24 June, 2024
HomeIndustriaQualcosa si muove per la vertenza Port.Al, fissati due incontri al Mise e in Regione e i lavoratori sospendono il presidio alla Regione.

Qualcosa si muove per la vertenza Port.Al, fissati due incontri al Mise e in Regione e i lavoratori sospendono il presidio alla Regione.

Ninetto Deriu

Qualcosa si muove per la vertenza Port.Al. Nel corso dell’incontro svoltosi oggi in Regione per l’esame delle problematiche ancora irrisolte per il rilancio della produzione, sono stati fissati due incontri: il primo, giovedì 27, vedrà il confronto tra ministero dello Sviluppo economico, la Regione Sardegna e l’Enel, per verificare la possibilità di attivare un accordo bilaterale per la fornitura alla Port.Al di energia elettrica ad una tariffa competitiva; il secondo, venerdì 28 novembre, presso l’assessorato regionale dell’Industria, tra il presidente della Giunta regionale, Francesco Pigliaru, le organizzazioni sindacali e l’imprenditore, Ninetto Deriu, per la valutazione dei risultati che saranno emersi nel vertice romano. Questa novità, fa passare in secondo piano, almeno per il momento, il progetto di autoproduzione di energia con la realizzazione di un mini parco eolico, del quale si era parlato fino a ieri, soprattutto per una questione di tempi, considerato che i lavoratori premono per poter rientrare al lavoro quanto prima, anche perché sono ormai privi di ammortizzatori sociali. Il progetto dell’eolico, eventualmente, verrà ripreso in un secondo momento, una volta che, come si auspica, sarà stata riavviata la produzione.

A seguito di queste importanti novità, i lavoratori ex Ila che da ieri presidiavano il quarto piano dell’assessorato regionale dell’Industria, in viale Trento, a Cagliari, hanno deciso di smobilitare il presidio ed ora auspicano che gli impegni assunti si tramutino in atti concreti nei prossimi giorni, per la definitiva risoluzione della vertenza e che, nell’immediato, vengano attivati i tavoli opportuni per l’individuazione di adeguate coperture finanziarie per i lavoratori che, come già sottolineato, sono privi di ammortizzatori sociali.

Il dottor Michele Ca
L'assessore dell’A

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT