Sanità

Il comune di Iglesias ha prorogato al 13 aprile 2020 le ordinanze sulle attività di prevenzione Covid-19

Al fine di dare completa attuazione alle disposizioni contenute nei decreti del presidente del Consiglio dei ministri e alla normativa regionale, in tema di prevenzione e contenimento delle infezioni Covid-19, in continuità con le ordinanze n. 36 e 37, rispettivamente del 10 e del 12 marzo 2020, il sindaco di Iglesias ha ordinato oggi che i provvedimenti adottati nelle due ordinanze siano prorogati fino alla data del 13 aprile 2020, riservandosi di procedere ad ulteriori proroghe in ottemperanza alle prescrizioni ministeriali, regionali, e considerando l’evolversi della situazione sanitaria.
Vengono prorogate fino al 13 aprile:
– la sospensione dell’apertura al pubblico dei cimiteri di Iglesias e della frazione di Nebida, consentendo unicamente le operazioni di tumulazione/inumazione, senza corteo funebre al seguito, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 15,00 alle ore 17,30.
Inoltre, all’interno del cimitero, l’accompagnamento del feretro verso il luogo della sepoltura potrà avvenire esclusivamente con la partecipazione dei familiari più stretti del defunto.
– La sospensione dei mercati all’aperto (mercatino del lunedì in via Pacinotti, mercatino dell’hobbistica in Piazza Sella, Mercatino Coldiretti presso il Parco delle Rimembranze) e di tutta l’attività di commercio ambulante in forma itinerante che ha luogo normalmente per le vie cittadine e nelle frazioni.
– La sospensione del commercio effettuato, in città e nelle frazioni, per mezzo di distributori automatici, salva la possibilità, per il relativo gestore, di predisporre un’organizzazione tale da garantire l’accesso al distributore automatico che rispetti la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
– L’istituzione del divieto di sosta, di fronte a tutte le farmacie e parafarmacie, in Città e nelle Frazioni, per uno spazio equivalente a 3 stalli di parcheggio.
– La chiusura al pubblico dell’ecocentro comunale e la sospensione della distribuzione dei kit di buste per la raccolta differenziata fino al 13/04/2020, fatte salve ulteriori proroghe.
Si precisa che, con riferimento alla sospensione dei servizi di assistenza e cura estetica alle persone, esclusa quella socio-sanitaria, offerti in città e frazioni (a titolo di esempio: parrucchieri, barbieri, acconciatori, tatuatori, estetisti, centri estetici e truccatori), non vi è motivo di intervenire con ordinanza sindacale per la proroga, in quanto i divieti di esercizio, per queste ultime attività, sono imposti direttamente dai provvedimenti governativi attualmente vigenti.
Inoltre, al fine della esatta applicazione dell’ordinanza del presidente della Giunta regionale n. 16 del 3/04/2020, si stabilisce che, nelle abitazioni in cui fossero eventualmente presenti soggetti positivi al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria, si debba interrompere la raccolta differenziata e tutti i rifiuti urbani, indipendentemente dalla loro natura, debbano essere considerati indifferenziati e pertanto raccolti e conferiti insieme.
Per le altre utenze, prosegue la raccolta differenziata secondo le modalità abituali, procedendo a smaltire, cautelativamente, fazzoletti, rotoli di carta, mascherine e guanti utilizzati, nel secco indifferenziato, racchiudendoli adeguatamente in un doppio sacchetto e osservando scrupolosamente tutte le norme di sicurezza.

Comments

comments

Leave a Reply