originario di Ozieri, impegnato da anni nella realizzazione di progetti per dar vita ad un’idea di inclusione legata ai contesti esperienziali delle persone.

Il 16 settembre, dalle ore 18.00, presso il Centro Culturale di Iglesias, in via Cattaneo si terrà il convegno relativo al progetto, e martedì 17, dalle ore 15.00, il centro sportivo “Antares”, in regione Su Pardu, ospiterà i laboratori di musica e nuoto.

Ospiti d’eccezione il campione olimpionico Filippo Magnini, il campione del mondo di nuoto Alessandro Miressi, lo scienziato e scrittore Lamberto Maffei, Saturnino, bassista di Jovanotti e Franco Battiato, Massimo Moriconi, bassista di Mina, e numerosi e prestigiosi rappresentanti del mondo accademico, come le dott.sse Michela Fagiolini, Francesca Cavicchiolo e Francesca Bardi, dell’Harvard Medical School.

«Come psicomotricista spiega l’assessora delle Politiche sociali, Angela Scarpaho studiato a fondo questo progetto e da subito ho capito la sua importanza e la sua innovatività. Come amministratrice ho ritenuto di doverlo proporre e sostenere nel tempo anche ad Iglesias. Iniziamo quindi il conto alla rovescia per la seconda edizione di Swim’n’Swing.»