24 April, 2024
HomeRegioneUniversità e Regione Sardegna insieme nel progetto Girepam per la gestione integrata delle reti ecologiche.

Università e Regione Sardegna insieme nel progetto Girepam per la gestione integrata delle reti ecologiche.

[bing_translator]

Il Dicaar (dipartimento ingegneria civile, ambientale e architettura) dell’Università di Cagliari collabora con la Regione Sardegna (capofila) nel Progetto strategico Girepam (Gestione integrata delle reti ecologiche attraverso parchi e aree marine). I ricercatori guidati da Corrado Zoppi mettono a disposizione esperienze accademiche, conoscenza dei territori, supporto tecnico e scientifico. Di fatto, la sinergia con l’amministrazione regionale si rivela ottima occasione per la formazione avanzata e la collaborazione in ambito nazionale e internazionale.

Il progetto Girepam è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020. Con durata triennale, ai lavori partecipano il Servizio tutela della natura e politiche forestali dell’assessorato regionale della Difesa dell’ambiente e altri quindici partner provenienti dalle cinque regioni del Programma (Sardegna, Corsica, Toscana, Liguria, Provence-Alpes-Côte d’Azur). Nell’ambito delle attività di progetto, il Dicaar supporta il partner capofila per la definizione di un modello di pianificazione integrata per le aree sottoposte a diversi istituti di tutela ambientale (parchi naturali, aree marine protette, siti della rete Natura 2000).

Il professor Zoppi – docente di Tecnica e pianificazione urbanistica e presidente della facoltà di Ingegneria dell’ateneo cagliaritano – è il responsabile scientifico per le attività di progetto e coordinatore dei ricercatori. Il gruppo di ricerca partecipa al kick-off meeting e al primo Comitato di pilotaggio, che si tengono il 29 e 30 marzo nel parco naturale di Port-Cros e Porquerolles (Provence-Alpes-Côted’Azur).

POST TAGS:
FOLLOW US ON:
Martedì 4 aprile, i
Quarto appuntamento,

giampaolo.cirronis@gmail.com

Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT