13 April, 2021
Home2019Aprile

[bing_translator]

«Repetita iuvant: sono sempre più insistenti le “vocine” che portano al Game Over per il Polo energetico ed industriale di Portovesme. E no, nonostante non si parli d’altro, l’Europa non ha colpe che invece stanno tutte nel “bel Paese” e, soprattutto, nella “mandronia” del gruppo dirigente locale e regionale. Il tempo non è mai una variabile indipendente e le stalle, quando se ne ha il sentore, si deve fare di tutto per provare a chiuderle prima che i buoi siano scappati. In caso contrario le colpe sono e saranno sempre di chi neanche ci prova a combattere per fatalismo, rassegnazione, incompetenza o semplicemente per non avere (scusate l’inglesismo) “rotture di coglioni”.»

Roberto Puddu, ex segretario generale della Camera del Lavoro CGIL del Sulcis Iglesiente, ha commentato così, su Facebook, le notizie riguardanti l’annunciata chiusura entro il 2025, delle centrali a carbone, che in mancanza dei tempi necessari per la conversione della Centrale Grazia Deledda a metano (non disponibile), porterebbe “inevitabilmente” alla chiusura dell’intero polo industriale, con conseguenze drammatiche per il territorio.

[bing_translator]

«I problemi della Sassari-Olbia sono ben noti e ne ho parlato lungamente in campagna elettorale criticando i ritardi e le criticità accumulate negli ultimi anni.»

Così il presidente della Regione, Christian Solinas, replica al consigliere regionale del M5S, Roberto Li Gioi.

«Per questo in qualità di commissario governativo per la realizzazione dell’opera – aggiunge Christian Solinas – sono al lavoro fin dal mio insediamento per garantire il più celere completamento dell’opera e il rispetto e la tutela delle tante aziende sarde che finora hanno pagato dolorosamente scelte in linea con il cosiddetto “gigantismo degli appalti” a solo vantaggio di grandi aziende provenienti da oltremare.
Evidentemente – conclude il presidente della Regione – sfugge all’onorevole Li Gioi che la vicenda della composizione dell’attuale Giunta regionale non ha alcun rilievo rispetto agli attuali problemi.»

[bing_translator]

Dal 1995 continuano a sperimentare e a contaminare, distaccandosi dai confini che inquadrano i generi artistici ma al contrario ispirandosi trasversalmente a diverse fonti, dal punk americano alla post-industrial, fino alla ricerca musicale nel campo dell’elettronica, le opere e alle teorie di personaggi come William Burroughs ed il suo cut-up letterario, o l’avanguardia musicale di John Cage, per poi rielaborarlo verso nuove frontiere possibili. Percorsi artistici sempre diversi che trovano nell’utilizzo delle nuove tecnologie un ottimo supporto per il proprio percorso di indagine, in cui la componente testuale e poetica si fonde alla ricerca sonica e alle arti visive e performative, il cinema e la musica. Machina Amniotica, il progetto in continua evoluzione di musica, immagini e poesia in attività da più di venticinque anni con innumerevoli produzioni nata dal sodalizio artistico tra Roberto Belli (nihilNONorgan, voce), Arnaldo Pontis (SystemShutdown, morbide macchine), Marco Rocca (mar.core, chitarra) e Paola Cireddu (Ripley8, basso) ritorna con un concerto dal vivo il 3 maggio al Fabrik Club in via Mameli 216 a Cagliari, inizio alle ore 22.00. Un evento per i fan della formazione cagliaritana tra le più apprezzate della scena musicale sarda, le cui esibizioni live sono piuttosto rare. Ingresso 5 euro con tessera CSAIN in formato cartaceo o digitale.

Un concerto di musica live e immagini video (spezzoni di film e inediti) che vede brani originali e rielaborati della band, nei quali, su tappeti strumentali tradizionali ed elettronici, si innestano testi in italiano, a volte recitati, di profondità poetica. In scaletta anche alcune cover selezionate (Velvet Underground e Pink Floyd). Performance di poesia, installazioni, interpretazioni performatiche, sonorizzazioni per film, video, immagini, concerti: la loro espressione si risagoma a seconda del territorio da percorrere, da attraversare, da interpretare, fino a disegnarne una planimetria nuova. «Machina Amniotica ha sempre uno scopo, da più di venticinque anni a questa parte: quello di esplorare, di formare, di fondare il nostro mondo dell’espressione, dirigendoci svelti e attenti come in una corsa su un piano inclinato, salendo e sprofondando, come in una vertigine capovolta», spiega Roberto Belli, voce e testi.

[bing_translator]

Il presidente Solinas questa mattina ha incontrato le organizzazioni sindacali del Sulcis Iglesiente sulla vertenza Sider Alloys.

La delegazione era composta da Rinaldo Barca e Elvio Muscas in rappresentanza della FSM-CISL, Roberto Forresu e Bruno Usai in rappresentanza della FIOM-CGIL, Renato Tocco della UILM-UIL, ed Angelo Diciotti in rappresentanza della FLM-Uniti CUB e dal consigliere regionale Fabio Usai (PSd’Az).
Le organizzazioni sindacali hanno esposto al presidente le criticità legate all’erogazione della mobilità in deroga per le aree di crisi complessa. Inoltre, sono stati rappresentati i problemi relativi alla ricerca di una soluzione per la fornitura energetica per lo stabilimento ed alla conoscenza del piano industriale dell’azienda finalizzato al riavvio dello stabilimento. Il presidente ha preso atto delle richieste e ha dato ampia disponibilità perché sia velocizzato l’iter burocratico per l’erogazione della mobilità. Il capo della Giunta – che ha apprezzato il clima positivo dell’incontro e la determinazione dimostrata dai lavoratori nella vertenza – ha, inoltre, manifestato la ferma volontà di essere accanto ai lavoratori e alla loro rappresentanza all’incontro che si terrà al MISE il prossimo 9 maggio. Il presidente Solinas – in conclusione – ha assunto l’impegno di seguire costantemente la vertenza sino alla sua conclusione, in quanto la Regione è parte attiva dell’investimento.

Sull’intero polo industriale intanto, pende la “spada di Damocle” della chiusura della Centrale Grazia Deledda nel 2025! Il Governo, infatti, ha confermato che la scadenza del 2025 per la chiusura delle centrali a carbone è irreversibile e tra i lavoratori cresce la preoccupazione.

«Come stiamo dicendo da tempo ed abbiamo ribadito anche in assemblea  – dice Antonello Pirotto, della RSU Eurallumina – occorre una forte risposta unitaria a livello regionale, con il governatore Christian Solinas a sostenere a Roma la specificità sarda sul tema energia. I sindacati hanno chiesto un incontro il 16 aprile sul tema generale ed il 23 specifico su Eurallumina. L’assenza dell’assessore dell’Industria (non ancora nominato dal presidente Solinas, n.d.r.) è un handicap.»

[bing_translator]

Domenica 9 giugno, a Carbonia, si svolgerà la “Festa del Volontariato”, in concomitanza con l’82° anniversario della posa della prima pietra della città di Carbonia.

«E proprio per il 9 giugno l’Amministrazione comunale di Carbonia invita le associazioni cittadine a prendere parte, insieme a tutti i loro iscritti, a una giornata all’insegna dei valori del volontariato, della solidarietà e della filantropia. Valori che dovrebbero rappresentare la stella polare a cui affidarsi in un contesto sociale caratterizzato sempre più da un’esaltazione dei valori individuali ed egoistici», ha detto il sindaco Paola Massidda.

«Al fine di stilare un programma da attuare in vista della Festa del Volontariato – ha aggiunto l’assessore dei Servizi sociali, Loredana La Barbera -, abbiamo organizzato un incontro che si svolgerà giovedì 9 Maggio alle ore 18 nella sala polifunzionale di piazza Roma. In quella sede, le associazioni potranno portare al tavolo della discussione tutte le loro proposte atte a garantire la buona riuscita dell’evento.»

[bing_translator]

Sabato 4 maggio, dalle ore 8.30, Iglesias sarà interessata da un’esercitazione di protezione civile, che riguarderà le frazioni di Bindua e San Giovanni Miniera, con la simulazione di un rischio idrogeologico elevato.

L’esercitazione avrà come protagonisti i cittadini e tutte le forze di protezione civile, che simuleranno nel dettaglio le operazioni relative alla messa in sicurezza e all’incolumità delle persone.

In occasione di questo evento, verrà testata anche la app InforMAPP, un’applicazione scaricabile gratuitamente dallo Store Android ed Apple: i cittadini, in questo modo, saranno sempre informati sulle eventuali emergenze di protezione civile nel nostro Comune.

La registrazione, dopo il download, prevede un semplice log in, identificando il Comune di residenza dell’utente.

[bing_translator]

Quattro giornate fitte di incontri e presentazioni letterarie, mostre, concerti e altro ancora: dal 6 al 9 giugno ritorna Licanìas, il festival di casa a Neoneli (OR), una manifestazione cresciuta nel tempo fino a ritagliarsi uno spazio di rilievo nel panorama delle iniziative culturali in Sardegna.
L’appuntamento promosso dall’Amministrazione comunale del piccolo ed antico paese del Barigadu si sposta dunque, ed è una novità significativa, dal consueto periodo di inizio autunno alla tarda primavera; resta invece fissata per i primi di ottobre Sa Fregulada, la rassegna enogastronomica nel cui seno è nato e si è sviluppato nel corso degli anni Licanìas. Altra novità di rilievo, l’esordio del Premio Licanìas, un concorso letterario di narrativa per autori nati o residenti in Sardegna.
Da giovedì 6 a domenica 9 giugno, oltre quaranta ospiti, tra scrittori, giornalisti, musicisti e artisti, animeranno il centro storico di Neoneli, tra le piazze, le strade e le case in trachite, per un denso cartellone di appuntamenti che comprende anche una sezione dedicata ai giovanissimi alunni delle scuole primarie e secondarie.

[bing_translator]

Vista la discrezionalità regionale che ha creato macroscopiche diversità di organizzazione e di offerta dei servizi sanitari di emergenza urgenza, punti nascita, servizi territoriali, pronto soccorso, punti di primo intervento, servizi ospedalieri in aree periferiche e disagiate anche di stesse regioni, determinando di fatto disparità di trattamento che fanno venire meno l’uguaglianza sancita dall’articolo 32 della Costituzione, il deputato Chiara Gagnarli ha presentato lo scorso 4 aprile un’interrogazione parlamentare a risposta scritta al ministero della Salute N° 4/02662.

Chiara Gagnarli chiede al ministro della Salute  «se e quali siano le iniziative in atto nell’ambito della Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne, in merito al riequilibrio dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali nelle aree periferiche, ultra-periferiche, particolarmente disagiate ed insulari del Paese» e «se non ritenga opportuno promuovere un confronto in sede di Conferenza Stato-regioni allo scopo di correggere la situazione di disuguaglianza dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali in tali aree, anche attraverso una revisione del decreto ministeriale 2 aprile 2015, n. 70, che definisca puntualmente gli standard nazionali qualitativi, strutturali e tecnologici dei servizi sanitari ospedalieri e territoriali in queste aree».

[bing_translator]

Si è concluso il primo incontro del tavolo tecnico sulle emergenze convocato dall’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu. Al vertice, svoltosi stamane nei locali dell’assessorato della sanità, hanno partecipato i direttori generali e tutti i responsabili del sistema regionale di emergenza e urgenza (EMUR). Obiettivo della riunione, l’analisi delle complessità e criticità sul territorio, direttamente collegate ai servizi di pronto soccorso, e l’individuazione di possibili soluzioni.

«È l’inizio di un percorso. Ci troviamo davanti alla necessità di far fronte a una carenza di personale dovuta, principalmente, a una mancata programmazione. Un problema ereditato – spiega l’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu – che ora ci troviamo ad affrontare con una certa urgenza.»
Allo studio non solo soluzioni di lungo periodo: «In vista della stagione estiva, che avrà un impatto sul nostro sistema sanitario – conclude Mario Nieddu – stiamo lavorando per dare risposte al territorio nel breve e medio periodo e garantire, sia nelle zone costiere, sia nelle aree interne il miglior servizio possibile a cittadini e turisti».

[bing_translator]

Il Festival Culturale Liberevento, giunto quest’anno all’ottava edizione, è uno stimolante omaggio alla letteratura e alla cultura, articolato in diversi appuntamenti in cui gli autori, scelti ogni anno tra i più noti scrittori del panorama letterario e giornalistico nazionale sono invitati a presentare le proprie opere e a dialogare sulle tematiche da loro trattate. All’amore per la lettura si affiancano, di volta in volta, eventi collaterali legati ad altri comparti culturali, come la musica, l’arte, il teatro, la danza ed il cinema.
Non mancano inoltre gli appuntamenti riservati ai più piccoli e ad alcune categorie svantaggiate, attraverso laboratori di lettura e scrittura creativa e presentazioni di libri.
La direzione artistica è affidata al poeta Claudio Moica ed il coordinamento degli eventi musicali al maestro Fabio Furia.
Organizza l’Associazione Culturale Contramilonga.
Giovedì 2 e venerdì 3 maggio 2019, grazie alla collaborazione con la Biblioteca Comunale di Gonnesa ed il Sistema Bibliotecario Interurbano del Sulcis, la scrittrice Emanuela Nava presenterà il suo ultimo libro “Io e Mercurio” (Piemme 2018) davanti al giovanissimo pubblico di lettori delle Scuole Primarie degli Istituti Comprensivi Gonnesa-Portoscuso e di Narcao.
Gli appuntamenti sono realizzati nell’ambito di Liberevento Special 2019.