29 June, 2022
Home2022

Sabato sera, presso la nuova sede del Lu’ Hotel, si è svolta la cerimonia annuale del “Passaggio della Campana” che istituzionalmente avviene tra un presidente e l’altro, al termine di ciascun Anno Rotariano.

Il presidente uscente del Rotary Club Carbonia, dottor Corrado Confalone, rimasto in carica eccezionalmente due anni, ha consegnato il collare al presidente entrante, la dott.ssa Valbrana Dana Vargiu.

Alla cerimonia era presente, tra gli altri, il sindaco di Carbonia, Pietro Morittu. Nel corso della serata, prima della cena sociale, è stato assegnato il riconoscimento di socio onorario all’avvocato Antonello Aste e al presidente della Cantina Santadi, Antonello Pilloni.

E’ stato presentato ieri il programma dell’edizione 2022 del festival Creuza de Mà, ideato e diretto dal regista Gianfranco Cabiddu ed organizzato dall’associazione culturale, Backstage, unico in Sardegna e tra i pochissimi nel panorama nazionale e internazionale ad incentrarsi interamente sul rapporto tra musica, suono ed immagini in movimento.

La formula è quella consueta: proiezioni di film e documentari, concerti e altri momenti di musica dal vivo, incontri e masterclass con registi, attori, musicisti, tecnici del suono, tutto all’insegna della musica applicata al cinema.

L’appuntamento si rinnova, come sempre, in due tempi e luoghi distinti: la prima parte è a luglio, da martedì 19 a domenica 24, a Carloforte. La seconda parte è invece in calendario a ottobre (date e programma verranno annunciati più avanti) a Cagliari, dove Creuza de Mà è impegnata in particolare sul suo versante didattico.

«Alle 15.30 si terrà l’attesa conferenza socio sanitaria del Sulcis Iglesiente convocata in via straordinaria dal Direttore Generale e di cui avete data ampio risalto. In più di un intervento pubblico come presidente dell’Opi ho parlato della nostra provincia come una questione complessa e di mancata programmazione in termini socio sanitari e che dovrebbe andare ricompresa sotto il neologismo “Ius Sulcis”, inteso come pieno diritto della nostra popolazione alla salute e massima fruizione di servizi e prestazioni di cura ed assistenza esattamente come garantito all’area metropolitana cagliaritana. Invece la lotta è parcellizzata, a macchia di leopardo, per l’orticello sotto casa piuttosto che per la prateria sterminata del nostro territorio, per il primato di una città sull’altra, per la difesa di un ospedale “comunale” mentre l’altro ospedale “comunale” va a fondo tra le rispettive indifferenze, per la distinzione tra lavoratori della dirigenza rispetto a quelli del comparto come se non frequentassero gli stessi ambienti di lavoro, per l’emergenza urgenza piuttosto che la routine e le attività programmate. Si tappa da una parte e si apre una falla dall’altra.»

Lo scrive, in una nota diffusa poco fa, Graziano Lebiu, presidente dell’Ordine Professioni Infermieristiche Carbonia Iglesias.

«Sul tavolo del confronto chi può, o teorizza un reset a tutto campo o le ristrutturazioni in economia, che via via concederanno, o non risolveranno nulla interventi tampone e di facciata aggiunge Graziano Lebiu -. È necessario provare ad allargare il cerchio delle manifestazioni che si stanno susseguendo da più parti e da più convocazioni, unire e non dividere e cercare di presenziare e solidarizzare oltre e sotto tutte le insegne di tutta la Asl Sulcis. Ma solo con l’effettiva mobilitazione di tutti i Sindaci e degli abitanti del Sulcis Iglesienteconclude Graziano Lebiu ci potrà essere una possibilità di risoluzione dei gravissimi problemi negli ospedali che appartengono appunto a tutta popolazione e non solo alle città che li ospitano.»

 

Sono 2.491 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 7.343 tamponi eseguiti, 159 diagnosticati da molecolare, 2.332 da antigenico. 

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 7 (-1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 124 (+2).

Sono 23.738 le persone in isolamento domiciliare (+970).

Si registra il decesso di uomo di 61 anni ed una donna di 64 anni, entrambi residenti nella Città Metropolitana di Cagliari.

La dottoressa Giuliana Campus, direttore generale della ASL Sulcis ha convocato i 23 sindaci dei Comuni della conferenza socio sanitaria ad un incontro in videoconferenza che si terrà dalle ore 15.30, per un aggiornamento sulla situazione del Pronto Soccorso, precipitata nei giorni scorsi con la chiusura del Pronto Soccorso dell’ospedale CTO di Iglesias e la concentrazione delle prestazioni di emergenza ed urgenza nel Pronto Soccorso dell’Ospedale Sirai di Carbonia.

McDonald’s, nota catena di ristorazione, ha pubblicato nuovi annunci di lavoro per l’assunzione di 100 figure soprattutto addetti alla Ristorazione, da inserire presso gli oltre 600 ristoranti presenti sul territorio nazionale. Gli addetti Ristorazione – Crew di Cucina e di Sala, dovranno gestire le richieste dei clienti, preparare prodotti di qualità, collaborare con i colleghi, saper gestire una cucina professionale e un’attività di ristorazione, accogliere e supportare i clienti nella scelta dei diversi menù e impegnarsi affinchè possano vivere un’esperienza piacevole all’interno dei ristoranti; Gestori del Ristorante, che dovranno svolgere le procedure operative del ristorante, mantenere gli standard di sicurezza, igiene e qualità del prodotto, supervisionare e coordinare tutte le postazioni (cucina, cassa, delivery, magazzino), organizzare la formazione dei nuovi collaboratori e gestire l’organizzazione del ristorante e delle squadre durante le fasce orarie della giornata; Junior Accountant, che dovranno inserire nel sistema contabile le fatture, effettuare le scritture relative ai corrispettivi e la chiusura contabile mensile, fornire supporto e assistenza contabile ai ristoranti, contabilizzare e verificare gli accantonamenti dei costi mensili dei ristoranti interfacciandosi con le altre funzioni aziendali coinvolte. Inoltre, McDonald’s offre opportunità di stage per addetti Controllo aziendale, che dovranno affiancare i tutor aziendali in tutte le attività afferenti il controllo di gestione retail analizzando il conto economico dei ristoranti, le differenti voci del conto economico e di investimento. Oltre al possesso del diploma e della laurea, i candidati devono avere ottime doti relazionali, spiccato orientamento al cliente e al lavoro di squadra, flessibilità, disponibilità, proattività, buone capacità organizzative, di sintesi e di analisi, predisposizione alla leadership, ottima organizzazione del lavoro, saper lavorare in gruppo etc.

Per verificare le figure ricercate… 

L’articolo completo è consultabile nel sito: http://diariolavoro.com/mcdonalds_3.html .

 

Dopo tante incertezze, arrivano finalmente le risorse per portare avanti i progetti del Centro ricerche Sotacarbo che opera nel sito della Grande Miniera di Serbariu, a Carbonia. Si tratta di un finanziamento nazionale di 12 milioni di euro per recuperare i locali dell’ex ufficio tecnico e per realizzare un laboratorio avanzato di valenza internazionale per la produzione di idrogeno e altri combustibili da energia rinnovabile. Il progetto è stato presentato da Sotacarbo, capofila di una partnership che comprende il Comune di Carbonia, Crs4, Imi Remosa, le Università di Cagliari, di Sassari e della Campania “Luigi Vanvitelli”.

«Un importante riconoscimento da parte dell’Agenzia per la Coesione territoriale, che evidenzia la solidità e l’innovazione della proposta progettualeha sottolineato il presidente della Regione, Christian Solinas -. La Sardegna diventa un punto di riferimento per l’intero bacino del Mediterraneo occidentale, area col maggior potenziale di crescita della domanda di idrogeno, grazie anche ai notevoli margini di sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. Il finanziamento contribuirà al recupero della Grande miniera di Serbariu e premia il ruolo strategico di Sotacarbo nel sistema regionale di ricerca, anche grazie alla partecipazione ad alcune sfide progettuali che concorrono a disegnare un nuovo modello di sviluppo per la nostra Isola. Un tassello importante per l’avvio in Sardegna di un’economia dell’idrogeno che possa creare nuove opportunità di sviluppo e occupazione, oltre che un eccellente risultato che conferma la validità dei recenti provvedimenti della Giunta regionale per implementare il Centro ricerche Sotacarbo, affinché svolga appieno il ruolo di coordinamento delle attività di preparazione alle politiche regionali della transizione energetica e per lo sviluppo delle tecnologie low carbon.»

Il progetto “Recover” (Riqualificazione di edifici minerari per la creazione di un polo di innovazione su idrogeno e combustibili verdi) è risultato terzo tra i 27 progetti finanziati dall’Agenzia, sui 146 ammessi alla valutazione finale del bando per la creazione di ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno. Si tratta dell’unico progetto finanziato per la Sardegna, tra gli otto presentati da enti di ricerca e università isolane.

