23 June, 2024
HomeAmbienteNatura e Salvaguardia AmbientaleAzioni di controllo della Guardia Costiera di Portoscuso per sconfiggere la pesca illegale del tonno rosso

Azioni di controllo della Guardia Costiera di Portoscuso per sconfiggere la pesca illegale del tonno rosso

tonno

 

Sono ormai in pesca le tonnare fisse nel Circondario Marittimo di Portoscuso e la Guardia Costiera di Portoscuso continua i controlli per supervisionare e controllare le fasi di pesca. I controlli, sia a mare che a terra, vengono fatti anche per scongiurare catture “abusive” di tonno rosso Thunnus thynnus da parte di pescatori professionisti e non. Inoltre non è più possibile effettuare catture by catch ovvero le catture accidentali sul pescato bersaglio, fino ad oggi possibile ai pescatori professionisti previo preavviso all’Autorità marittima. Con decreto ministeriale 10602 datato 29/05/ 2013 dalle 13.00 del 30/05/2013 è interdetta la cattura accidentale. Le pesanti sanzioni amministrative in caso di infrazione derivano dal D.lvo 4/2012 art. 11 comma 1 ovvero un pagamento da 2.000 euro a 12.000 euro. Il documento che obbligatoriamente segue la filiera commerciale del tonno rosso, il “B.C.D.”, debitamente vidimato dall’Autorità Marittima, è garanzia che il prodotto è legale e pescato a norma di legge. La Guardia Costiera, infine, invita tutta la popolazione a segnalare catture “sospette” alla Capitaneria di Porto competente per territorio, per poter intervenire.

FOLLOW US ON:
Un concorso del Rota
Si è conclusa Monum

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT