Cronaca

La Sezione operativa aeronavale della Guardia di Finanza di Sant’Antioco ha portato a termine l’operazione “Big Family” sugli indennizzi Nato

“Big Family” è l’operazione portata a termine dagli uomini della Sezione operativa aeronavale della Guardia di Finanza di Sant’Antioco, sfociata nella denuncia del presidente di una cooperativa di pescatori con sede legale a Teulada e di cinque soci che avrebbero incassato senza averne diritto, facendo figurare in attività barche dismesse ed operatori della pesca che in realtà tali non erano, gli indennizzi Nato, previsti per le marinerie danneggiate dal fermo pesca a causa delle esercitazioni militari che si svolgono nel poligono militare di Capo Teulada. Dovranno ora rispondere di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in concorso.

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno portato alla luce un “sistema di tipo piramidale, prevalentemente composto e coordinato da una famiglia e dai relativi parenti, sotto forma di Cooperativa”. Dalle indagini è emerso che alcuni dei pescatori imbarcati non si conoscevano neppure tra loro e che molte imbarcazioni risultavano in pessime condizioni ed abbandonate.

Il colonnello Alessandro Bucci, comandante del Roan di Cagliari ha rimarcato che «grazie alla professionalità e alla tenacia dei militari della Sezione Operativa Navale di Sant’Antioco, è stato posto fine ad un lungo sodalizio che non solo ha consentito di smascherare l’attività illecita di una cooperativa, ma ha permesso di trovare la chiave di lettura determinante per bloccare il modus operandi criminoso, a tutela delle cooperative e dei tanti pescatori onesti presenti nel Sud Sardegna».

Comments

comments

Leave a Reply