Cronaca

I carabinieri di Sanluri hanno arrestato a Serramanna un 30enne con 2 etti di marijuana e 1 etto di hashish nascosti in un pozzetto nel cortile del palazzo.

Nella giornata di ieri si è svolta un’efficace operazione antidroga con cui i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Sanluri insieme a quelli delle stazioni di Serramanna e Nuraminis con la collaborazione di 2 unità cinofile della guardia di finanza dì Cagliari, hanno arrestato M S, cagliaritano, 30 anni, disoccupato, con stessi precedenti.
Nella giornata di ieri l’uomo, ritenibile quale punto di riferimento per lo spaccio di stupefacente da fumo della zona di Serramanna, è stato pedinato dai carabinieri e fermato in zona di via XXV Aprile mentre si trovava vicino a casa. Sottoposto ad un immediato controllo, aveva con sé degli involucri di plastica sospetti che hanno portato ad approfondire l’accertamento nell’abitazione con l’aiuto di Grey ed Agros, i pastori tedeschi antidroga dei colleghi della finanza. La perquisizione ha portato i carabinieri ad un nascondiglio in un pozzetto del cortile che porta ad una autoclave e poi anche all’auto del giovane, una Fiat 500 azzurra anni ‘90 , al cui interno erano stati notati giovani del posto appartarsi a fumare lo stupefacente. In tutto, i militari hanno recuperato 3 etti di droga (100 grammi di hashish in un unico panetto confezionato con carta da merendine al cioccolato, ancora da suddividere, e circa 200 grammi di marijuana in centinaia di dosi già pronte in varie buste).
Il giovane è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ed è ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia carabinieri di Sanluri, in attesa del rito direttissimo al Tribunale di Cagliari.

Comments

comments

Leave a Reply