Ambiente / Sanità

Nuovo allarme ambientale a Portoscuso per la presenza di diossine nel latte caprino. Il sindaco Alimonda ha ordinato ad un’azienda la distruzione e lo smaltimento del latte prodotto.

Municipio di Portoscuso 4 copia

Nuovo allarme ambientale a Portoscuso per la presenza di diossine nel latte caprino. Il sindaco Giorgio Alimonda ha ordinato ad un’azienda la distruzione e lo smaltimento del latte prodotto. La decisione del primo cittadino è maturata dopo il ricevimento della nota del Dipartimento di Prevenzione della Asl 7 di Carbonia, con la quale si comunica che l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale ha trasmesso il rapporto di prova che evidenzia superamenti dei limiti delle norme di legge per quanto riguarda la presenza di diossine, furani e PCB e Diossina-simile nel latte prodotto nell’allevamento caprino di un’azienda sita nelle campagne di Portoscuso, in località Terra Noa e si richiede al sindaco del comune di Portoscuso di emettere specifica ordinanza che obblighi l’allevatore alla distruzione e allo smaltimento del latte prodotto dalla stessa azienda nel rispetto delle norme vigenti.

La situazione è estremamente delicata, anche perché questa nuova ordinanza del sindaco di Portoscuso si aggiunge alle precedenti emesse recentemente per disporre la distruzione e lo smaltimento del latte ovino in cui è stata accertata la presenza di una quantità di piombo superiore ai limiti delle norme di legge.

 

Comments

comments

Tags:

Leave a Reply