5 December, 2022
Home2022Settembre (Page 14)

Sono 180 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 2.219 tamponi eseguiti, 25 diagnosticati da molecolare, 155 da antigenico.

I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 6 (+1).

I pazienti ricoverati in area medica sono 81 (+1).

Sono 6.602 le persone in isolamento domiciliare (+59).

Si registra il decesso di un uomo di 80 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari.

Con deliberazione commissariale n. 29 del 29 agosto c.a., il Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna ha istituito il Premio Ambiente denominato “Bilancelle”, una delle attività tese a promuovere, sostenere e sviluppare eventi ed iniziative promozionali nei territori del Parco all’interno dell’art. 2 (Finalità e attività del Parco) del decreto istitutivo, che recita, al comma 2 lettera f) “promuovere, sostenere e sviluppare nel quadro dello sviluppo sostenibile attività di formazione e di ricerca scientifica e tecnologica nei settori delle georisorse, dei materiali innovativi, dell’ambiente, del patrimonio culturale e del paesaggio…”.
Questa attività è ben descritta al punto C2.6 “Premio Ambiente/Borse di studio/Premio tesi di laurea” della Relazione programmatica 2022, contenente le linee di indirizzo per il triennio 2022-2024.
La denominazione del premio trae origine dal ruolo svolto dalle “bilancelle” nel mare sulcitano nel periodo dell’epopea mineraria, condotte da equipaggi composti dai cosiddetti “battellieri” e “galanzieri”, specializzati nel trasporto della galena, minerale piombifero estratto nelle miniere del sud ovest sardo. Insieme ai “battelli”, di più grandi dimensioni (oltre i 10 metri), costituivano il mezzo principale di trasporto via mare di merci e materiali vari, in particolare il minerale estratto nelle miniere dell’iglesiente e dell’arburese, dalla fine del 1800 fino alla prima metà del 1900.
Un riconoscimento dal carattere fortemente identitario della storia mineraria della Sardegna, con i siti minerari inseriti all’interno di uno straordinario paesaggio, attraverso l’istituzione di un premio da assegnare a singole personalità, associazioni e organizzazioni che operano nel settore storico minerario, culturale, economico e della sostenibilità ambientale e che si distinguono a livello nazionale ed internazionale per capacità, competenza e professionalità.
Lo scopo del premio è quello di riconoscere il merito di persone o/e organizzazioni che, attraverso la propria attività, hanno contribuito a diffondere la conoscenza del sistema minerario della Sardegna, a difendere e tutelare il patrimonio minerario, naturale e ambientale, la sua sostenibilità storica, sociale e culturale.

Lettera aperta di una cittadina del Sulcis, Liliana Piras, al neo direttore sanitario della Asl Sulcis, Andrea Solinas, sullo stato di grave crisi in cui versa il sistema sanitario pubblico, nello specifico per la drammatica carenza dei medici di base.

Il testo integrale.

Questa mail l’ho inviata alla direzione sanità sarda e desidero informarne anche Lei, dott. Andrea Solinas che, subentra nella sanità del Sulcis e si fa carico delle incombenze di questo territorio, non ho altro da aggiungere se non augurarle un buon lavoro, e per buono intendo responsabilità dei bisogni delle persone non dei numeri, di vero servizio, perché chi è grande e non si piega al piccolo in realtà è un misero.

***

Spett.le Regione Sardegna

Mi rivolgo a Lei, direttore della sanità sarda, come semplice assistita da questo ente sanitario nazionale.

Il disagio che stiamo vivendo da anni si è via via trasformato in un grido di aiuto da parte nostra. Il Sulcis è ormai un territorio privo di risorse, di speranza, di futuro, privo di giovani. Siamo una popolazione di anziani, di vecchi, di persone che hanno lavorato una vita e che molto spesso si ritrovano malati, portatori di tante patologie. In questo quadro desolante che, possiamo ben capire dati i tempi che viviamo; virus vari, guerre e varie malattie che si ripresentano a reclamare una prevenzione che non c’è stata o, se c’è stata, è ormai scaduta, dato che, i nostri tempi sono tempi in cui le razze e i popoli si sono spostati in cerca di fortuna. In questo quadro capiamo le difficoltà a trovare soluzioni eque, capiamo che è difficile reperire risorse, ma lasciare un territorio senza medici di base, è a dir poco scandaloso, non perché non capiamo, ma perché non capite il nostro disagio. Io e mio marito abbiamo settant’anni, siamo fortunati, non soffriamo di patologie gravi, ma tanti e tanti nostri conoscenti hanno questa difficoltà. Tanti anziani non hanno mezzi per spostarsi, tanti non hanno internet, perché non lo sanno usare, tanti non hanno telefonini all’ultimo grido, sono spaventati, sono preoccupati. Non basta dire andate in quel dato paese, o in quell’altro, spostarsi per loro è difficile, andare distanti da Carbonia per loro è problematico, perché magari lasciano a casa l’altro coniuge che magari è allettato, che ha difficoltà a muoversi. Io mi faccio carico di questo loro grido, anche stamattina alla guardia medica; dove mio marito si è recato per la mia ricetta, un ultro ottantenne era in fila dalle sette del mattino, è arrivato col pulmino cittadino, stanco, demotivato, per avere le sue medicine salvavita. Non si può chiedere a quest’uomo che a Giba o a Narcao o dove ti pare c’è un medico, è assurdo, non lo capite l’assurdità di uno Stato che non è in grado di prendersi cura dei deboli? Dei fragili? Spero vivamente che facciate il possibile per sopperire a questo grande disagio, vi ringrazio se lo farete, se come Stato vi sentirete responsabili di un popolo che è stato affidato alle vostre capacità ma anche, perché no, al vostro cuore, alla vostra coscienza civile.

Con rispetto

Liliana Piras

“A pesca di rifiuti” a Spiaggia Grande, per una Calasetta “Accessibile e Sostenibile”. Domenica scorsa si è svolta un’iniziativa curata da Isula Fishing Club Sardinia, in collaborazione con il comune di Calasetta e i contributi di Regione Sardegna, Fondazione di Sardegna, Associazione Enti locali per le attività culturali e di spettacolo, CPS, Teatro Musica, Touring Club Italiano, Fondazione MACC, Mare Vivo.

Pescatori sportivi e volontari sono stati protagonisti dell’evento, dedicato al mondo della pesca sportiva e dell’ecologia, che ha simulato le dinamiche tipiche di una gara di pesca subacquea. Le prede, sono stati i rifiuti presenti sul fondale marino. Al termine della raccolta i partecipanti sono stati premiati in base al maggior numero di rifiuti. Premi anche per chi ha pescato l’oggetto/rifiuto più particolare e per il partecipante più giovane.

Nadia Pische ha intervistato due rappresentanti di Isula Fishing Club Sardinia e l’assessore dell’Ambiente del comune di Calasetta, Roberto Sinzu.

Sono stati consegnati ieri, nella sede della Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara i testimonium ai pellegrini svizzeri Jean-Luc Watter e Paolo Gervasi di Zurigo per aver percorso più di 200 chilometri lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara.

Lo stupore per la bellezza dei paesaggi e la suggestione per aver camminato sottoterra per quasi un chilometro nella Grotta di San Giovanni, a Domusnovas, sono state le motivazioni principali che hanno indotto i due pellegrini svizzeri a dichiarate che presto torneranno in Sardegna per completare la percorrenza dell’intero Cammino Minerario di Santa Barbara.

Con l’avvio imminente dell’anno scolastico 2022/2023, il Servizio Scuolabus del comune di Carbonia, come pubblicato sul sito istituzionale dell’Ente lo scorso 26 agosto, sarà operativo da mercoledì 14 settembre. Il servizio mensa decorrerà dal prossimo 26 settembre.

Il ritorno tra i banchi è previsto lunedì 12 settembre negli istituti cittadini che ne hanno deliberato l’anticipo, negli altri il 14 settembre, come da calendario scolastico regionale.

«Tutti i dirigenti e tutto il personale della scuola ha spiegato l’assessora della Pubblica Istruzione, Antonietta Melassono attivamente impegnati nella preparazione e predisposizione di quanto è necessario per accogliere al meglio gli alunni a cui auguriamo un buon inizio d’anno scolastico.»

Sono 259 i nuovi positivi al Covid-19 in Sardegna su 2.133 tamponi eseguiti, 11 diagnosticati da molecolare, 248 da antigenico.

E’ rimasto invariato il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 5.

I pazienti ricoverati in area medica sono 80 (+3).

Sono 6.543 le persone in isolamento domiciliare (-305).

Si registra il decesso di un uomo di 81 anni, residente nella provincia di Sassari.

