23 September, 2021
HomePosts Tagged "Giorgio Alimonda"

Conclusa la seconda giornata dell’Open Day della vaccinazione anti Covid-19, a Portoscuso è stata raggiunta e superata la soglia dell’80% di vaccinati sul totale della popolazione residente.
«Anche Portoscuso ha risposto alla grande al dovere civico della vaccinazione per contribuire da par suo a contenere questa pericolosa pandemia, tutt’altro che finitaha detto il sindaco, Giorgio Alimonda -. Si ringraziano tutti i medici, infermieri e personale dell’Ats, ma soprattutto si ringraziano i nostri volontari e concittadini che attraverso le loro Associazioni, Croce Azzurra, AVIS e Auser, hanno consentito con il loro impegno e disponibilità che questo importante risultato sia stato raggiunto.»

Risalgono i positivi al Covid-19 a Portoscuso. In seguito all’aggiornamento odierno pervenuto dall’ATS, il sindaco Giorgio Alimonda ha comunicato che ad oggi si registrano 4 casi di positività al virus nel territorio comunale.

Rispetto alla situazione precedente di ieri il numero dei positivi sale di 2 casi, dei quali, uno a seguito di positivizzazione dalla quarantena, l’altro è un nuovo caso.

«Sono 2 i cittadini attualmente positivi al Covid-19 nel territorio comunale di Portoscuso.»

Lo ha reso noto stamane il sindaco, Giorgio Alimonda, che ha sottolineato come, rispetto alla situazione precedente si documentano 9 casi in meno a seguito di negativizzazioni e, purtroppo, un decesso. Il numero dei concittadini in quarantena obbligatoria scende a 2.

«I tre focolai che avevano portato alla situazione di allarme nei primi giorni di agosto si sono progressivamente negativizzati ma il rischio contagio resta sensibileha aggiunto Giorgio Alimonda -. Il contesto locale resta attentamente monitorato di concerto con le autorità sanitarie. Ricordiamo che nelle giornate del 30 agosto pv e 6 settembre sarà data l’opportunità ai cittadini, lavoratori e turisti di vaccinarsi a Portoscuso senza prenotazione, presso la palestra interscolastica di via Asproni (ex scuole medie).»

«Le associazioni di volontariato, Croce azzurra, AVIS e Auser che saranno coinvolte nelle 2 giornate di vaccinazione, sono a disposizione attraverso i loro contatti telefonici per trasportare persone con difficoltà motorie affinché possano essere vaccinate. Saranno presenti tutte le unità mediche di supporto presenti negli hab vaccinali. Dai dati ATS risulta che il nostro Comune ha una percentuale di vaccinati intorno al 70% ma per una condizione di maggiore sicurezza l’obiettivo è di arrivare almeno all 80%ha concluso Giorgio Alimonda -. Pur essendo tornati ad un numero di casi più basso, si fa appello a tutti per porre sempre in essere le ormai note regole anti Covid-19 che riguardano l’igiene delle mani il distanziamento e l’uso della mascherina se in luogo chiuso o anche all’esterno in luoghi assembrati.»

Migliora la situazione dei contagi da Coronavirus nel comune di Portoscuso. Il sindaco, Giorgio Alimonda, ha comunicato stamane che l’ultimo aggiornamento pervenuto dall’ATS, registra ad oggi 12 casi di positività al virus nel territorio comunale.

Rispetto alla situazione precedente si documentano 7 casi in meno a seguito di negativizzazioni. Il numero dei concittadini in quarantena obbligatoria scende a 4.

«La situazione continua lentamente a migliorare ma il rischio contagio resta elevato – ha sottolineato Giorgio Alimonda -. Il contesto locale resta attentamente monitorato di concerto con le autorità sanitarie e al momento non non si prevede l’introduzione di misure specifiche e di ulteriori di contenimento del virus.»

«La situazione, anche con riferimento al contesto regionale, richiede massima attenzione, per questo si fa appello a tutti per porre in essere da subito in modo più rigoroso le ormai note regole anti-Covid 19 che riguardano l’igiene delle mani il distanziamento e l uso della mascherina se in luogo chiuso o anche all’esterno in luoghi assembrati ha aggiunto il sindaco di Portoscuso -. Ricordiamo che tali misure sono ancora più opportune e necessarie in presenza della variante delta che risulta molto contagiosa.»

Giorgio Alimonda ha concluso invitando le Forze dell’Ordine a mantenere  controlli più serrati ed ai concittadini e turisti ad osservare comunque la massima prudenza nei comportamenti a rischio e proseguire con le vaccinazioni.

Sono 19 i casi conclamati di positività al virus nel territorio comunale di Portoscuso.

Rispetto alla situazione precedente sono 3 casi in meno a seguito di negativizzazioni. Il numero dei concittadini in quarantena obbligatoria scende a 7.

Lo ha annunciato, a fine mattinata, il sindaco, Giorgio Alimonda.

La situazione è in leggero miglioramento – ha sottolineato Giorgio Alimonda – ma il rischio contagio resta pericolosamente presente anche se sono stati adottati i provvedimenti del caso.

La situazione resta attentamente monitorata e se necessario verranno valutate, di concerto con le autorità sanitarie, l’introduzione di misure specifiche di contenimento del virus.

Continuano a crescere i casi di positività al Covid-19 a Portoscuso. In seguito all’ultimo aggiornamento pervenuto dall’ATS, il sindaco Giorgio Alimonda ha reso noto che «si registrano ad oggi 21 casi conclamati di positività al virus nel territorio comunale. Ben 9 nuovi casi in più rispetto all’aggiornamento precedente».
«Il numero dei concittadini in quarantena obbligatoria salgono a 15, scontando coloro che si sono nel frattempo positivizzati anche a seguito del tampone molecolareha aggiunto Giorgio Alimonda -. In 15 giorni il virus ha ripreso pericolosamente a trasmettersi anche nel nostro comune, colpendo in particolare i non vaccinati. Se la situazione dovesse ulteriormente peggiorare si valuterà, di concerto con le autorità sanitarie, l’introduzione di misure specifiche di contenimento del virus.»
«La situazione è seria, per questo si fa appello a tutti per porre in essere da subito in modo più rigoroso le note regole anti-Covid 19 che riguardano l’igiene delle mani, il distanziamento e l’uso della mascherina se in luogo chiuso o anche all’esterno in luoghi assembrati – ha concluso il sindaco di Portoscuso – Ricordiamo che tali misure sono ancora più opportune e necessarie in presenza della variante delta che risulta molto contagiosa. Si invitano le Forze dell’Ordine a riprendere controlli più serrati ed ai concittadini e turisti ad osservare, comunque, la massima prudenza nei comportamenti a rischio e proseguire con le vaccinazioni.»

Il presidente di Anci Sardegna, Emiliano Deiana, ha inviato una nota al ministro per la transizione energetica, Roberto Cingolani, e all’assessore regionale dell’Industria, Anita Pili e, per conoscenza, al sindaco di Portoscuso, Giorgio Alimonda, sulle problematiche dell’Area industriale di Portovesme, con specifico riferimento alle politiche energetiche ed allo sviluppo territoriale.

«Giunge a questa Associazione la posizione del comune di Portoscuso sui progetti dell’area industriale di Portovesme in merito ai processi della cosiddetta “transizione ecologica”scrive Emiliano Deiana -. In particolare, il Comune pone l’attenzione come alcune iniziative in itinere che prevedrebbero il posizionamento di una nave gasiera FSRU di oltre 100.000 mc all’interno del porto industriale adiacente il centro abitato, contrastino con lo sviluppo futuro del porto industriale, limitandone fortemente la fruibilità non solo alle aziende esistenti ma anche a nuove iniziative che potrebbero invece limitare o assorbire le maestranze che perderebbero il posto di lavoro a causa della transizione energetica.»

«Senza entrare nel merito delle politiche energetiche che meriterebbero ben altri approfondimenti e terreni di confronto e dialogo fra Governo, Regione e rappresentanze delle comunità locali, finora pressoché inesistentiaggiunge Emiliano Deiana qui preme sottolineare il fatto che esiste una contrarietà della municipalità di Portoscuso rispetto alle iniziative che si intenderebbero adottare sull’area di Portovesme e sul suo porto. Solo con una mediazione fra programmi nazionali, strategie regionali e locali si possono prospettare soluzioni durature e di prospettiva. Anci Sardegna chiede, pertanto, al Ministero e alla Regione Sardegna – conclude il presidente di Anci Sardegnail pieno coinvolgimento del comune di Portoscuso nella definizione delle strategie generali calate in ambito locale, di accettare il confronto e di valutare soluzioni alternative, predisponendosi al dialogo e all’ascolto delle comunità locali.»

Il sindaco di Portoscuso, Giorgio Alimonda, alcuni minuti fa ha comunicato che ad oggi si registrano 10 casi conclamati di positività al virus nel territorio comunale. Altri 3 nuovi casi rispetto all’aggiornamento precedente.

Sale conseguentemente il numero dei concittadini in quarantena obbligatoria che ad oggi sono 7. Tra questi vi sono persone in attesa di tampone molecolare.

!Sulcis Iglesiente, Industria – Pronti, ri-partenza, via! Noi ci siamo”: è il tema del convegno organizzato dalla segreteria UIL UILM per il prossimo 13 luglio nella Casa Fenu, a Villamassargia. E’ prevista la partecipazione dei sindaci di Villamassargia Debora Porrà e Portoscuso Giorgio Alimonda; della segretaria generale UIL Sardegna Maria Francesca Ticca; del segretario UILM Sulcis Iglesiente Renato Tocco; degli assessori dell’Industria Anita Pili e del Lavoro Alessandra Zedda; del vice ministro dello Sviluppo economico Alessandra Todde e del segretario generale nazionale UILM Rocco Palombella.

Si sono conclusi, a Portoscuso, i lavori per la realizzazione del monumento ai Caduti del mare. L’intervento è stato reso possibile dalla collaborazione tra il Comune di Portoscuso e l’Associazione Marinai d’Italia i quali, una volta individuata e concordata l’ubicazione sul Lungomare Colombo, hanno reso disponibili le parti che compongono il monumento, mentre il Comune ha finanziato la progettazione e la mano d’opera necessaria.

«Portoscuso che dal mare trae origine, al pari di tante cittadine marinare, potrà finalmente avere un riferimento per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita in mare ha detto il sindaco Giorgio Alimonda -. Non appena verranno completate le formalità burocratiche necessarie verrà fissata la data di inaugurazione ufficiale. Ringraziamo l’Associazione Marinai d’Italia e tutti coloro che nel tempo hanno collaborato per l’ottenimento di questo importante risultato.»