27 October, 2021
HomePosts Tagged "Noha Ade"

È stata molto apprezzata dal pubblico la prima serata della terza edizione della Rassegna Cinematografica AngoLazioni – visioni di donne fra Sardegna e Africa, organizzata dall’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo e dall’Amministrazione Comunale di Sant’Anna Arresi, il finanziamento della Fondazione di Sardegna, con la sponsorizzazione di “Cantina Mesa” ed il supporto logistico dell’ANSPI di Sant’Anna Arresi.

La giornata di inaugurazione, che ha fatto registrare un’importante partecipazione di pubblico, è stata introdotta dai saluti del direttore Artistico Mohamed Challouf, della sindaca Teresa Diana e dell’assessora della Cultura Elisabetta Rossu. Nel loro intervento tutti e tre hanno condiviso la necessità di far incontrare mondi apparentemente lontani ma che in realtà condividono la voglia di emergere dell’universo femminile. Nell’introduzione è emersa anche l’importanza di come piccoli centri della Sardegna sentano l’esigenza di organizzare eventi culturali che si assumono l’impegno di far conoscere punti di vista e parti del mondo spesso, troppo spesso, sottovalutati. La prima giornata è proseguita con la presentazione del libro di Massimo Dadea ,“Stella”, che nel suo romanzo racconta la storia delle donne sarde della seconda metà del secolo scorso. Nel corso della presentazione lo scrittore ha fatto riferimento al movimento degli anni ’70 ribadendo come, anche se molte lotte di quegli anni sono state perse, ai giorni nostri il movimento delle donne ancora resiste e continua a rivendicare i diritti e l’emancipazione dell’universo femminile. Al termine della presentazione sono stati proiettati i cinque cortometraggi in programma (“La pelote de laine” di Fatma Zohra Zamoun – Algeria; “Into reverse” di Noha Adel – Egitto, “Deweneti” di Dyana Gaye – Senegal,A place for my self” di Marie Clèmentine Dusabejambo – Ruanda e “Brotherhood” di Meryem Joobeur – Tunisia) che hanno suscitato molto interesse e molta curiosità all’attento pubblico presente.

Nella serata di oggi giovedì 9 settembre, alle 21 presso il Centro di Aggregazione Sociale, si inizierà con la presentazione del libro “Le stazioni della luna” della scrittrice Italo-Somala Ubah Cristina Ali Farah. Sarà proprio la scrittrice, presente in sala, ad aiutarci ad entrare nel suo “universo”, conoscere meglio la sua sensibilità e la sua cultura e il suo profilo di “donna creatrice” del continente africano. La serata proseguirà con la proiezione dei cortometraggi di animazione e l’incontro con la loro regista, la Tunisina Nadia Rais. I corti in programma sono: “Ambouba”, “L’Mrayet”, “Sabaa Arwah” e “Briska”. Al termine dell’incontro con la regista si proseguirà con la proiezione del film-documentario “En Attendant les Hommes” di Katy Lena Ndiaye.