Viabilità

Non è stata ancora superata l’emergenza della viabilità all’ingresso di Carbonia, nella frazione di Serbariu.

Sono trascorsi più di due mesi da quando, il 25 agosto, abbiamo denunciato la situazione ad altissimo rischio che si vive alla periferia di Carbonia, all’ingresso della città dalla strada provinciale n° 78. La presenza di una palazzina fatiscente, dalla quale cadono parti di intonaco e calcinacci, al centro di una controversia legale, ha richiesto l’interdizione al traffico veicolare di un’ampia parte della carreggiata sulla via Cesare Battisti, a pochi metri dall’incrocio con la via San Narciso. La presenza di alcune transenne riduce la carreggiata ad una sola corsia, con inevitabili disagi e rischi per la circolazione, sia in ingresso che in uscita da Carbonia, come emerge molto chiaramente dalle fotografie allegate.

Sono trascorsi oltre due mesi, dicevamo, ma nulla è cambiato. Le fotografie allegate sono state scattate ieri, 29 ottobre. La sistemazione di alcuni cartelli stradali che impongono il transito ad una velocità massima di 30 km/h, non è sufficiente a superare l’emergenza. Ed appare quantomeno singolare la presenza di un cartello che indica “rallentare – lavoriamo per voi – grazie”, perché di lavori in corso non c’è neppure l’ombra…

La situazione viaria in quel punto è resa ancora più delicata – va sottolineato – dalla presenza di un doppio senso della circolazione all’inizio della via San Narciso, nella quale ci si può immettere da via Cesare Battisti sia provenendo dalla strada provinciale n° 78 sia dalla via Lubiana e dalla quale si può entrare nella via Cesare Battisti, sia in direzione via Lubiana, sia verso la strada provinciale n° 78, quest’ultima raggiungibile attraverso una curva che porta proprio sul tratto di strada in cui le transenne limitano la circolazione ad una sola corsia, sulla quale transitano le auto in entrambe le direzioni.

serbariu-9 serbariu-8serbariu-1 serbariu-6 serbariu-4 serbariu-3 serbariu-10serbariu-11serbariu-2

Comments

comments

Leave a Reply