14 August, 2022
HomeAttualitàAbbanoaMozione dei consiglieri comunali di Carbonia Salvatore Mascia e Fabio Usai, sulla fatturazione dei consumi idrici fatta da #Abbanoa.

Mozione dei consiglieri comunali di Carbonia Salvatore Mascia e Fabio Usai, sulla fatturazione dei consumi idrici fatta da #Abbanoa.

Tore Mascia copia Fabio Usai 4 copia

I consiglieri comunali di Carbonia del Gruppo Impegno, Salvatore Mascia e Fabio Usai, hanno presentato una mozione urgente sui problemi legati alla fatturazione dei consumi idrici fatta da #Abbanoa.

Nella mozione rilevano che, nella fatturazione dei consumi, è stata stabilita una tariffa agevolata per i primi 70 mc.; che tale tariffa è applicata al consumo complessivo del contatore dell’unità abitativa, prescindendo dal numero dei componenti il nucleo familiare; che, conseguentemente esiste disparità di costo a mc. d’acqua, a parità di consumo,  tra i vari nuclei familiari penalizzando in maniera crescente le famiglie i cui componenti superano l’unità; che, pertanto, tale fatto viene meno al diritto costituzionale di parità di trattamento nel pagamento di un servizio essenziale quale è l’acqua.

Evidenziano, inoltre, che la fatturazione dei consumi viene effettuata con costi unitari crescenti con la quantità di consumo:

  • Da 0 mc  a 70 mc : 0,4132 €/mc ( tariffa agevolata)
  • Da 71 fino a mc  140:0,9091  €/mc
  • Da 141 fino a mc  200:1,4877 €/mc
  • Da 201 fino a mc 250:2,1489 €/mc
  • Oltre 2,9753 €/mc

e che, con tale sistema, risultano penalizzate le famiglie numerose. Riconoscendo legittima, infatti, una dotazione idrica per persona pari a 70 mc/anno (circa 190 l/giorno) accade con il sistema attuale che un’utenza con un solo cittadino paga con tariffa agevolata  i primi 70 mc.

70 x 0,4132 €/mc =  28, 924 €

Per parità di trattamento anche un cittadino residente in un’abitazione con altre tre persone dovrebbe pagare lo stesso importo ed invece  si ha che a tale famiglia  ( 4 componenti vengono addebitati per un consumo annuo di  ( 70 mc/ anno x 4 = 280 mc/anno

Riconoscendo la stessa dotazione idrica ad ogni membro  di una famiglia

  • Da  0 mc  a 70 mc : 0,4132 €/mc  x  70 mc = 28,924 €  ( tariffa agevolata)
  • Da 71 fino a mc  140:0,9091  €/mc  x  70 mc = 63,637 €  ( TARIFFA BASE)
  • Da 141 fino a mc  200:1,4877 €/mc   x  60 mc = 89,262 €
  • Da 201 fino a mc 250:2,1489 €/mc   x  50 mc= 107,445 €

Da 251 a 280 mc 3,0731  €/mc  x 30 mc = 92,103 €

Per un totale complessivo di  €. 381,371

Ne discende che per  ogni componente della famiglia  si ha un costo del mc.  pari ad €. 1,3620 cioè  0.949 € in pù della tariffa agevolata ( più di tre volte la tariffa agevolata)

Per meglio comprendere l’ingiustizia dell’applicazione dell’attuale metodo adottato da Abbanoa, i due consiglieri rirportano il seguente prospetto :

comp.ti  nucleo fam.

consumo annuo/capite

costo medio /mc

costo annuale attuale tariffazione

1

70

0,4132

28,924

2

140

0,6612

92,561

3

210

1,0744

225,624

4

280

1,4653

410,295

5*

350

0,7912

276,913

Comp.ti nucleo fam.

Consumo annuo /capite

costo medio /mc

costo annuale  tariffazione proposta

Differenza

1

70

0,4132

28,924

0

 2

140

0,4132

57,848

-34,713

3

210

0,4132

86,772

-138,852

4

280

0,4132

115,696

-265,675

5*

350

0,4132

144,620

132,293

*  fatturazione per famiglie numerose (da cinque in poi)

La mozione propone di dare mandato al sindaco, quale rappresentante delle autonomie locali:

• di richiedere in sede di Autorità d’ambito di modificare il sistema di contabilizzazione, per uso domestico ed assimilati, affinché, applicando il diritto costituzionale di uguaglianza,  la tariffa agevolata per i primi 70 mc./anno d’acqua venga riconosciuta ad ogni cittadino e non ad ogni unità abitativa;

• di verificare la costituzionalità delle tariffe applicate che di fatto discriminano i cittadini in funzione del numero dei componenti del loro nucleo familiare;

• di  verificare, con i mezzi che riterrà più idonei, se #ABBANOA nell’applicazione delle nuove tariffe in vigore dal 10/04/2014, sia in condizioni di poter contabilizzare con le vecchie tariffe i consumi dei cittadini fino a tale data.

• di richiedere formalmente ad #ABBANOA, che nelle more della verifica della costituzionalità della tariffazione vigente vengano immediatamente riattivati gli slacci, effettuati per morosità,  e sospesi quelli in corso;

• di  dotare il front-office comunale di un impiegato che supporti i cittadini nei rapporti con Abbanoa.

Inizia domani il 9°
E' stato presentato

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT