Sport

La VBA/Olimpia Sant’Antioco ha chiuso con un netto 3 a 0 sulla Pallavolo Olbia ed il 4° posto, il campionato di B1 2016/2017.

La VBA/Olimpia Sant’Antioco ha chiuso con un netto 3 a 0 sulla Pallavolo Olbia (25 a 16, 25 a 22, 25 a 19) ed il 4° posto il campionato di B1 2016/2017. Un risultato sicuramente superiore a qualsiasi aspettativa della vigilia, per una squadra che ha stupito tutti, forse addirittura se stessa, riuscendo a tenere testa alle grandi nel girone d’andata, e a chiudere con un brillantissimo quarto posto, dopo un passaggio a vuoto nella parte centrale del girone di ritorno.

I numeri confermano la qualità del lavoro fatto da Graziano Longu e dai suoi giocatori che da tre anni tengono saldamente in mano la leadership della pallavolo maschile sarda: record storico di punti (49), quarto posto, record di vittorie casalinghe (11) e undicesimo derby vinto nelle ultime 3 stagioni (su 12 disputati; il 12°, quest’anno a Sarroch, è stato perso al tie-break, dopo il 2 a 0 iniziale).

La partita con la Pallavolo Olbia, alla vigilia presentava numerose insidie, in quanto la Pallavolo Olbia aveva bisogno di una vittoria per non dover dipendere dai risultati altrui per raggiungere la salvezza, mentre la VBA/Olimpia aveva bisogno di almeno un punto per confermare la quarta posizione in classifica. In molti avevano ipotizzato una partita con conclusione al tie-break, risultato che avrebbe accontentato entrambe le squadre per le rispettive necessità, ma la VBA/Olimpia non è stata dello stesso avviso, non facendo praticamente mai entrare in partita la squadra gallurese. La Pallavolo Olbia, comunque, nonostante la netta sconfitta, ha conquistato la meritata salvezza grazie alla netta sconfitta subita dalla Bocconi Sporteam Milano sul campo della capolista Tipiesse Mokamore di Cisano Bergamasco (25 a 11, 25 a 22, 25 a 18) che, con questi 3 punti, ha conquistato la promozione diretta in A2.

Graziano Longu, nel corso dei tre set, ha dato spazio a tutti i giocatori ma, nonostante questa scelta con la quale ha voluto premiare anche chi, nel corso della stagione, ha avuto meno possibilità di giocare, i tre set sono stati un monologo biancoblu, con la Pallavolo Olbia che è riuscita ad aggrapparsi solo alla buona prestazione di Derosas.

Da segnalare la festa grande al fischio finale, con i giocatori avversari che, con grande sportività, come aveva fatto anche il coach della capolista Tipiesse Mokamore l’8 aprile scorso, sono andati a salutare i Lions e sono stati protagonisti della bellissima foto allegata, sintesi del concetto di sport che sarebbe auspicabile vedere sempre più spesso.

VBA/Olimpia Sant’Antioco: Crusca 13, Usai 9, Genna 7, Meleddu 5, Muccione N. 5, Granara 5, Deserio 3, Dalmonte 3, Muccione R. 2, Longu 1, Puggioni, Mocci (L1). Coach: Graziano Longu.

Pallavolo Olbia: Derosas 21, Trova 6, Notarstefano 5, Leone 3, Chessa 2, Marcetti 2, Maiorca 1, Masu 1, Vanozzi, Manecchia, Branca, Marchetti (L1). N.E.: Vanozzi M. Coach: Andrea Schettino.

 

Comments

comments

Tags: ,

Leave a Reply