«Siamo particolarmente orgogliosi per il brillante risultato raggiunto, che dimostra ancora una volta quanto sia importante il gioco di squadra a livello territorialeha commentato Giacomo Cao, amministratore unico del Crs4 -. Contribuiremo alla progettazione della micro-rete per la gestione dell’accumulo dell’idrogeno finalizzato all’autosostentamento energetico dell’edificio interessato al progetto.»

«La valutazione degli esperti premia il gran lavoro dei ricercatori Sotacarboha aggiunto Mario Porcu, presidente della Sotacarbo -. Il Progetto è il primo contributo per far diventare la Sardegna una regione caratterizzata da sistemi energetici a emissioni zero, fondamentali per la transizione energetica dell’Isola. E’ finalizzato a sviluppare l’accumulo di energia rinnovabile e la decarbonizzazione di settori ‘hard to abate’, come trasporti pesanti e industrie basate sulle fonti fossili, passaggi imprescindibili per raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica.»

«Fin dal giorno del mio insediamentoha commentato il consigliere regionale Fabio Usai -, ho sostenuto fortemente le attività della Sotacarbo, sapientemente indirizzate dalle scelte del suo competente manager Mario Porcu, con la consapevolezza della sua importanza in ambito tecnologico: sia per le straordinarie professionalità locali ivi impiegate, che per i risultati conseguiti e ampiamente riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale; finanche da diversi governi stranieri tra cui quello Statunitense con cui la società carboniense intrattiene proficui rapporti di collaborazione. Questo nuovo finanziamento, che si aggiunge a quelli conseguiti negli anni precedenti conclude Fabio Usai -, testimonia l’attenzione delle istituzioni verso la Sotacarbo, nonché la sua strategicità per la tipologia di attività di ricerca scientifica portata avanti nell’ambito delle nuove forme di produzione energetica, soprattutto alla luce del grande processo di transizione ecologica avviato da anni nel pianeta.»

Soddisfazione per il finanziamento, infine, è stata espressa anche dal sindaco di Carbonia, Pietro Morittu.

Il sindaco di Carbonia, Pietro Morittu, stamane ha sollecitato i vertici della Sanità, rispettivamente Asl n. 7, Ares e Assessorato regionale, a valutare tutte le opzioni possibili per risolvere la carenza dei medici di Medicina generale con soluzioni anche temporanee in vista dell’estate, «un modo anche per diminuire conseguentemente gli accessi al Pronto Soccorso».

Quello di Pietro Morittu non è un semplice appello, perché sottopone anche alcune proposte in merito.

«Chiedoscrive nella lettera Pietro Morittu considerata la situazione che si sta vivendo, un intervento repentino sulle procedure di sostituzione e chiedo altresì di prendere in considerazione alcune soluzioni come, per esempio, l’aumento dei massimali dei pazienti da 1.500 a 1.800 per ogni medico di base in servizio sul territorio. Aggiungo di valutare eventualmente la richiesta di disponibilità dei medici in pensione per prestazioni nelle Guardie mediche diurne per attività di Medicina generale.»

«Auspicoha aggiunto Pietro Morittu che l’interlocuzione tra noi Sindaci, Ares e Assessorato sia continua e finalizzata a trovare risposte immediate. Nei prossimi giorni continueremo come Amministratori a intraprendere iniziative comuni per trovare una quadra.»

A questo proposito, il presidente del Consiglio comunale di Carbonia, Federico Fantinel, di concerto con il sindaco Pietro Morittu, ha convocato la conferenza dei capigruppo per venerdì 1 luglio, alle ore 14,30, sulla situazione della sanità territoriale.

Grande impennata dei contagi da Covid-19 in Sardegna, sono ben 3.566 i nuovi positivi accertati su 10.856 tamponi eseguiti, 238 diagnosticati da molecolare, 3.328 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 8 (+1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 122 (-3).

Sono 22.768 le persone in isolamento domiciliare (+1.916).

Si registrano 3 decessi: due uomini di 68 e 77 anni, ed una donna di 82 anni, tutti residenti nella provincia di Oristano.

Domani, mercoledì 29 giugno, un tratto della strada statale 126 “Sud Occidentale Sarda” sarà temporaneamente chiuso al traffico, a Carbonia, per consentire le operazioni di collaudo di un sovrappasso all’altezza del km 14 da parte della società ‘Portovesme Srl’.

Il provvedimento sarà in vigore nella fascia oraria compresa tra le 9.00 e le 15.00, tra il km 13,600 ed il km 14,800, con deviazione del traffico lungo la viabilità urbana di Carbonia.

Il provvedimento è necessario nell’ambito degli interventi di realizzazione del Cammino minerario di Santa Barbara.