 

Considerata l’affluenza ed il numero di prenotazioni, in un’ottica di ottimizzazione del servizio, l’ASL Sulcis ha deciso di rimodulare i giorni di attività dell’Hub vaccinale alla Miniera di Serbariu, a Carbonia. Il servizio sarà attivo soltanto il sabato dalle ore 9.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.
A breve partiranno le somministrazioni dei nuovi vaccini bivalenti adattati che hanno ottenuto il via libera di Ema e Aifa e che saranno destinati prioritariamente ai richiami per over 60, fragili e operatori sanitari e donne in gravidanza. L’Asl Sulcis è in attesa della circolare ufficiale con i dettagli sulla somministrazione.

Ancora tanto folklore, tradizione e sapori tipici stasera, sabato 10 settembre 2022 nel centro cittadino, dove si apriranno le danze per la manifestazione “Totus in pratza”.
L’inizio è previsto alle ore 19.00, con l’apertura degli stand culturali, folkloristici ed agro-gastronomici del
Sulcis, che saranno posizionati in via Manno e con l’attesa esibizione dei gruppi folk.

Alle 21.30 nell’anfiteatro di piazza Marmilla, infatti, si potrà assistere alle coreografie dei balli folkloristici sardi sulcitani.
Si esibiranno: gruppo folkloristico Santa Giuliana di Serbariu, gruppo folkloristico Is Messaius di Sant’Isidoro, gruppo folkloristico – Pro Loco di San Giovanni Suergiu, Gruppo folkloristico da Masainas. Gran finale con il Coro Polifonico Maschile Sulcitano.

La manifestazione è stata realizzata grazie alla collaborazione attiva tra Regione Sardegna, Comune di Carbonia, Pro Loco di Carbonia, Associazioni Folkloristiche e Culturali del territorio Sulcitano e l’Associazione Campagna Amica di Cagliari con le realtà agro-alimentari sulcitane.

Rafael Monteiro, originario di San Paolo (Brasile), dov’è nato 32 anni fa (il 21 aprile 1990), è arrivato in Italia nella stagione 2013/2014, per giocare in serie D con il Potenza, e non ha più lasciato “Il Bel Paese”. Da allora ha quasi sempre giocato nel campionato di Eccellenza regionale, cambiando squadra ogni stagione. In termini di goal segnati, i due campionati migliori li ha disputati tra il 2015 ed il 2017, con le maglie di Rossano e Luzzese Calcio 1965, con le quali ha realizzato rispettivamente 16 e 17 goal.

Nell’estate del 2021 è arrivato in Sardegna, a Budoni, ancora in Eccellenza, dove ha ritrovato una buona vena realizzativa, mettendo a segno 9 goal. Due mesi fa, con l’arrivo a Budoni di Giuseppe Meloni, ha lasciato la squadra gallurese per approdare all’Iglesias, neopromossa in Eccellenza. In avvio, sembrava dovesse diventare un “matrimonio duraturo”. Rafael Monteiro è andato in goal nel derby di ritorno di Coppa Italia contro il Carbonia (ha realizzato il 3 a 0 prima del riposo, risultato che a metà gara aveva rimesso in parità i conti per la qualificazione ai quarti di finale, poi conquistata dal Carbonia grazie al goal di Andrea Porcheddu), ma dopo le prime partite di campionato qualcosa nel rapporto con la società si è incrinato e le parti sono arrivate alla separazione.

Il presidente del Carbonia Stefano Canu ha preso la palla al balzo, lo ha contattato e sono bastate poche ore per trovare l’accordo.

Rafael Monteiro, 32 anni, arriva al Carbonia in una squadra di giovanissimi. L’undici iniziale sceso in campo nella vittoriosa partita infrasettimanale di Villacidro aveva un’età media di 20,91 anni. La coppia d’attacco era formata da due 17enni, Nicola Muscas e Lorenzo Sartini, con a centrocampo un altro 17enne, Christian Fidanza. Rafael Monteiro, oltre alle indubbie qualità tecniche, porta con sé un bagaglio d’esperienza che potrebbe tornare molto utile alla squadra di Diego Mingioni che, comunque, conserverà sempre la sua filosofia di squadra giovane, costruita per valorizzare i tanti promettentissimi prodotti del vivaio che da anni mietono successi nei campionati di categoria e nella Coppa Santa Barbara.

Rafael Monteiro farà il suo esordio con la nuova maglia domenica pomeriggio, nella partita casalinga con il Ghilarza. Questo pomeriggio ha svolto il primo allenamento allo stadio “Carlo Zoboli”, al termine del quale mi ha rilasciato la prima intervista da attaccante del Carbonia Calcio.

Giampaolo Cirronis