7 December, 2022
HomePosts Tagged "Salvatore Margiotta"

[bing_translator]

«Saremo presenti domani, giovedì 20 febbraio, negli aereoporti di Linate-Milano, Caselle-Torino, e Fiumicino-Roma, ai sit-in promossi dal Comitato per l’Insularita, con i nostri  striscioni per la continuità territoriale, e a sostegno della lotta dei lavoratori di Air Italy,  in appoggio agli incontri tra ministero dei Trasporti, Regione, Azienda e Sindacato.»
Lo ha detto Serafina Mascia, presidente FASI, Federazione Associazione Sardi in Italia.
«Ci preme anche sottolineare il nostro apprezzamento – ha aggiunto Serafina Mascia – per la conferma dell’impegno congiunto della ministra Paola De Micheli e del presidente Christian Solinas, per la proroga fino al 31 dicembre 2020 della continuità territoriale attuale, così come da noi chiesto in occasione del convegno nazionale di Saronno di sabato scorso, e in cui si erano espressi in questo senso il sottosegretario dei Trasporti Salvatore Margiotta e la vicepresidente della Regione Alessandra ZeddaLa proroga fino al 31 dicembre 2020, consentirà sicuramente una più approfondita analisi delle problematiche e la ricerca delle migliori soluzioni possibili, come da noi auspicato, anche attraverso il nostro coinvolgimento diretto in tutte le fasi della trattativa.»

[bing_translator]

«Con l’annunciata liquidazione di Air Italy, ancora una volta la questione trasporti da e per la Sardegna diventa emergenza drammatica da affrontare con urgenza e soluzioni certe, viste anche le imminenti scadenze delle convenzioni attualmente in vigore, sia per la continuità territoriale aerea (16 aprile) che per quella marittima (24 luglio).»

E’ quanto ha dichiarato Serafina Mascia, presidente nazionale della FASI, Federazione delle Associazioni Sarde in Italia, richiamando l’attualità e concretezza del convegno organizzato a Saronno per sabato 15 febbraio, alle ore 14,30, presso l’Hotel La Rotonda. Sarà una occasione di confronto e di analisi sulla questione della continuità territoriale, tra i sardi emigrati, esperti, imprenditori del turismo e dei trasporti, rappresentanti del Governo, del Parlamento e della Regione.

«Ci auguriamo vivamente ha aggiunto Serafina Mascia – che l’incontro di ieri a Bruxelles del presidente della Regione Solinas con la Commissione Trasporti della UE possa produrre risultati concreti e positivi in tempi rapidi.»

“Continuità territoriale per la Sardegna. L’impegno degli emigrati sardi in Italia”: questo il tema a centro del convegno di Saronno, a cui è stata confermata la partecipazione di Alessandra Zedda, vice presidente Giunta Regione Autonoma della Sardegna e di Salvatore Margiotta, sottosegretario di Stato al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I lavori si apriranno con i saluti di Serafina Mascia, presidente FASI, Luciano Aru, presidente del Circolo di Saronno e di Alessandro Fagioli, sndaco di Saronno. Sono previsti quindi gli interventi di Tonino Mulas, responsabile trasporti FASI; Gianfranco Fancello, docente di Sistemi dei Trasporti facoltà di Ingegneria, Università di Cagliari su “Modelli di continuità nell’Unione Europea”; Michele Cossa, presidente Commissione Insularità, Consiglio regionale della Sardegna su“Il principio di insularità nella Costituzione”; Paolo Manca, Presidente Federalberghi della Sardegna su “Continuità territoriale e turismo”; Andrea Frailis, Gruppo PD – Camera dei deputati su legge sulla continuità su ”Proposta di legge sulla continuità”; Gianni Marilotti, Gruppo 5 Stelle Senato della Repubblica su “Svantaggi dell’insularità e continuità territoriale”; Roberto Patrizi, Tirrenia; Ermanno Sereni, Sardinia Ferries; Laura Nadalini, Grandi Navi Veloci e Eleni Valoglou, Grimaldi.

Sono 700.000 circa i sardi che vivono con le loro famiglie nella penisola italiana e la questione dei collegamenti con l’isola è al centro dei loro interessi, per questo sono particolarmente sensibili alla questione della Continuità Territoriale e alla condizione di insularità della Sardegna: è una questione che interessa lo sviluppo infrastrutturale ed economico dell’isola e, a livello europeo, il principio di coesione.

«Il diritto alla mobilità dei sardi residenti, in primis – ha sottolineato Tonino Mulas, responsabile trasporti FASI – ma occorre affrontare e risolvere anche lo svantaggio dei sardi emigrati e di tutti coloro che vogliono raggiungere la Sardegna, oltre che per il trasporto delle merci. Richiediamo, pertanto, la massima attenzione della Regione e del Governo Nazionale affinché i sardi emigrati e le loro famiglie siano compresi nella fruizione della continuità territoriale marittima, come avviene attualmente.»

«Per il rinnovo della continuità aerea – ha aggiunto – la FASI resta del parere che la “continuità per tutti” sia la soluzione migliore per incoraggiare anche i segmenti di turismo ambientale e non solo balneare, dentro una riconversione “green”, in linea con la nuova idea di sviluppo della Commissione Ursula von der Leyen. Come pure resta importante la tanto disattesa CT2: la Sardegna è assolutamente sguarnita di voli da numerose regioni di interesse per gli operatori economici sardi, per gli studenti sardi fuori sede e per la presenza di comunità sarde. Per il rinnovo continuità marittima, siamo convinti che mantenere tutte le rotte attuali (Arbatax compresa) a prezzi calmierati sia vitale per la Sardegna.»

La scadenza del 24 luglio è vicina e taglia in due l’alta stagione turistica: la FASI chiede che il governo, per motivi di emergenza stagionale, possa ottenere dall’Unione Europea una proroga adeguata fino alla operatività del nuovo bando. La stesura della nuova convenzione dovrà coinvolgere la Regione Sardegna e con essa le forze politiche, sociali ed economiche dell’isola.

Bisogna anche prevedere (nell’ambito dell’utilizzo dei fondi europei per le politiche di riconversione ambientale) misure concrete per non far ricadere ulteriormente sul costo dei biglietti e del trasporto merci il nuovo obbligo europeo di sostituzione dei carburanti più inquinanti.

«La continuità marittima – ha detto ancora Tonino Mulas – è stata da sempre oggetto di lotta, è ancora oggi la più utilizzata per i rientri estivi e festivi dei sardi emigrati e delle loro famiglie. Ricordiamo che il contributo dei sardi emigrati, in termini economici, alla terra di origine continua in particolare con le ristrutturazioni delle seconde case nelle zone interne e delle case al mare, oltreché con la presenza nelle vacanze estive e con il consumo dei prodotti tipici regionali. Per questo è essenziale che si possa mantenere aperta una possibilità di ritorno anche più volte l’anno.»

  

[bing_translator]

Domani, alle 16.00, al T-Hotel, Cagliari, si tiene l’incontro di approfondimento, studio e discussione sul tema “La riforma costituzionale: perché sì”.

All’incontro partecipano Luigi Zanda (capogruppo Pd al Senato), Salvatore Margiotta (senatore Pd) e Gianni Scarpato (coordinatore Sì per il Sud). Previsti interventi anche di Pasquale Mistretta (professore emerito di urbanistica, rettore dal 1991 al 2009 dell’Università di Cagliari e coordinatore del Comitato “SìPerIlSud” in Sardegna), Pietro Ciarlo (costituzionalista, Cagliari) ed Ettore Angioni (già procuratore generale, Cagliari).

Al Comitato “SìPerIlSud” in Sardegna aderiscono intellettuali, magistrati e figure con esperienze di alto profilo nel mondo dell’impresa, delle istituzioni e della pubblica amministrazione. Tra queste, Gaetano Giua Marassi (farmacista, già sindaco di Cagliari), Mauro Rosella (già sostituto procuratore generale Corte d’Appello Cagliari, attuale presidente IV sezione Commissione regionale tributaria, Cagliari), Vittorio Faticoni (imprenditore, presidente Faticoni spa, Cagliari), Nicola Grilletti (commercialista, Cagliari).

THotel 42 copia

[bing_translator]

Domani, giovedì 3 novembre, alle 10.30, al T-Hotel, Cagliari, si tiene la conferenza stampa di presentazione dell’incontro di approfondimento sul tema “La riforma costituzionale: perché sì”, in programma sabato 12 novembre.

La conferenza di presentazione dell’evento alle testate giornalistiche viene aperta da Pasquale Mistretta, coordinatore del Comitato “SìPerIlSud” in Sardegna. Ai lavori prendono parte anche Pietro Ciarlo (costituzionalista, Cagliari) ed Ettore Angioni (già procuratore generale, Cagliari). Al Comitato guidato dal professor Mistretta (già rettore dell’Università di Cagliari dal 1991 al 2009) aderiscono anche intellettuali, magistrati e figure con esperienze di alto profilo nel mondo dell’impresa, delle istituzioni e della pubblica amministrazione. Tra queste, Gaetano Giua Marassi (farmacista, già sindaco di Cagliari), Mauro Rosella (già sostituto procuratore generale Corte d’Appello Cagliari, attuale presidente IV sezione Commissione regionale tributaria, Cagliari), Vittorio Faticoni (imprenditore, presidente Faticoni spa, Cagliari), Nicola Grilletti (commercialista, Cagliari).

All’incontro di sabato 12 parteciperanno Luigi Zanda (capogruppo Pd al Senato), Salvatore Margiotta (senatore Pd) e Gianni Scarpato (coordinatore Sì per il Sud).

THotel 42 copia

[bing_translator]

MistrettaComitatoSìSEnatoRoma26lug16

Questa mattina, alle 11.00, la sala Nassirya – Senato della Repubblica, Roma – ha ospitato la conferenza stampa di presentazione del Comitato per il sì al referendum “SIPERILSUD”. «Avere una Costituzione più efficiente aiuterà soprattutto quelle Regioni che hanno un maggior gap da recuperare. In questa riforma – ha detto il senatore Salvatore Margiotta – alcune grandi materie non possono più essere delegate alle Regioni. È un’impostazione impopolare per alcuni, soprattutto per i presidenti di Regione, ma è una scelta fondamentale per consentire al Paese di fare passi avanti e di non tornare indietro».

Un passaggio condiviso anche dall’ex rettore dell’ateneo di Cagliari, Pasquale Mistretta: «Valuto positivamente il recupero di alcune prerogative da parte dello Stato, contenuto nella riforma, in una fase in cui il regionalismo italiano sta perdendo la propria capacità di incidere». Il professor Mistretta ha ribadito anche l’importanza di un approccio che «avvicini i nostri giovani. Devono essere loro gli artefici e lo strumento di un cambiamento reale che possa incidere in meglio e da subito nella quotidianità, per poi garantire efficienza e nuove opzioni lavorative e professionali nell’immediato futuro. La riforma – ha aggiunto il cattedratico – deve partire dal basso, la fascia di popolazione che va da ventenni ai trentacinquenni è quella che guiderà il sistema Paese. E su di loro che dobbiamo concentrare le nostre sensibilità». Un percorso che è stato ribadito anche dall’avvocato Gianni Scarpato. Previste a settembre una serie di iniziative a Cagliari nel resto dell’isola.

Il Comitato. Nato la scorsa settimana su iniziativa del senatore Salvatore Margiotta, il Comitato riunisce professori universitari, rettori e magistrati in pensione, intellettuali e professionisti giovanissimi o esperti, di tutte le regioni del Mezzogiorno, prevalentemente non iscritti al Pd, che hanno deciso di sostenere con il loro coerente impegno civile le ragioni della riforma partendo da una visione – non particolaristica – di un nuovo pensiero meridionalista. Il coordinatore del Comitato é l’avvocato napoletano Gianni Scarpato mentre il coordinamento scientifico è affidato alla professoressa Maura Locantore. Alla conferenza ha preso parte  il senatore Roberto Cociancich, coordinatore nazionale dei Comitati per il SI.

Personalità e autorità. Al Comitato guidato dal professor Mistretta (già rettore dell’Università di Cagliari dal 1991 al 2009) hanno aderito anche Gaetano Giua Marassi (farmacista, già sindaco di Cagliari), Mauro Rosella (già sostituto procuratore generale Corte d’Appello Cagliari, attuale presidente IV sezione Commissione regionale tributaria, Cagliari), Vittorio Faticoni (imprenditore, presidente Faticoni spa, Cagliari), Nicola Grilletti (commercialista, Cagliari). In ambito nazionale fanno parte del Comitato SIPERILSUD, tra gli altri, Mario Lepre  (già presidente Corte d’Appello civile, Napoli), Marina Magliano Taliercio (ordinario, Università Federico II Napoli), Valeria Del Genio (docente  Economia, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli), Francesco De Rosa (commercialista), Rino Caputo (pro rettore Università Roma Tor Vergata), Sebastiano Valerio (associato Università Foggia) Simone Misiani (associato Università Teramo), Rocco Paternò (presidente Ordine Medici, Potenza), Marco Percoco (docente Università Bocconi, Milano), Giancarlo Viglione (già capo di gabinetto ministero Ambiente), Tommaso Paparo (Catanzaro), Caterina Rizzo (ricercatore Istituto Superiore di Sanità, Roma), Lucio Lecce (commercialista), Carmen Scarpato (avvocato, Foro di Napoli) e Sabrina Resta (avvocato, Foro di Latina).

[bing_translator]

Comunicato stampa

Pasquale Mistretta 62

Domani, mercoledí 27 luglio, alle 11.00, la sala Nassirya – Senato della Repubblica, a Roma – ospita la conferenza stampa di presentazione del Comitato per il Si al referendum “SIPERILSUD”. Il Comitato, nato la scorsa settimana su iniziativa del senatore Salvatore Margiotta, riunisce professori universitari, rettori e magistrati in pensione, intellettuali e professionisti giovanissimi o esperti, di tutte le regioni del Mezzogiorno, prevalentemente non iscritti al Pd, che hanno deciso di sostenere con il loro coerente impegno civile le ragioni della riforma partendo da una visione – non particolaristica – di un nuovo pensiero meridionalista. Il coordinatore del Comitato é l’avvocato napoletano Gianni Scarpato mentre il coordinamento scientifico è affidato alla professoressa Maura Locantore. Alla conferenza prende parte anche il senatore Roberto Cociancich, coordinatore nazionale dei Comitati per il SI.

Al Comitato guidato dal professor Pasquale Mistretta (già rettore dell’Università di Cagliari dal 1991 al 2009) hanno aderito anche Gaetano Giua Marassi (farmacista, già sindaco di Cagliari), Mauro Rosella (già sostituto procuratore generale Corte d’Appello Cagliari, attuale presidente IV sezione Commissione regionale tributaria, Cagliari), Vittorio Faticoni (imprenditore, presidente Faticoni spa, Cagliari), Nicola Grilletti (commercialista, Cagliari). In ambito nazionale fanno parte del Comitato SIPERILSUD, tra gli altri, Mario Lepre (già presidente Corte d’Appello civile, Napoli), Marina Magliano Taliercio (ordinario, Università Federico II Napoli), Valeria Del Genio (docente  Economia, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli), Francesco De Rosa (commercialista), Rino Caputo (pro rettore Università Roma Tor Vergata), Sebastiano Valerio (associato Università Foggia), Simone Misiani (associato Università Teramo), Rocco Paternò (presidente Ordine Medici, Potenza), Marco Percoco (docente Università Bocconi, Milano), Giancarlo Viglione (già capo di gabinetto ministero Ambiente), Tommaso Paparo (Catanzaro), Caterina Rizzo (ricercatore Istituto Superiore di Sanità, Roma), Lucio Lecce (commercialista), Carmen Scarpato (avvocato, Foro di Napoli) e Sabrina Resta (avvocato, Foro di Latina).