Cronaca

I carabinieri di Villasor hanno sventato un furto di armi e gioielli.

All’alba di oggi, i carabinieri della stazione di Villasor, durante le indagini iniziate ieri in seguito ad un grave furto di armi in abitazione accaduto in paese, hanno eseguito degli accertamenti in zona ed ispezionato diverse aree rurali abbandonate come casolari ed ovili.
Nei pressi di una struttura diroccata in località Su Crabili, hanno rinvenuto nascosti nella vegetazione, 4 fucili da caccia con il relativo munizionamento.
Le armi recuperate, insieme con i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Sanluri, sono state sottoposte a rilievi dattiloscopici per la ricerca di impronte.
Le indagini sono proseguite ed è stato accertato che gli autori del furto dei fucili avevano un chiaro collegamento con la banda di soggetti che ieri pomeriggio, dopo una fuga a bordo di una Fiat Croma, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di San Gavino Monreale e della Compagnia di Villacidro. Infatti, lì i carabinieri avevano scoperto nell’auto utilizzata dai malviventi anche dei gioielli in oro. Con un rapido coordinamento dei due reparti dell’Arma, i gioielli sono stati riconosciuti dalla vittima. L’intera refurtiva è stata restituita al proprietario e gli autori del furto, questa mattina, dopo la convalida dell’arresto, sono stati sottoposti a misura cautelare e precisamente due sono stati trasferiti al carcere di Uta ed uno è stato sottoposto agli arresti domiciliari a Ploaghe.

Comments

comments

Leave a Reply