21 July, 2024
HomePosts Tagged "Pierangelo Spazzoli"

[bing_translator]

“Nuova Economia e Diritti Umani, dalla competizione alla cooperazione, per un nuovo sistema di produzione e ridistribuzione”: questo il titolo del congresso-laboratorio inserito nel cartellone del X Karel Music Expo, che oggi, dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 20.00) e domenica (dalle 10.00 alle 13.30) alla Sala Anfiteatro della Regione Autonoma della Sardegna (in via Roma, 253), dedica uno spazio ai temi economici e sociali, in linea con la sua filosofia di festival all’insegna della multidisciplinarietà e sensibile ai temi d’avanguardia.

Relatori, l’economista Nino Galloni, un passato di docente universitario e una lunga militanza nella pubblica amministrazione al ministero del Bilancio, dell’Economia e del Lavoro, ora sindaco INAIL e presidente del Centro Studi Monetari; Pierangelo Spazzoli, esperto in amministrazione di società di capitale, in economia aziendale e sviluppo e gestione di impresa; e Wolfgang Marongiu, ricercatore indipendente nell’ambito dei modelli economici d’innovazione e dei Diritti Umani.

Si partirà dall’analisi del fallimento del modello economico capitalistico mondiale, basato sulla valorizzazione del capitale esclusivamente monetario, per approdare al suo superamento e alla formulazione di nuove forme di economia e produzione di valore in linea con l’etica e la tutela dei diritti umani. 

La Nuova Economia dei diritti Umani poggia, infatti, le sue basi e i suoi principi sul valore umano, stravolgendo tutti i principi e i meccanismi su cui si fonda l’attuale iniqua economia. Alla base di questa nuova visione applicata sono i produttori – precipuamente del comparto agricolo ed alimentare e dei beni di prima necessità – ma anche il singolo cittadino autodeterminato, ognuno latore delle proprie competenze specifiche e del proprio capitale umano.

Attraverso il congresso-laboratorio sarà presentata, dunque, una formula completa – dinamica e verificata – di transizione dal capitalismo (il cui obiettivo sociale è la valorizzazione del capitale) al “dopo”, la situazione in cui il capitale si crea – e il lavoro in tutte le sue forme, anche creative, non trova più limitazioni alla propria funzione di rispondere alle esigenze sociali – attraverso il meccanismo dei tassi negativi.

nino-galloni