Scuola

Ignazio Locci (FI): «Vanno riviste le linee guida del Piano di dimensionamento scolastico».

«Vanno riviste le linee guida del Piano di dimensionamento scolastico, al fine di assicurare un’offerta formativa valida e di scongiurare la chiusura delle scuole dei piccoli Comuni della Sardegna che, ancora una volta, rischiano di “cadere” sotto i colpi di una politica miope e per nulla lungimirante.«

Lo scrive, in una nota, Ignazio Locci, consigliere regionale del gruppo Forza Italia Sardegna.

«La politica ha il dovere di prendere atto degli errori compiuti in questi due anni di operatività del nuovo Piano – aggiunge Ignazio Locci -: c’è bisogno di cambiare rotta, perché l’attuale sistema varato dall’assessore regionale della Pubblica Istruzione Claudia Firino, ha mostrato tutti i limiti che portano con sé scelte sbagliate fatte semplicemente con la calcolatrice. Non possiamo permetterci di cancellare i presidi scolastici dei piccoli Comuni della Sardegna con un semplice tratto di penna rossa.»

«Obiettivo, dunque, modificare le linee guida attraverso la concertazione tra le forze politiche in campo, dato che il problema è sentito da tutti gli attori politici, indipendentemente dal partito di appartenenza. Ecco, quindi, la necessità di rivalutare lo strumento delle pluriclassi, la cui chiusura si è rivelata decisamente fallimentare: riproporle in taluni casi, potrebbe invece significare la salvezza di alcuni istituti scolastici; ridefinire l’ipotesi di nuovi Istituti globali in ambiti territoriali omogenei, al fine di creare autonomie scolastiche su più livelli di istruzione. Strutture proiettate verso il futuro e in grado di programmare nuovi indirizzi di studio. Sono convinto che non possiamo liquidare l’argomento Istruzione con semplici calcoli ragionieristici. E sono altresì certo che la questione interessi tutte le forze in campo, senza distinzione di sorta. In quest’ottica – conclude il consigliere regionale di Forza Italia -, potenziare le scuole dei grandi Comuni e chiudere i battenti a quelle dei piccoli centri non giova a nessuno. Forse si risparmia qualche soldo, ma i danni sociali sono di ben più ampia portata.»

Ignazio Locci 22 copia

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply